Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

“Ospitar”: via al progetto di turismo diffuso a Ville d’Anaunia grazie alle seconde case

Pubblicato

-

Foto Patrick de Aliprandini
Pubblicità

Pubblicità

Costruire un sistema di ospitalità diffusa, una rete di abitazioni private da affittare ai turisti, aiutando i proprietari delle seconde case nella gestione di questa operazione che spesso può rivelarsi laboriosa.

È questo l’obiettivo che si è prefissata l’amministrazione comunale di Ville d’Anaunia guidata dal sindaco Francesco Facinelli, che ha deciso di aderire al progetto di turismo diffuso “Ospitar” promosso dalla start up di Trento Community Building Solutions (Cbs).

L’intento di questa proposta – già avviata a Cavareno, Tenna, Terragnolo, Spormaggiore e Calceranica – è quello di recuperare e riqualificare l’enorme patrimonio delle seconde case, lasciate sfitte e spesso abbandonate, attraverso la leva del turismo online.

Pubblicità
Pubblicità

L’iniziativa sarà presentata ufficialmente lunedì prossimo, 25 novembre alle 20.30, nell’aula magna delle scuole a Tuenno.

I proprietari che aderiranno al progetto “Ospitar” potranno contare su un supporto qualificato per seguire le fasi di ristrutturazione della casa, per la messa online sui portali di vendita e, su richiesta, anche per la gestione delle prenotazioni. I promotori si impegneranno a promuovere l’intera comunità di Ville d’Anaunia e gli immobili con azioni mirate di web marketing.

C’è un dato che dovrebbe far riflettere: ogni abitazione lasciata sfitta comporta una spesa annuale di diverse migliaia di euro (si stima una cifra compresa fra i 3.000 e i 4.000 euro all’anno). Altro particolare: un immobile “abbandonato” perde il proprio valore nel tempo, per via dei mancati interventi di ristrutturazione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Per ogni comunità, non solo per i proprietari, diventa prioritario trovare una soluzione a questa situazione, con strumenti in grado di generare un reddito che possa coprire i costi di mantenimento e di riqualificare, con interventi di ristrutturazione, intere parti del proprio abitato.

L’ANALISI DEI DATI CATASTALI DELLE SECONDE CASE: CHI SONO I PROPRIETARI? – Il primo passaggio della collaborazione fra Cbs e l’amministrazione comunale è stata l’analisi dei dati catastali, per avere un quadro preciso sul numero delle seconde case, sul profilo dei proprietari, sulla frammentazione degli immobili.

Sul territorio di Ville d’Anaunia sono stati individuati 1.149 proprietari, a fronte di 1.112 seconde case. Il 45% dei proprietari è over 65 e, considerando che oggi il settore turistico si sviluppa prevalentemente su piattaforme online che permettono l’incontro tra domanda e offerta, appare plausibile ipotizzare la necessità di un supporto per i proprietari nel caso in cui volessero provare ad affittare il proprio immobile attraverso le Ota (Online Travel Agencies).

L’analisi ha permesso inoltre di rilevare la distribuzione della proprietà delle seconde case sul territorio, ossia il numero di immobili che ogni proprietario possiede. Ebbene, nel Comune di Ville d’Anaunia la proprietà è piuttosto distribuita, con la maggioranza dei proprietari che possiede una sola seconda casa (73%).

È stata inoltre analizzata la frammentazione della proprietà, ed è stato rilevato che più del 90% delle proprietà è intestato a una o, al massimo, a due persone. Anche il dato sulla residenza dei proprietari delle seconde case appare molto interessante: quasi il 90% dei proprietari vive in Trentino. Entrando nello specifico, tra questi l’85% risiede in Val di Non e il 68% vive nel Comune di Ville d’Anaunia.

IL RUOLO DEL COMUNE E LA GENERAZIONE DELL’INDOTTO – Nell’ambito di questo progetto, il Comune rappresenta l’attivatore: spetta infatti ai privati il compito di svilupparlo.

La start up Cbs si attiverà per trovare delle formule di contribuzione che supportino l’iniziativa: nelle località trentine dove Ospitar è una realtà, sono state sviluppate delle formule di collaborazione con le banche di credito cooperativo (attraverso il confezionamento di mutui agevolati per gli interventi di ristrutturazione), con le aziende di promozione turistica e con altri enti, in primis le Comunità di Valle. Il fine del progetto è la riqualificazione del patrimonio immobiliare e il turismo diventa lo strumento.

Prendendo in esame gli interventi negli altri Comuni dove Ospitar si è sviluppato, si è visto che per ogni euro investito c’è stato un ritorno di 5 euro. Vengono attivate convenzioni con artigiani del paese per le ristrutturazioni, si avviano progetti di collaborazione con cooperative locali (si pensi la tema delle pulizie delle case, ma anche alla gestione del flusso di prenotazioni), si genera un flusso inatteso, fino a pochi mesi prima, di turisti che vivono la comunità non solo nella casa ma anche, per esempio, negli esercizi commerciali e nella ristorazione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Grandi derivazioni idroelettriche: non sussistono interessi pubblici contrastanti con l’uso idroelettrico

Alto Garda e Ledro1 ora fa

Tragico schianto con la moto sulla gardesana orientale, muore il 22 enne Matteo Mazzoldi

Alto Garda e Ledro2 ore fa

Ieri due incidenti in zona Pietramurata, 3 centauri finiscono in ospedale

Valsugana e Primiero4 ore fa

Una comunità ostaggio di un 12 enne, l’appello drammatico della mamma: «Nessuno ci aiuta, sono disperata»

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Successo per la cena di gala «Insieme per l’autismo». 663 persone presenti, raccolti 65 mila euro

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Vandali in azione a Rovereto, molte macchine devastate per «gioco»

Italia ed estero6 ore fa

Animali regalati come premi alle fiere: il Veneto dice basta

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Scuola media Avio: emozione ed orgoglio per il collegamento con Astrosamantha

Trento6 ore fa

Si scontrano con un Tir sull’A4, grave una 17 enne trentina

Trento7 ore fa

100 alberi per 100 bambini nati nelle famiglie Itea

Trento8 ore fa

Giovani universitari in Comune: 24 tirocini per 18 progetti, domande fino al 13 giugno

Trento10 ore fa

Corsi per Operatore socio-sanitario: approvata la nuova Disciplina

Trento20 ore fa

Coronavirus: 121 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella20 ore fa

Nel libro “Pastorizia nelle Alpi” la memoria di Nilla Carolli, originaria di Vermiglio

Arte e Cultura20 ore fa

Inaugurata la mostra con le foto del gruppo Tetraon: a Palazzo Trentini tutta la bellezza della fauna alpina

Trento3 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Trento2 settimane fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Politica4 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Consiglio straordinario il 16 maggio per la comunicazione sull’A22

Politica3 settimane fa

Fratelli d’Italia chiede un incontro col governatore, Urzì: «Ecco le nostre priorità per il Trentino»

Telescopio Universitario4 settimane fa

Università di Trento: ecco il piano strategico fino al 2027

Aziende3 settimane fa

Quando Arte e Luce si incontrano nasce ‘illuminando Arte’

Trento4 settimane fa

Vasco Live: venticinquemila posti auto, oltre a quelli riservati a camper e pullman, online la piattaforma per prenotare il parcheggio

Politica3 settimane fa

Laboratorio Paritario Trentino: sabato a Cognola la presentazione

Italia ed estero4 settimane fa

Papa Francesco: per l’Ucraina, contro “l’abbaiare della Nato alla porta della Russia”

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Si ribalta col tagliaerba a Sfruz e rimane schiacciato: 26enne elitrasportato in gravissime condizioni al Santa Chiara

Trento3 settimane fa

Vasco Live 2022: da oggi operativo il numero dedicato 0461 889400, programma straordinario per la gestione della viabilità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza