Connect with us
Pubblicità

Trento

Bisesti: “In Trentino un Centro di formazione per le professioni culturali e artistiche”

Pubblicato

-

La cultura come motore di promozione del territorio, come “sistema” capace di generare aperture e attrattività, come fattore di sviluppo sociale ed economico del Trentino, come collante relazionale tra gli innumerevoli mondi culturali locali, dalle biblioteche ai musei, dalla formazione musicale allo spettacolo, dall’associazionismo culturale al patrimonio culturale tangibile: questa l’idea generale uscita dalla Conferenza provinciale per la cultura che ha riunito ieri pomeriggio alla Sala di rappresentanza del Palazzo della Regione Trentino-Alto Adige, in Piazza Dante a Trento, le voci di un universo straordinariamente ricco, quello delle associazioni, enti ed istituzioni artistiche e culturali che operano in Trentino.

Un momento di confronto aperto da parte di un ambito variegato e composito che ha voglia di aprirsi e di “cambiare paradigma” ma che chiede alle istituzioni, in particolare alla Provincia ma anche agli Enti locali, maggiore libertà di movimento, meno burocrazia, più ascolto, un facilitato accesso alle opportunità di esprimersi ed agli spazi.

Imput e sollecitazioni raccolte dall’assessore alla cultura Mirko Bisesti, che ha aperto la Conferenza parlando di una “nuova sfida” per il Trentino, quella di mettere in rete le sue molte realtà culturali e artistiche e di farle dialogare tra loro per valorizzare i talenti e per creare opportunità, anche occupazionali, per i giovani.

Pubblicità
Pubblicità

Spetta ora a queste realtà riempire di contenuti e proposte il nuovo paradigma che dovrà informare le future Linee guida per le politiche culturali della Provincia autonoma di Trento. Una proposta forte, che ha trovato condivisione, l’ha fatta lo stesso assessore.

“Creiamo in Trentino un Centro di formazione per la specializzazione nelle professioni culturali e artistiche”.

L’incontro, rivolto ai diversi attori del sistema della cultura trentino ed aperto dall’assessore Mirko Bisesti, è stato promosso per esaminare gli Orientamenti per la stesura delle Linee guida per le politiche culturali della Provincia autonoma.

Ed ampio è stato il dibattito che, dopo l’illustrazione del documento sugli Orientamenti, si è sviluppato con decine di interventi, che all’evidenza delle criticità hanno unito idee e proposte.

“Fare rete e fare sistema è il primo passo, da fare tutti insieme” ha esordito l’assessore Bisesti aprendo l’incontro. “Il Trentino deve avere l’ambizione di valorizzare i propri talenti, uno degli obiettivi è comprendere come il sistema Trentino possa essere ancora più efficace, di come possa promuoversi all’esterno, C’è bisogno che i principali attori possano essere messi in grado di costruire una nuova progettualità e di vedere il loro lavoro valorizzato e rafforzato, e c’è bisogno di dare l’opportunità ai giovani di portare innovazione perché questo giova a tutta la società.  Una sfida – ha sottolineato Bisesti – “che coinvolge e impegna anche la macchina amministrativa“.

Ringraziando, dopo quasi tre ore di interventi, per i diversi e tanti contributi portati alla Conferenza e che “hanno dato spazio a critiche sane”, lo stesso assessore ha voluto chiarire che l’intento è quello di “unire e non di creare contrapposizioni: lo spirito è quello di far sì che il Trentino possa realmente aprirsi ed esportare cultura. Vogliamo dare una immagine vera del Trentino, non è una missione disperata ma ci si deve credere e si deve volerlo fare”.

Forte e ripetuto è stato, negli interventi ascoltati alla Sala della Regione, il richiamo al protagonismo dei giovani. “Il riferimento ai giovani è importante” – ha risposto Bisesti – “ma dobbiamo partire da un loro censimento, sapere quanti sono e quanti hanno voglia di fare cultura e arte. Iniziamo con degli obiettivi precisi da tenere però assolutamente monitorati, misurandoli, ci saranno progetti e assieme riusciremo a portare un contributo di analisi critica. Gli Enti museale e il Centro Santa Chiara si devono aprire, no al distinguo tra centro e periferia”.

Molte, come detto, le proposte alle quali Bisesti ha dedicato attenzione riprendendole al termine della Conferenza, a partire dallo Sportello per accedere ai finanziamenti europei, l’azione di sostegno che la Provincia potrebbe offrire alle associazioni culturali, specie quelle “minori”, per accedere a canali di finanziamento alternativi a quello pubblico, il marketing territoriale (“Il Trentino ha trasmesso poco all’esterno, dobbiamo saper comunicare che abbiamo anche altro oltre ai bei paesaggi e alle montagne”), agli aspetti normativi, all’impiego del FUS (Fondo unico dello spettacolo).

“Fondamentale – ha concluso l’assessore – avere un po’ meno di presunzione da parte di chi giudica gli altri. I finanziamenti sono importanti ma serve la voglia di fare.”

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]

Categorie

di tendenza