Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La Libera Coralità Clesiana festeggia il ventennale con lo spettacolo “Tolasùauta”

Pubblicato

-

‘Originalità’ sarà il filo conduttore dello spettacolo musicale “Tolasùauta”, che si terrà venerdì 29 novembre ad ore 21,00 al Cinema Teatro di Cles in via Marconi.

Lo spettacolo è stato organizzato per celebrare i vent’anni di attività della “Libera Coralità Clesiana”, nata nell’autunno del 1999, in collaborazione con il Comune di Cles, la Pro Loco di Cles, la Comunità della Val di Non, La Cassa Rurale Val di Non, e con la partecipazione della Compagnia ‘Miscele d’Aria Factory’.

Ce ne parla in dialetto noneso, per restare in tema col titolo, il Presidente della Coralità, Avv. Massimiliano Debiasi, durante la conferenza stampa tenutasi lunedì 18 novembre, evidenziando il carattere dell’originalità che da sempre contraddistingue le esibizioni del gruppo corale.

Pubblicità
Pubblicità

“Noi non siamo il classico coro di montagna, abbiamo trasformato le voci in ‘strumenti di canto’, ci esibiamo in ambiti ed ambienti diversi. Il nostro repertorio spazia tra vari generi, con la musica abbiamo un approccio disincantato e goliardico. Abbiamo preso spunto dal Maestro Bepi De Marzi, con il quale abbiamo collaborato a lungo. Poi con la manifestazione ‘Sole&Non’ per 13 anni abbiamo portato i cori ad esibirsi per le strade, mentre con il gruppo Miscele d’Aria Factory abbiamo realizzato le opere ‘Montagne Migranti’ e ‘Rulli di luce’, innovativi concerti silenziosi perchè ascoltati in cuffie wireless. In seguito, a fianco del Maestro Walter Marini, abbiamo preso parte agli spettacoli musicali basati sulle opere del compianto artista noneso Carlo Piz, ‘Onde Parade – Sol Solat – e Luna Ligera’ dove ci siamo esibiti in vere e proprie interpretazioni teatrali. Nel corso degli anni abbiamo stretto amicizie con diversi cori, anche esteri, che sono in sintonia con il nostro pensiero, cioè cantare per il piacere di mettersi in gioco.

Pubblicità
Pubblicità

Originalità e teatralità sono i nostri motori; ci piace cantare ‘a braccio’, con spontaneità e senza spartito. Il titolo dello spettacolo, ‘Tolasùauta’ (letteralmente ‘prendila alta’) è riferito quando, in prova, chiediamo sempre al nostro Maestro, il Direttore del Coro Tullio Lorenzoni, di darci una nota più altra dell’originale, perchè per chi ascolta il pezzo ha sonorità più brillanti ed un maggior volume. E l’immagine della locandina rappresenta un ‘tonimetro choirmaster’, cioè quello strumento che il Maestro usa per darci la tonalità corretta. Siamo un gruppo di persone, una ventina, che cantano soprattutto per divertirsi, ma non ci tiriamo indietro quando si tratta di solidarietà, o di iniziative originali, come poesia e musica, arte e musica, letteratura e musica. Quello che verrà messa in scena per il 20° anniversario non sarà una festa consueta, ma sarà una rappresentazione multimediale, con filmati, video, immagini, interventi, mix di canzoni, ricordi, parole, come sfogliando un album di ricordi, il tutto contornato dalla scenografia e coreografia di Carlo Casillo.

Presente alla conferenza anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Cles, Avv. Vito Apuzzo, il quale evidenzia l’importanza di questo compleanno, e di come gli spettacoli della Coralità, con la loro particolarità ed originalità, abbiano sempre ottenuto una notevole affluenza di pubblico, ed aggiunge “Queste persone, che pur lavorando, da vent’anni trovano il tempo di riunirsi a cantare, denotano una grande passione ed entusiasmo, molto spesso volte a favore della comunità”.

Pubblicità
Pubblicità

La Libera Coralità Clesiana sabato 23 novembre ad ore 11,00 nell’atrio del Municipio di Cles, come anteprima dello spettacolo, regalerà in anteprima alcune ‘pillole’, inaugurando la mostra fotografica intitolata “Vivaci con brio – Vent’anni in compagnia della Coralità Clesiana”.

Prevendita biglietti presso Pro Loco Cles e Cartolibreria Visintainer Cles

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Sfruz un laboratorio creativo per 100 ragazzi con disabilità e non, per creare ponti d’unione tra le persone

Pubblicato

-

Due dipinti realizzati dai ragazzi durante il laboratorio

“Le stufe ad olle di Sfruz: laboratorio creativo tra passato e presente” è il titolo di un interessante progetto di carattere sociale, artistico ed educativo ideato dall’associazione “Casa degli Scoiattoli” in collaborazione con il Comune di Sfruz, l’associazione Antiche Fonaci e l’Accademia Anaune delle Valli del Noce. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Statale 421 tra San Lorenzo e Molveno, proseguono i lavori di messa in sicurezza

Pubblicato

-

Si conta di riaprire la statale 421, ancora chiusa tra San Lorenzo in Banale e Molveno, nei prossimi giorni, appena terminati i lavori di messa in sicurezza che la stanno interessando dopo la frana del 23 novembre scorso.

Nel frattempo, da domani, la strada alternativa, in località “Moline” sarà aperta, con il presidio di personale del Servizio Gestione strade della Provincia, anche dalle 11 alle 13, oltre che dalle 7 alle 8 e dalle 17.00 alle 18.30, com’era già previsto.

In rappresentanza della Giunta, l’assessore competente ha fatto il punto della situazione in un incontro avvenuto questo pomeriggio a Trento, presenti i tecnici provinciali, il presidente della Comunità della Paganella, e sindaco di Fai, Gabriele Tonidandel, i sindaci di Molveno, Luigi Nicolussi, di Andalo, Alberto Perli e di San Lorenzo-Dorsino, Albino Dellaidotti, accompagnato dal vicesindaco Rudi Margonari.

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo lavorando – ha confermato l’assessore – per riaprire la strada a breve, in sicurezza. Purtroppo la situazione della parete rocciosa a monte della strada non ci ha ancora permesso di farlo, nonostante l’impegno degli uffici provinciali coinvolti e della ditta privata che sta operando. Confidiamo servano ancora pochi giorni“

Una situazione che si intende gestire con un intervento importante: lo stesso presidente Fugatti ha confermato la volontà, già espressa in precedenti occasioni, di affrontare strutturalmente le condizioni di quella strada per la quale sono già disponibili risorse a bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

“Un’ispezione con l’elicottero – ha ricordato il dirigente del Servizio Gestione strade Giancarlo Anderle – ci ha permesso di vedere come un nuovo crollo, dopo quello del 23 novembre, abbia quasi riempito le barriere paramassi, che adesso devono essere svuotate. La ditta che ci sta lavorando ipotizza di finire questa operazione, se non ci sono altri imprevisti, entro giovedì 12 dicembre. A seguire, con il parere favorevole dei geologi, si può pensare di riaprire la statale 421”.

Gli amministratori presenti hanno ricordato quanto quella via di comunicazione sia importante tanto per l’economia che per la vita della comunità ed hanno auspicato che quanto prima possa essere avviato un intervento definitivo sulla statale. All’incontro hanno partecipato anche Stefano De Vigili, dirigente del Dipartimento Infrastrutture e trasporti e Filiberto Bolego, del Servizio Gestione strade.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ronzone: operaio 44enne si ferisce alla mano con il trapano

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio poco dopo le 14.00 un operaio di una ditta artigiana di Ronzone in Val di Non è rimasto ferito ad una mano mentre stava usando il trapano.

L’uomo, 44 anni di Romeno, stava lavorando con il trapano, quando all’improvviso la punta è scivolata dalla superficie andando a colpire la sua mano, ferendolo in maniera grave.

La punta è riuscita a trapassare i guanti da lavoro andando a danneggiare le falangi

Pubblicità
Pubblicità

Preoccupati per le grida dell’uomo, i colleghi hanno immediatamente chiamato il 112.

Sul posto sono arrivate: due ambulanze, l’elicottero e i vigili del fuoco permanenti di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo è stato trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento in codice rosso e da lì trasferito al centro di chirurgia della mano a Peschiera, dove i medici stanno cercando di ridurre al minimo i danni provocati alla mano.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza