Connect with us
Pubblicità

Trento

Finanza locale, firmato il protocollo per il 2020: stop all’obbligo delle gestioni associate e via alle assunzioni

Pubblicato

-

Revisione del fondo di perequazione, fine dell’obbligo delle gestioni associate e possibilità di assumere.

Sono queste le principali novità del protocollo d’intesa in materia di finanza locale per il 2020, firmato ieri dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti e dal presidente del Consiglio delle Autonomie, Paride Gianmoena.

“I sindaci sono uomini di azione, ma anche di principio – ha detto Paride Gianmoena – ed i principi che ci hanno accompagnato in questi anni sono stati due, responsabilità e sistema. Responsabilità, che ci ha portato a partecipare al risanamento delle finanze pubbliche provinciali per un importo pari a circa 30 milioni di euro. La logica di sistema, – ha aggiunto Gianmoena – ci permette oggi di rivedere il modello perequativo, con comuni grandi, medi e piccoli che si accordano per riequilibrare la spesa”.   

PubblicitàPubblicità

Ecco, in sintesi, quanto previsto dal protocollo: 

POLITICHE FISCALI

Nel 2020 sono confermate le politiche di incentivazione per la famiglia e le imprese già in essere con riferimento alla disciplina dell’IM.I.S. vigente per il 2019.

Pubblicità
Pubblicità

FINANZIAMENTO SPESA CORRENTE

Le risorse di parte corrente da destinare nel 2020 ai rapporti finanziari con i comuni, ammontano complessivamente ad euro 280.000.000, circa 2,3 milioni in più rispetto al 2019, di cui:

– euro 154 milioni circa verranno trasferiti ai comuni quale riparto del fondo perequativo (al quale si aggiungono 14 milioni di euro circa che rappresenta il fondo di solidarietà, cioè la quota che i comuni con maggior capacità tributaria e patrimoniale versano a favore degli altri comuni),riconoscimento dei trasferimenti compensativi del minor gettito IMIS conseguente alle manovre finanziarie disposte dalla Provincia, riparto del fondo specifici servizi comunali destinato a sostenere principalmente i servizi per la prima infanzia, il servizio trasporto, il servizio di polizia locale e il servizio di custodia forestale e riparto del fondo a disposizione della Giunta provinciale destinato a sostenere i comuni che nel corso del 2020 dovessero far fronte a spese impreviste o/e minori entrate;

– euro 126,1 milioni circa rappresentano gli accantonamenti per le regolazioni dei rapporti finanziari tra la Provincia, il sistema delle autonomie locali e lo Stato (con un accollo da parte della Provincia di 4 milioni di euro).

Le risorse di parte corrente da destinare nel 2020 ai rapporti finanziari con le Comunità, ammontano complessivamente ad euro 125.000.000 e sono così ripartite:

– euro 22.151.550,00 sul Fondo per attività istituzionali;

– euro 92.132.000,00 sul Fondo socio-assistenziale;

– euro 10.760.000,00 sul Fondo per il diritto allo studio.

REVISIONE DEL MODELLO DI RIPARTO DEL FONDO PEREQUATIVO

Il Protocollo definisce i nuovi criteri di riparto del fondo perequativo, aggiornando le stime della spesa standard corrente dei comuni e introducendo fra i criteri di perequazione anche il livello delle entrate proprie di parte corrente dei comuni (quale misura della capacità fiscale). Le modifiche introdotte muovono da un’analisi della situazione finanziaria dei comuni volta a valutare i punti di forza e di debolezza del sistema.

In esito a tale analisi è emersa la necessità di rivedere il modello per i comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti, valorizzando i criteri di riparto relativi:

  1. – al livello di spesa standard di riferimento, stimato per ciascun comune sulla base delle proprie caratteristiche demografiche, socio-economiche e geografiche;
  2. – al livello di entrate correnti proprie, in modo da tener conto, nell’attribuzione delle risorse perequative, della capacità di ciascun comune di finanziare autonomamente il livello di spesa standardizzato.

Sono stati inoltre introdotti ulteriori correttivi per i comuni che si trovano in maggiore difficoltà sulla parte corrente del bilancio.

L’applicazione del nuovo modello sarà graduale, a partire dal 2020, e giungerà a regime nel 2024, per assicurare ai comuni un adeguato periodo di adeguamento del loro bilancio.

Per i comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, che ricevono attualmente il 44,5% delle risorse del fondo perequativo base a fronte di un numero di abitanti del 39,7% del totale e di un livello di spesa corrente del 41%, è previsto un taglio proporzionale di 3,3 milioni di euro in 5 anni, in modo da ridurre l’incidenza delle loro assegnazioni sul totale del fondo perequativo. Tali risorse sono utilizzate per i “correttivi” applicati ai comuni che si trovano in maggiore difficoltà.

Le variabili finanziarie che concorrono al riparto come sopra definito saranno aggiornate ogni anno con gli ultimi dati disponibili, in modo da poter cogliere la dinamica dei fenomeni di spesa e di entrata.

GESTIONI ASSOCIATE

Nel rispetto dell’autonomia decisionale e organizzativa dei comuni, il Protocollo prevede il superamento dell’obbligo di gestione associata delle funzioni comunali. Al fine di garantire a tutti i comuni coinvolti nelle gestioni associate la possibilità di adeguare il loro assetto organizzativo alle eventuali modifiche che potranno derivare dalla revisione o dallo scioglimento delle convenzioni, l’eventuale recesso o modifica delle stessa potrà produrre effetto immediato solo se tali decisioni sono condivise da tutte le amministrazioni coinvolte.

In caso di mancato accordo, la decisione di recesso unilaterale produrrà effetti solo dopo sei mesi dalla decisione del comune di recedere dalla convenzione. 

PERSONALE

Le nuove regole sulle assunzioni permettono ai comuni maggiore autonomia nella copertura dei loro fabbisogni di personale, consentendo anche incrementi delle dotazioni, nel rispetto degli obiettivi di qualificazione della spesa.

Per il personale addetto alle attività diverse da quelle istituzionali, la Provincia, con il Consiglio delle Autonomie locali, provvederà alla definizione di fabbisogni standard. Per questo personale resta comunque possibile sostituire il personale in servizio nei limiti della spesa sostenuta nel 2019.

Per i segretari comunali si ampliano le possibilità di copertura delle sede nel rispetto degli obiettivi di qualificazione della spesa. E’ comunque garantita la possibilità di assunzione di un proprio segretario ai comuni con popolazione superiore ai 1.000 abitanti. Sotto tale soglia i comuni che non possono assumere un segretario nel rispetto degli obiettivi di qualificazione della spesa saranno tenuti a convenzionarsi con altro ente.

POLITICHE A SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO DEI COMUNI

Per quanto riguarda gli interventi finanziari della Provincia per il 2020, si è convenuto:

1. l’integrazione del budget per 17 milioni da suddividere tra tutti i Comuni;

2. l’ulteriore integrazione di 3 milioni del budget per i Comuni che apportano risorse al Fondo di solidarietà comunale ;

3. circa 54 milioni di euro sulla quota ex Fondo investimenti minori, del Fondo investimenti programmati dei comuni;

4. l’assegnazione dei canoni aggiuntivi legati alle grandi derivazioni idroelettriche, per un importo di 42,6 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza