Connect with us
Pubblicità

Trento

Il tunisino che massacrò il finanziere al Ciolda arrestato per spaccio, messo nuovamente ai domiciliari!

Pubblicato

-

Può succedere che un criminale agli arresti domiciliari possa andarsene in giro a ballare e a massacrare una sera un povero finanziere che ha lottato per mesi fra la vita e la morte.

Può succedere che questo delinquente con precedenti venga condannato a 4 anni e 6 mesi di carcere ma che venga liberato molto prima.

Può anche succedere che venga nuovamente arrestato per spaccio di droga dopo aver speronato una macchina della finanza nel tentativo di aprirsi una via di fuga e venga scoperto che questa persona faceva la bella vita con auto di lusso, vestiti firmati, ristoranti di grido e che vivesse in un villa  a tre piani, comprensiva di idromassaggio, cinema e palestra privata e tutti i confort possibili.

PubblicitàPubblicità

E, udite udite, può succedere anche che costui in attesa del processo venga messo nuovamente agli arresti domiciliari.

E indovinate dove? Ma nella sua mega villa lussuosa con tutte le comodità pagate con i proventi dello spaccio di droga, e ci mancherebbe….

Ora vi diciamo la verità: è successo per davvero qui a Trento. E ora ricostruiamo tutta la storia dall’inizio. 

Pubblicità
Pubblicità

Nuovi ed in questo caso incredibili sviluppi sull’arresto di  O.D  il 27 enne di origini magrebine, uno dei due giovani che il 16 luglio 2016 massacrarono fuori dal locale Ciolda di Pergine Mario Aiello, un finanziere 35 enne. (qui articolo dell’arresto) e che pochi giorni fa è stato arrestato dalla guardia di Finanza dopo aver tentato la fuga speronando la macchina delle fiamme gialle.

Il tunisino aveva aggredito il povero finanziere mentre era agli arresti domiciliari per precedenti reati.

Il 27 enne anziché rimanere a casa se n’era andato a ballare massacrando fuori dal locale il finanziere colpevole di aver difeso la sua compagna 39 enne di Pergine Valsugana dalle attenzioni dei due.

Era stato letteralmente massacrato senza ritegno dai due e ricoverato al pronto soccorso del Santa Chiara in condizioni gravissime.

Era rimasto in coma per parecchi giorni e per fortuna era riuscito a cavarsela dopo molti giorni di prognosi riservata e di lotta fra la vita e la morte.

O.M era stato condannato a 4 anni e 6 mesi e al pagamento di 75 mila euro di risarcimento per danni morali.

Le pena era stata minima perché il giudice ha cambiato l’imputazione da tentato omicidio a lesioni gravi.

Non si capisce come il tunisino non abbia scontato la pena fino in fondo visto i suoi precedenti. Avrebbe infatti dovuto essere liberato nel 2020.

Ma era libero di spacciare e di fare la bella vita, ma in senso compiuto della cosa.

Il 27 enne infatti dall’uscita del carcere conduceva un tenore di vita particolarmente elevato: fin dai primi tempi dell’indagine sullo spaccio di droga infatti, risultava essere abituale frequentatore dei ristoranti più lussuosi della città, con un debole per le auto di grossa cilindrata (aveva un mercedes nuovo fiammante) e gli abiti delle migliori griffe.

Era, inoltre, residente in una villa su tre piani nell’altopiano della Vigolana.

Dopo il suo tentativo di fuga i finanzieri hanno trovato nell’autovettura sulla quale viaggiava circa 7 etti di hashish occultati nel sedile anteriore.

I primi esami della sostanza permettevano di appurare che la qualità della medesima era particolarmente elevata e di difficile reperimento sulla piazza trentina, tanto da consentire la possibilità di fornire, sul mercato illegale degli stupefacenti, oltre 700 dosi per un valore di oltre 20 mila euro.

La perquisizione eseguita presso la villa del tunisino consentiva di rinvenire, occultati all’interno di arredi situati nella cucina e nel salone, ben 15000 euro in contanti, 2 lingotti d’oro per un valore di circa 10.000 euro e, inoltre, svariati apparati cellulari ed altri elementi a conforto dell’ipotizzata attività di spaccio. Attività particolarmente redditizia, se si considera che, oltre al tenore di vita sopra descritto, O.D. all’interno della villa poteva usufruire anche di vasca con idromassaggio, una sala adibita a palestra ed un altro locale adibito a sala-cinema.

Un particolare che ha incuriosito i finanzieri è stato una gigantografia di Al Pacino nell’interpretazione del film “Il padrino” che adornava una parete del soggiorno.

E non solo, all’interno di un cassetto erano raccolti tutti gli articoli di giornale che narravano gli episodi di cronaca che avevano visto protagonista O.D.: dai primi danneggiamenti nei confronti di autovetture, per i quali era stato accusato all’età di 19 anni, fino all’efferata aggressione nei confronti di un finanziere, percosso all’esterno di un noto locale per aver difeso la propria compagna dalle pesanti attenzioni di due soggetti, tra i quali l’arrestato.

Dopo essere stato arrestato e portato in carcere a Spini di Gardolo nella convalida dell’arresto il giudice ha deciso di metterlo ai domiciliari in attesa di giudizio. Domiciliari dai quali era fuggito quella drammatica notte dove rischiò di uccidere Mario Aiello.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]
  • Riceve 100 euro dalla nonna e li usa per comprare mascherine da donare all’ospedale
    “Grazie Dottoressa, vi vogliamo bene, buon lavoro” è la frase che ha reso Christian di soli 8 anni protagonista di un piccolo ed inaspettato gesto che ha commosso tutto il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto, Chieti. La frase arriva accompagnata da un gesto che ha emozionato chi, in questi mesi è stato impegnato […]

Categorie

di tendenza