Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Vigili del fuoco uccisi: l’assassino ha confessato, è il proprietario della cascina

Pubblicato

-

Fermato con l’accusa di omicidio Giovanni Vincenti, proprietario della cascina di Quargnento, in provincia di Alessandria, nella cui esplosione sono rimasti uccisi tre vigili del fuoco ha confessato dopo 10 ore di interrogatorio.

È lui quindi il responsabile dell’esplosione che ha ucciso i 3 vigili del fuoco.

Vincenti è ritenuto responsabile di disastro doloso, omicidio e lesioni volontarie per l’esplosione che la notte tra il 4 e il 5 novembre ha distrutto il suo cascinale.

Pubblicità
Pubblicità

Svolta nelle indagini quindi per la tragica esplosione della cascina di Quargnento (Alessandria) che ha causato la tragica morte di tre vigili del fuoco.

Giovanni Vincenti, il proprietario della cascina, ha confessato, negando però l’intenzione di volere uccidere.

L’azione portata a termine « era volta a conseguire il premio dell’ assicurazione stipulata lo scorso agosto anche per fatto doloso», ha detto il procuratore Capo di Alessandria Enrico Cieri durante la conferenza stampa. «Per lui l’accusa è di omicidio, disastro doloso e lesioni volontarie», come è stata specificato in una nota dell’Arma. L’uomo era entrato in caserma venerdì pomeriggio.

Pubblicità
Pubblicità

Anche la moglie di Vincenti è indagata.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza