Connect with us
Pubblicità

Trento

Bisesti: “In Trentino un Centro di formazione per le professioni culturali e artistiche”

Pubblicato

-

La cultura come motore di promozione del territorio, come “sistema” capace di generare aperture e attrattività, come fattore di sviluppo sociale ed economico del Trentino, come collante relazionale tra gli innumerevoli mondi culturali locali, dalle biblioteche ai musei, dalla formazione musicale allo spettacolo, dall’associazionismo culturale al patrimonio culturale tangibile: questa l’idea generale uscita dalla Conferenza provinciale per la cultura che ha riunito ieri pomeriggio alla Sala di rappresentanza del Palazzo della Regione Trentino-Alto Adige, in Piazza Dante a Trento, le voci di un universo straordinariamente ricco, quello delle associazioni, enti ed istituzioni artistiche e culturali che operano in Trentino.

Un momento di confronto aperto da parte di un ambito variegato e composito che ha voglia di aprirsi e di “cambiare paradigma” ma che chiede alle istituzioni, in particolare alla Provincia ma anche agli Enti locali, maggiore libertà di movimento, meno burocrazia, più ascolto, un facilitato accesso alle opportunità di esprimersi ed agli spazi.

Imput e sollecitazioni raccolte dall’assessore alla cultura Mirko Bisesti, che ha aperto la Conferenza parlando di una “nuova sfida” per il Trentino, quella di mettere in rete le sue molte realtà culturali e artistiche e di farle dialogare tra loro per valorizzare i talenti e per creare opportunità, anche occupazionali, per i giovani.

PubblicitàPubblicità

Spetta ora a queste realtà riempire di contenuti e proposte il nuovo paradigma che dovrà informare le future Linee guida per le politiche culturali della Provincia autonoma di Trento. Una proposta forte, che ha trovato condivisione, l’ha fatta lo stesso assessore.

“Creiamo in Trentino un Centro di formazione per la specializzazione nelle professioni culturali e artistiche”.

L’incontro, rivolto ai diversi attori del sistema della cultura trentino ed aperto dall’assessore Mirko Bisesti, è stato promosso per esaminare gli Orientamenti per la stesura delle Linee guida per le politiche culturali della Provincia autonoma.

Pubblicità
Pubblicità

Ed ampio è stato il dibattito che, dopo l’illustrazione del documento sugli Orientamenti, si è sviluppato con decine di interventi, che all’evidenza delle criticità hanno unito idee e proposte.

“Fare rete e fare sistema è il primo passo, da fare tutti insieme” ha esordito l’assessore Bisesti aprendo l’incontro. “Il Trentino deve avere l’ambizione di valorizzare i propri talenti, uno degli obiettivi è comprendere come il sistema Trentino possa essere ancora più efficace, di come possa promuoversi all’esterno, C’è bisogno che i principali attori possano essere messi in grado di costruire una nuova progettualità e di vedere il loro lavoro valorizzato e rafforzato, e c’è bisogno di dare l’opportunità ai giovani di portare innovazione perché questo giova a tutta la società.  Una sfida – ha sottolineato Bisesti – “che coinvolge e impegna anche la macchina amministrativa“.

Ringraziando, dopo quasi tre ore di interventi, per i diversi e tanti contributi portati alla Conferenza e che “hanno dato spazio a critiche sane”, lo stesso assessore ha voluto chiarire che l’intento è quello di “unire e non di creare contrapposizioni: lo spirito è quello di far sì che il Trentino possa realmente aprirsi ed esportare cultura. Vogliamo dare una immagine vera del Trentino, non è una missione disperata ma ci si deve credere e si deve volerlo fare”.

Forte e ripetuto è stato, negli interventi ascoltati alla Sala della Regione, il richiamo al protagonismo dei giovani. “Il riferimento ai giovani è importante” – ha risposto Bisesti – “ma dobbiamo partire da un loro censimento, sapere quanti sono e quanti hanno voglia di fare cultura e arte. Iniziamo con degli obiettivi precisi da tenere però assolutamente monitorati, misurandoli, ci saranno progetti e assieme riusciremo a portare un contributo di analisi critica. Gli Enti museale e il Centro Santa Chiara si devono aprire, no al distinguo tra centro e periferia”.

Molte, come detto, le proposte alle quali Bisesti ha dedicato attenzione riprendendole al termine della Conferenza, a partire dallo Sportello per accedere ai finanziamenti europei, l’azione di sostegno che la Provincia potrebbe offrire alle associazioni culturali, specie quelle “minori”, per accedere a canali di finanziamento alternativi a quello pubblico, il marketing territoriale (“Il Trentino ha trasmesso poco all’esterno, dobbiamo saper comunicare che abbiamo anche altro oltre ai bei paesaggi e alle montagne”), agli aspetti normativi, all’impiego del FUS (Fondo unico dello spettacolo).

“Fondamentale – ha concluso l’assessore – avere un po’ meno di presunzione da parte di chi giudica gli altri. I finanziamenti sono importanti ma serve la voglia di fare.”

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]

Categorie

di tendenza