Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Diego Mosna è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A

Pubblicato

-

Il Presidente della Trentino Volley, il Cavaliere del Lavoro Diego Mosna, è il nuovo Presidente della Lega Pallavolo Serie A.

Succede a Paola De Micheli, che si era dimessa a seguito della sua nomina il 5 settembre 2019 a Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel secondo governo Conte.

Paola De Micheli ci ha tenuto a salutare personalmente l’Assemblea intervenendo per porgere un emozionato in bocca al lupo personale a Diego Mosna, al Consiglio ed a tutti i Club.

Pubblicità
Pubblicità

Diego Mosna torna per la terza volta alla guida del Consorzio dei Club di Serie A, di cui era già stato Presidente dal 2004 al 2009 e successivamente dal 2010 al 2014.

“Ringrazio tutti i Club della fiducia che hanno riposto in me – ha dichiarato alla platea il neo Presidente di Lega. – Il primo tema che affronterò è quello del calendario della SuperLega, perché si giochi nel weekend e si dia continuità al Campionato, da settembre a maggio. Le soluzioni le discuteremo con il Consiglio, ma questo è l’obiettivo principe. Quindi penso ad una SuperLega contingentata, aperta sì alle società di Serie A2 ma a quelle che rispetteranno regole e parametri fissati dal CdA e non solo meritorie di classifica. L’emergenza infortuni di atleti azzurri ci porta poi a concentrarci sulla gestione di questi giocatori e sui rapporti con la Federazione in tema di selezione e gestione economica, dialogo da estendere anche alle altre federazioni mondiali”.

Mosna ha poi aggiunto, in sintesi, la necessità di studiare la crescita dei settori giovanili di Club, con la partecipazione obbligatoria ai campionati, e analizzare lo sviluppo della nuova Serie A3.

A comporre il Consiglio di Amministrazione della Lega Pallavolo Serie A presieduto da Mosna sono stati votati Lucio Fusaro (Allianz Milano), Giulia Gabana (Leo Shoes Modena), Stefano Fanini (Calzedonia Verona), Albino Massaccesi (Cucine Lube Civitanova), Stefano Santuz (Kioene Padova), Gino Sirci (Sir Safety Conad Perugia) in quota SuperLega; Angelo Agnelli (Olimpia Bergamo) e Michele Miccolis (Materdominivolley.it Castellana Grotte) in quota Serie A2; Rossano Romiti (Videx Grottazzolina) in quota Serie A3.

Pubblicità
Pubblicità

L’Amministratore Delegato Massimo Righi è stato riconfermato come undicesimo membro del Consiglio.

A una prossima riunione del Consiglio direttivo si procederà alla elezione dei Vicepresidenti.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

SuperLega, subito altri tre punti per l’Itas Trentino: Vibo Valentia cede 3-1 alla BLM Group Arena

Pubblicato

-

L’Itas Trentino archivia la prima settimana di gare ufficiali del 2020 col massimo bottino possibile.

Dopo il 3-0 conseguito giovedì sera a Monza, i gialloblù hanno concesso il bis anche stasera, nel debutto casalingo di fronte al proprio pubblico, regolando stavolta in quattro set pure la Tonno Callipo Calabria.

I conseguenti tre punti conquistati per la classifica nella partita valevole per il sedicesimo turno di SuperLega Credem Banca consentono a Giannelli e compagni di restare al quarto posto in classifica, da condividere con quella Milano che Trento sfiderà a domicilio giovedì sera nella gara unica dei quarti di finale di Coppa Italia.

Pubblicità
Pubblicità

L’Itas Trentino vi arriverà con alle spalle segnali incoraggianti soprattutto nel lavoro svolto fra muro e difesa; confermando la buona impressione destata in questi due fondamentali a Monza, i gialloblù si sono costruiti tantissime occasioni di break point grazie alla straordinaria prova della loro seconda linea ed in particolare di Grebennikov, giustamente votato mvp del match.

Ci hanno pensato poi Vettori e Russell nei primi due set (vinti gestendo il vantaggio creato già metà parziale) e Cebulj nel quarto a indirizzare il risultato, dopo aver subito un solo momento di black out in corrispondenza del terzo periodo.

L’opposto emiliano alla fine è risultato il best scorer gialloblù con 14 punti, di cui tre a muro; in doppia cifra anche i martelli in una serata poco condizionata dagli ace (appena quattro fra le due formazioni).

La cronaca del match. Lorenzetti conferma i sette giocatori visti in campo durante tutta la partita di giovedì a Monza, preferendo nuovamente Cebulj a Kovacevic in diagonale a Russell; gli altri titolari sono Giannelli in regia, Vettori opposto, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero.

Pubblicità
Pubblicità

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia si presenta alla BLM Group Arena con Baranowicz al palleggio, Aboubacar opposto, Carle e Defalco schiacciatori, Mengozzi e Chinenyeze al centro, Rizzo libero.

L’iniziale equilibrio (5-5) viene rotto da una strepitosa difesa di Grebennikov, che propizia la ricostruita di Russell (7-5) e fa accendere i padroni di casa, che poi accelerano ancora con Cebulj (mani out per il 9-6). Gli ospiti non demordono e recuperano immediatamente (9-9), sfruttando un muro di Chinenyeze su Candellaro ed un errore dello stesso martello sloveno.

Vettori (cambiopalla e break point) e Russell (muro su Aboubacar) riporta in fuga i gialloblù, costringendo Cichello ad interrompere il gioco (14-11).

Alla ripresa l’Itas Trentino non cala la concentrazione, porta il vantaggio a +4 (muro di Giannelli su Carle per il 16-12) ed in seguito gestisce il margine in maniera oculata (19-15, 21-18, 24-21) per andare al cambio di campo sull’1-0 interno (25-23), soffrendo un po’ solo nel finale.

Il copione si ripete nel secondo set, con Vibo Valentia che regge il ritmo dei trentini nella prima metà del set (7-7), regolata poi dai muri di Candellaro e Vettori (10-7, time out Cichello). I padroni di casa sono un treno in corsa che prende sempre più velocità (12-9, 15-10), anche perché Grebennikov difende qualsiasi cosa passi dalle sue parti ed offre ai compagni occasioni di break point in serie.

La Tonno Callipo Calabria prova a reagire con grande spirito di squadra; Cichello inserisce Ngapeth per Carle, ma sono Defalco e Chinenyeze a fare la voce grossa in attacco e a muro, riportando progressivamente gli ospiti in partita (19-16, 20-19).

Trento fiuta il pericolo e non si concede più distrazioni, capitalizzando con Russell la seconda occasione (25-23).

La reazione dei calabresi si materializza in avvio di terzo periodo; l’Itas Trentino viene travolta da una Tonno Callipo efficacissima a muro ed in contrattacco (0-3 e poi anche 0-6); Lorenzetti inserisce allora Djuric, Codarin e Sosa Sierra rispettivamente al posto di Vettori, Lisinac e Cebulj. Mitar fatica ad entrare in partita, mentre il cubano fa subito il suo dovere in attacco e a muro, rilanciando le speranze dei locali (7-11).

Il time out di Cichello è provvidenziale per i giallorossi, che dopo trenta secondi di pausa in panchina ripartono con Aboubacar ed Ngapeth (9-16, 10-20), approfittando anche delle pause dei gialloblù, molto fallosi a rete. Il 2-1 nel computo dei set arriva quindi già sul 13-25, dopo che il tecnico trentino aveva rigettato nella mischia Cebulj e Vettori.

Subita la severa lezione, l’Itas Trentino riordina le idee e riparte di slancio nel terzo (da 4-4 a 9-6) con i break point che passano dalle mani di Vettori. Cichello non interrompe il gioco, ma la sua squadra riprende comunque quota, trovando il pareggio già sul 10-10 con un paio di buoni spunti di Defalco.

I gialloblù producono un altro strappo con Cebulj (15-12), ma la Tonno Callipo Calabria con Aboubacar ricuce ancora lo strappo (17-16, time out di Lorenzetti); un muro di Vettori e uno slash di Cebulj (22-18) indirizzano definitivamente il match verso il fronte trentino: 25-21 e 3-1 finale.

“Voglio ringraziare la Curva Gislimberti perché anche nel momento più difficile non ha mai smesso di incitarci – ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . In un campionato così competitivo come la SuperLega si deve accettare di soffrire nel corso del match; ci è successo in particolar modo nel terzo set ma siamo stati bravi a ripartire subito nel parziale successivo. Fra muro e difesa abbiamo offerto sicuramente una prestazione solida, mostrando i miglioramenti per cui lavoriamo tutti i giorni”.

L’Itas Trentino tornerà a giocare una partita di SuperLega solo il 2 febbraio a Piacenza, mentre nei prossimi dodici giorni si dedicherà prima ai quarti di finale di Coppa Italia (giovedì 23 a Milano) e poi alla Pool A di 2020 CEV Champions League (domenica 26 a Civitanova Marche, giovedì 30 a Istanbul).

Di seguito il tabellino del match valevole per il sedicesimo turno di regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20 giocato questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1
(25-23, 25-23, 13-25, 25-21)
ITAS TRENTINO: Candellaro 7, Vettori 14, Cebulj 10, Lisinac 5, Giannelli 3, Russell 12, Grebennikov (L); Daldello, Sosa Sierra 4, Djuric, Codarin 2. N.e. De Angelis e Kovacevic.  All. Angelo Lorenzetti.
TONNO CALLIPO CALABRIA: Defalco 22, Chinenyeze 7, Aboubacar 17, Carle 6, Mengozzi 8, Baranowicz 3, Rizzo (L); Vitelli, Hirsch 1, Ngapeth 6, Marsilli. All. Juan Manuel Cichello.
ARBITRI: Puecher di Padova e Caretti di Roma.
DURATA SET: 32’, 29’, 26’, 27’; tot 1h e 54’.
NOTE: 3.339 spettatori, per un incasso di 27.469 euro. Itas Trentino: 9 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 44% in attacco, 53% (26%) in ricezione. Tonno Callipo Calabria: 11 muri, 2 ace, 25 errori in battuta, 5 errori azione, 54% in attacco, 44% (17%) in ricezione. Mvp Grebennikov.

     

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Basket serie B Femminile: La cestistica Rivana asfalta Mestrina

Pubblicato

-

Fuochi d’artificio per il ritorno a casa della Cestistica Rivana Agl e la malcapitata Mestrina non può far altro che applaudire.

I botti iniziano con 7 triple una dietro l’altra nel primo quarto (25-10) e si prosegue con le rivane agguerrite in difesa e mai sazie di canestri in attacco (31’ 61-33): Piermattei (foto) top scorer con 17 punti, 4/6 da 2 e 2/3 da 3.

Coach Ferraglia aveva chiesto alle sue di rimanere concentrate per tutti i 40 minuti, cosa che non era accaduto nelle precedenti partite, e di incollarsi alle avversarie. Così è stato con marcature esemplari come quelle di Ceccardi (5/7 da 2, 2/4 da 3, 13 rimbalzi) sulla Romanelli (solo 5 punti per le che ne segna 12 a partita) e la D’Avanzo (4/7 da 2, 6 assist) sulla Boaretto.

Pubblicità
Pubblicità

Tutta la squadra gardesana ha dimostrato il proprio valore, che è poi quello di inizio stagione, anche contro una squadra che, non deve ingannare il risultato finale (75-46), aveva i suoi stessi punti in classifica e lottato fino all’ultimo canestro con le migliori del girone.

Infatti le venete hanno pur provato ad alzare la testa vincendo il secondo quarto (13-16), ma poi è ripartito il rullo compressore (20-7 nel terzo quarto) di casa fatto di giochi fluidi, verticalizzazioni velocissime e rimbalzi in entrambe le parti del campo.

Alla fine c’è stato anche il tempo di mandare a canestro la giovane Omezzolli per una festa dentro e fuori il campo che fa ben sperare per un girone di ritorno all’altezza delle aspettative rivane.

Coach Sergio Ferraglia:Ottima partita quella fornita dalle nostre ragazze. Vorrei sottolineare l’approccio che ha dettato la strada di tutto l’incontro. A differenza di altre occasioni siamo stati bravi a mantenere questo atteggiamento per tutto l’incontro. Ne è derivato una prova difensiva e offensiva di notevole valore, anche se alle volte abbiamo affrettato tiri e soluzioni offensivi. Brave, proprio brave le mie ragazze, è stata la risposta che mi aspettavo”.

Pubblicità
Pubblicità

Presidente Cristina Santi: “Avevamo l’amaro in bocca per qualche partita finita piuttosto male, caratterizzata da qualche errore di troppo e questa splendida prova delle ragazze ci ripaga degli sforzi fatti. E’ un gran bel gruppo e credo che si sia visto, che il pubblico si sia divertito. In fondo è proprio questo che vogliamo, determinazione e voglia di far bene, se poi arrivano risultati così tondi come questo ancora meglio”

Cestistica Rivana Agl – Pallacanestro Femm. Mestrina 75-46 (25-15, 38-26, 58-33)

Cestistica Rivana Agl: D’Avanzo 8, Ferreyra ne, Piermattei 17, Vicentini 2, Fadanelli 5, Herrera, Ceccardi 16, Bonvecchio 7, Reversi 2, Chemolli 4, Omezzolli 2, Takrou 12. All. Ferraglia. Tiri liberi 2/8

Pall. Mestrina: Boaretto 8, Vidor, Chicchisiola 10, Ferrazzi 2, Romanelli 5, Marchiori 2, Zennaro 1, Rampin 6, Mario, Mattiuzzo 12. All. Cuppone. Tiri liberi 6/14

Arbitri: D’Andrea di Verona e Tadic di Trento

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino senza antidoti allo show balistico di Reggio Emilia: i biancorossi espugnano la BLM Group Arena

Pubblicato

-

I bianconeri non trovano il modo di rispondere alle clamorose percentuali dall’arco della Grissin Bon (17 su 29 da tre) e vengono raggiunti in classifica proprio dagli emiliani.

Martedì sera (ore 20.00) Dolomiti Energia in campo ancora alla BLM Group Arena contro la Virtus Bologna nel Round 3 di Top 16 EuroCup.

La Dolomiti Energia Trentino cede sotto la valanga di triple della Grissin Bon Reggio Emilia, che sfrutta un avvio sprint e un break di 19 a zero in chiusura di primo quarto per passare alla BLM Group Arena 81-103: i bianconeri, sotto di 17 dopo i primi 10’ e di 22 all’intervallo lungo, ogni volta che provano a riavvicinarsi trovano sulla loro strada le conclusioni pesanti della scatenata coppia Johnson-Odom (27 punti, 7-9 da tre) e Fontecchio (20 punti, 6-7 dall’arco).

Pubblicità
Pubblicità

Nella serata del ritorno da avversario del grande ex coach Maurizio Buscaglia, a capitan Forray e compagni non basta un secondo tempo di maggiore attenzione e precisione per invertire la rotta e rimettersi in partita.

Miglior realizzatore dei bianconeri James Blackmon (20 punti con 4-8 dal campo), buon impatto offensivo anche per Justin Knox (18 punti con 7-10 al tiro e quattro rimbalzi): ultimo ad alzare bandiera bianca un Aaron Craft da 11 punti, cinque rimbalzi, sei assist e due recuperi.

Martedì 21 (ore 20.00) appuntamento con un’altra affascinante notte europea al cospetto della Virtus Bologna contro cui i bianconeri hanno già incrociato le lame in una bellissima partita non più tardi dello scorso 5 gennaio. I biglietti per il match sono disponibili online su aquilabasket.vivaticket.it e presso l’Aquila Basket Store di piazzetta Lunelli.

«Mi rendo conto che non è facile dare una spiegazione alla prestazione che abbiamo fatto stasera: dobbiamo essere più bravi a entrare in questo tipo di partite, oggi non lo siamo stati, e l’unica cosa che possiamo fare a questo punto è tornare in palestra domani, come facciamo tutti i giorni, e dare il massimo per provare a fare meglio, colmare i difetti che sappiamo di avere e lavorare per meritarci gli applausi e la fiducia del nostro pubblico. In questi momenti occorre che ognuno, io per primo, ci si assuma le proprie responsabilità: avremo addosso delle brutte scorie, ma sarà importante guardarci negli occhi, unirci come squadra e fare un passo in avanti». – – Nicola BRIENZA, Allenatore Dolomiti Energia Trentino

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza