Connect with us
Pubblicità

Trento

Blitz via Sordo a Trento: sequestrato un chilo e mezzo di droga e arrestati due tunisini “irregolari”. Con loro anche una minorenne scomparsa

Pubblicato

-

Sono stati convalidati due arresti per quanto riguarda l’operazione antidroga effettuata sabato pomeriggio in via Sordo a Trento  dove la guardia di finanza ha bloccato e portato in caserma 5 persone.

Il nostro giornale ne aveva dato notizia pochi minuti dopo il blitz degli uomini delle fiamme gialle

Le unità antidroga della Guardia di Finanza di Trento durante il blitz di sabato hanno sequestrato 1,5  chili di hashish, parte dei quali già confezionati in dosi, arrestando due tunisini presenti irregolarmente sul territorio nazionale per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Pubblicità
Pubblicità

Durante un giro di perlustrazione gli uomini delle fiamme gialle trentine hanno notato una “vecchia conoscenza”: un tunisino che sapevano essere dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

È quindi iniziato da parte di due finanzieri il pedinamento dello straniero, mentre altri militari si organizzavano per un eventuale intervento di perquisizione.

La tenacia degli investigatori è stata premiata quando l’extracomunitario è entrato in un condominio di via Sordo, richiudendo velocemente la porta alle proprie spalle.  A questo punto, il problema era individuare con esattezza l’appartamento occupato dal tunisino: i militari hanno quindi pensato di andare a controllare i contatori dell’elettricità, per verificare l’eventuale presenza di nomi o il consumo più elevato, che potesse metterli sulla buona strada.

Con loro sorpresa, si sono trovati di fronte ad un allaccio abusivo che dal contatore generale del condominio portava a quello riservato ad un appartamento.

Ipotizzando che potesse trattarsi di quello cercato, fingendosi operai della società gestore dell’energia elettrica, i finanzieri si sono fatti aprire la porta dell’abitazione, ed una volta entrati hanno eseguito una perquisizione d’iniziativa con il supporto delle unità cinofile antidroga, che ha dato i frutti attesi.

Pubblicità
Pubblicità

All’interno della stanza occupata dal tunisino insieme ad un altro connazionale ed alla compagna minorenne di uno dei due, sono stati trovati circa un chilo e mezzo di hashish parte in panetti e parte divisa in dosi, un bilancino di precisione e circa mille euro in contanti, della cui legittima provenienza i due nordafricani e la minore non hanno saputo fornire giustificazioni e che sono pertanto stati ritenuti provento di spaccio.

I due tunisini, B.G. di 22 anni e H.M.A. 21 anni, pregiudicati con precedenti anche specifici, disoccupati, senza permesso di soggiorno e privi di documenti, sono stati arrestati (nela foto uno dei due in manette) per detenzione ai fini di spaccio di droga e sono stati entrambi ristretti nel carcere di Spini di Gardolo in attesa di udienza, mentre il denaro e lo stupefacente, del valore complessivo sul mercato illecito di circa cinquantamila euro, sono stati sequestrati.

Lo sviluppo degli accertamenti ha permesso di appurare che nei confronti della minorenne, originaria della provincia di Caserta, ma residente a Trento, vi era una denuncia con conseguente ricerca di rintraccio quale “persona scomparsa”. La minore durante il blitz degli agenti della guardia di finanza aveva anche tentato la fuga ma era stata ripresa dopo pochi metri.

Sono stati quindi avvisati i genitori, di origine albanese, che hanno riaccompagnato a casa la ragazza. Anch’essa è stata segnalata a piede libero all’Autorità giudiziaria perché responsabile, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ad oggi, la Guardia di Finanza di Trento, nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio, ha sequestrato sostanze stupefacenti per un quantitativo complessivo ben superiore a quanto sequestrato in tutto il 2018, a dimostrazione di quanto ancora tale fenomeno costituisca un problema nel capoluogo, ma anche di come il presidio delle Fiamme Gialle sul territorio sia un forte segnale di deterrenza e repressione della piaga del consumo di droghe.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza