Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Bisesti vince la sua battaglia: torna il biennio al Marie Curie Pergine

Pubblicato

-

Era la mattina del 28 febbraio del 2015 quando gli studenti del Marie Curie di Pergine Valsugana inscenarono una clamorosa protesta contro l’ex governatore Ugo Rossi che doveva intervenire insieme ad altri politici e che dovette per questo annullare il suo intervento (nella foto gli striscioni di protesta)

L’intervento di Ugo Rossi doveva cominciare alle 8.50 ma dapprima era stato spostato per poi essere definitivamente annullato. 

Il contendere dell’incontro era legato ai tagli formativi dell’istituto che l’allora giunta dei centro sinistra aveva deciso di intraprendere contro l’istituto Marie Curie di Pergine.

Pubblicità
Pubblicità

Sull’argomento erano fioccate le interrogazioni (Fugatti, Cia e Degasperi) e i pareri contrari della stessa maggioranza (Passamani).

Infine era stata depositata anche una petizione di quasi 3000 firme raccolte da Andrea Crepaldi, presidente del consiglio d’istituto del Marie Curie di Pergine e Matteo Savastano, presidente della consulta dei genitori.

Ugo Rossi allora disse di aver condiviso la decisione di eliminare gli indirizzi tecnici presso l’istituto di Pergine con il sindaco Oss Emer che però smentì le parole dell’ex governare parlando di «scarsa comunicazione e scarsa informazione» e di «problema sottovalutato da tutti».

Pubblicità
Pubblicità

Con la nuova Giunta di Centro destra le cose per quanto riguarda gli indirizzi tecnici sembrano però cambiate.

L’iter, che ha visto diversi incontri durante questo primo anno della giunta provinciale va infatti a modificare quella che era stata una decisione dell’ex giunta Rossi. Il depotenziamento di Pergine ora sarà superato con il ritorno del biennio al Marie Curie. È la lega che lo rende noto esprimendo in una nota «la massima soddisfazione per una battaglia che sta per trovare una risposta positiva da parte dell’Assessore all’Istruzione Bisesti e della giunta provinciale. Ma non solo, nell’ottica di visione dell’alta Valsugana questo non sarà fatto a discapito di Levico. Ringraziamo la Giunta provinciale e in particolare l’Assessore all’istruzione, Mirko Bisesti, per essersi adoperati nei fatti a prevedere questo ritorno voluto da molti ragazzi e molte famiglie».

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta comunque di una decisione nel solco di una maggiore attenzione nei confronti dei territori e di un comune, come Pergine, che merita certamente maggiore attenzione rispetto a quanto avvenuto in passato.

Cose che peraltro la stessa Lega aveva promesso in campagna elettorale e che ora sta prendendo forma.

Secondo la lega «Il ritorno del biennio è una battaglia vinta per tutta la comunità, per questo ci saremmo aspettati una maggiore attenzione nel rivendicare il successo da chi ha responsabilità di governo cittadine senza eccessivi personalismi».

Non manca l’affondo finale nei confronti del Sindaco Oss Emer che pare in alcune dichiarazioni si sia preso il merito del cambiamento di rotta: «Oss Emer non prenderti meriti non tuoi » – dichiarano infatti in una nota il Consigliere provinciale Roberto Paccher e dal Segretario della Lega di Pergine Giancarlo Leonardelli

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza