Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

SuperLega: l’Itas Trentino vince per 3 a 1 in casa della Tonno Callipo

Pubblicato

-

La ripresa della SuperLega Credem Banca 2019/20 offre l’immediato ritorno al successo all’Itas Trentino.

Nel recupero del terzo turno di regular season, giocato questa sera, la formazione Campione del Mondo ha dimostrato di aver saputo immediatamente voltare pagina rispetto alla Final Four di Del Monte® Supercoppa 2019, espugnando il PalaCalafiore di Reggio Calabria – nuovo campo di gioco della Tonno Callipo Vibo Valentia.

I gialloblù si sono imposti per 3-1, conservando l’imbattibilità in campionato e mantenendosi ancora a punteggio pieno in classifica.

Pubblicità
Pubblicità

Il successo nella trasferta più lunga dell’intera stagione regolare è arrivato al termine di una partita iniziata molto bene, grazie all’apporto di un muro ancora grande protagonista (8 punti in questo fondamentale solo nel primo set vinto nettamente), complicatosi nel secondo parziale (in cui i locali hanno attaccato con percentuali stellari), ma tornata nei binari desiderati in seguito, avvalendosi del consistente apporto anche del servizio e di tutto il fronte d’attacco.

Con la certezza Kovacevic ancora sugli scudi (20 punti col 69% in attacco e due muri, giustamente votato mvp), ad indirizzare il match verso il risultato gradito ci hanno pensato anche le ottime prove di Lisinac (15 col 71% e cinque block, tutti nel primo set), Cebulj (15) e l’apporto garantito da Vettori nei momenti importanti del match, come il finale di quarto set.

La cronaca del match. Al PalaCalafiore l’Itas Trentino si presenta al completo, consentendo ad Angelo Lorenzetti di avere solo problemi di abbondanza e di schierare inizialmente Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Cebulj in banda, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero. Per la prima casalinga della sua stagione, la Tonno Callipo Calabria si propone con Baranowicz al palleggio, Drame Neto opposto, Defalco e Carle schiacciatori, Mengozzi e Chinenyeze al centro, Rizzo libero.

L’inizio è nel segno degli ospiti, che approfittano di due errori consecutivi dell’opposto di casa per ottenere subito il +2 (3-1); un margine che non rimane intatto (Vibo pareggia già sul 6-6) ma che si ricrea in fretta grazie agli attacchi di Cebulj e ad un altro errore di Drame Neto (9-7).

Pubblicità
Pubblicità

I muri di Lisinac (due consecutivi) proiettano i gialloblù al massimo vantaggio (11-7, time out Cichello) e costringono i locali ad avvicendare gli opposti (dentro Hirsch), ma la musica non cambia, anzi migliora per Trento che vola sul +7 (14-7). La parte finale del set è quindi assolutamente senza ansie per i Campioni del Mondo, che possono gestire il cospicuo vantaggio (19-12) e chiudere in fretta i conti, già sul 25-16, senza trovare particolare replica. Da circoletto rosso il parziale di Lisinac, autore di cinque block vincenti.

Nel secondo set Cichello tiene in campo Hirsch e la Tonno Callipo sembra trovarne subito giovamento; il tedesco firma i punti che portano i calabresi al 3-4, poi gli errori di Kovacevic e Vettori consegnano il +3 (5-8) ai giallorossi. L’Itas Trentino perde ulteriore contatto (6-10 e poi 8-13), sbanda ma con Cebulj al servizio (anche un ace) si riporta di nuovo vicino (12-14); Vibo Valentia fiuta il pericolo e dopo il time out riparte con Carle (13-17).

E’ lo strappo decisivo, perché in seguito i gialloblù si riavvicinano ancora (20-23), senza però riuscire a trovare il colpo del pareggio, anche perché Hirsch passa con regolarità, rendendo inutili gli inserimenti in corso d’opera di Russell (per Cebulj) e Djuric (per Vettori). Si va al cambio di campo sul 21-25 di nuovo in parità con l’attacco vincente di De Falco.

Nel terzo parziale l’Itas Trentino torna ad essere efficiente in fase di cambiopalla ma anche in quella di break. I gialloblù prendono in mano le redini del gioco sull’8-5 con Kovacevic e poi non le lasciano più per tutto il set, dilagando nella parte centrale (14-8), spinti da un servizio molto efficace e da un fronte di attacco piuttosto incisivo. Sul 22-17 il periodo è già pesantemente indirizzato in favore di Trento, che mette in mostra anche un Cebulj ritrovato e chiude il discorso già sul 25-18.

Nel quarto set il match torna in equilibrio (4-4, 11-11), con le due squadre che si alternano al comando del punteggio. Trento ha Kovacevic in grande forma ed è proprio il serbo ad interrompere il sostanziale equilibrio sul 19-19 con una ricostruita vincente sul muro di Baranowicz. Lisinac aumenta il vantaggio con uno slash (22-19); un margine che i gialloblù si tengono sino in fondo (25-22) col colpo vincente di Vettori.

“Abbiamo fatto un salto di qualità in particolar modo nel quarto set, in cui evidentemente abbiamo saputo mettere in pratica la lezione che la sconfitta nel secondo parziale ci aveva riservato – ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . Primo e terza frazione invece sono state controllate bene, col muro e poi anche con l’attacco, pur sprecando qualche occasione nella fase break. Sono tre punti importanti, che ci piacciono anche se dobbiamo crescere molto sotto tanti aspetti, primo fra tutti l’identità della squadra che ancora ci manca ma sapevamo che sarebbe stato così in questa fase della stagione”.

L’Itas Trentino rientrerà a Trento nel pomeriggio di oggi e dal giorno successivo inizierà a preparare il prossimo appuntamento, in calendario già per sabato 9 novembre alle ore 18 alla BLM Group Arena di Trento contro la Calzedonia Verona.

Di seguito il tabellino della gara della terza giornata di regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20 giocata questa sera al PalaCalafiore di Reggio Calabria.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Itas Trentino 1-3
(16-25, 25-21, 18-25, 22-25)
TONNO CALLIPO CALABRIA: Chinenyeze 11, Drame Neto 1, Carle 6, Mengozzi 4, Baranowicz, Defalco 17, Rizzo (L); Hirsch 19, Ngapeth S. 8, Marsilli, Pierotti, Vitelli. N.e. Sardanelli. All. Juan Manuel Cichello.
ITAS TRENTINO:
  Vettori 13, Cebulj 15, Lisinac 15, Giannelli 1, Kovacevic 20, Candellaro 6, Grebennikov (L); Russell, Daldello, Djuric. N.e. De Angelis, Codarin, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Zavater di Roma e Talento di Lucca.
DURATA SET: 23’, 30’, 26’, 35’; tot 1h e 54’.
NOTE: 400 spettatori, incasso non comunicato. Tonno Callipo Calabria: 5 muri, 3 ace, 14 errori in battuta, 9 errori azione, 52% in attacco, 56% (29%) in ricezione. Itas Trentino: 13 muri, 6 ace, 8 errori in battuta, 4 errori azione, 52% in attacco, 53% (29%) in ricezione. Mvp Kovacevic.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, domenica a mezzogiorno in campo contro Cremona nella nona giornata di Serie A

Pubblicato

-

I bianconeri cercano il quinto successo in campionato contro la Vanoli di coach Meo Sacchetti: Aquila orfana di Craft, Cremona senza Diener ma con il nuovo innesto Happ. Palla a due domenica a mezzogiorno alla BLM Group Arena.

La notizia dell’infortunio che terrà Aaron Craft lontano dal parquet per qualche settimana rende ancora più delicata la sfida di domenica a mezzogiorno dei bianconeri, chiamati a riscattare la sconfitta interna di coppa rimediata in settimana e a dare un po’ di slancio al proprio ruolino di marcia in Serie A che recita comunque 4 vittorie e 3 sconfitte nei primi sette turni di campionato.

La Dolomiti Energia deve ritrovare anche un po’ di feeling con la BLM Group Arena, visto che fra campionato e coppa i bianconeri sono sotto al 50% di successi nelle partite giocate fra le mura amiche (3-4 il bilancio, 2-1 nei match di Serie A).

Pubblicità
Pubblicità

Per farlo, coach Nicola Brienza si affiderà al talento e alla voglia di rivincita dei suoi ragazzi, che nell’ultima di campionato a Pesaro si sono mostrati pronti a superare i momenti difficili con le qualità dei singoli e con la compattezza del gruppo.

Pur non cominciando la stagione con i fuochi d’artificio (3 vittorie e 4 sconfitte nelle prime 7 di campionato), la Vanoli dopo una stagione storica culminata con l’approdo alle semifinali scudetto e la vittoria della Coppa Italia sta continuando a giocare la spettacolare pallacanestro proposta dal suo coach Meo Sacchetti.

Non c’è più l’MVP dell’ultimo campionato Crawford e a Trento dovrà fare a meno dell’infortunato Diener, ma l’attacco di Cremona anche quest’anno gioca ad alti ritmi (seconda in Serie A per numero di possessi a partita) e si affida con fiducia e continuità al proprio tiro da fuori come principale arma offensiva. L’innesto di peso di Ethan Happ, prelevato la scorsa settimana dall’Olympiacos, ha avuto subito grande impatto (19 punti e 7 rimbalzi nel successo interno sulla Fortitudo) e ha confermato le ambizioni di una piazza che pur avendo rinunciato a disputare coppe europee ha pedigree e voglia di continuare a stupire.

I dieci precedenti fra Trento e Cremona hanno spesso dato vita a sfide indimenticabili, nel bene e nel male: fra gli episodi più memorabili, un successo bianconero per 116-114 dopo tre tempi supplementari nel 2014 (26 punti e 12 rimbalzi di Pascolo); oppure quello nel’ottobre 2015 al PalaRadi rimontando dal meno 33, 58-25, di metà terzo periodo con i tiri “ignoranti” di Poeta, Sanders e Wright.

Pubblicità
Pubblicità

E che dire della “prima” in Serie A della scorsa stagione, il precedente più recente alla BLM Group Arena? Vittoria della Vanoli 99-104 dopo due tempi supplementari nonostante i 19 punti e 7 assist di Nikola Radičević. Complessivamente il conto dei precedenti dice otto vittorie della Dolomiti Energia su dieci incontri.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

G.S. Valsugana: campagna acquisti, tutte le ragazze rinnovano

Pubblicato

-

Il Gruppo sportivo Valsugana chiude la campagna acquisti per il 2020.

Le buone notizie arrivano in campo femminile, infatti tutte le ragazze che hanno gareggiato nel team perginese nell’ultima stagione hanno rinnovato anche per il 2020.

Sono: Federica Maione, 21 anni di Napoli, che gareggia nei 400hs e nella staffetta 4×400, con un personal best 1’01’55”,  Debora Beltramini, 22 anni di Cesenatico,  specialista nel salto in alto con la misura di 1,72, Gaia Zuri, 22 anni di Sesto Fiorentino che gareggia nella specialità dei 400hs  e nella 400 staffetta 4×400, con un personal best di 1’00’82”  ed infine Angelica Siringo, 22 anni di Sesto Fiorentino specialista nel salto in lungo (5,72) e nella staffetta 4×100.

Pubblicità
Pubblicità

«Dopo la retrocessione dell’anno scorso, – commenta il D.S. Mattia Gasperini – dovuta anche al fatto che la vittoria nel ricorso contro la Fidal per la questione delle ragazze lettoni, è arrivata a novembre 2018 e l’ammissione alla Finale Oro è stata ufficializzata solamente a marzo 2019 con la fase di qualificazione  a maggio e finali a giugno si capisce bene che la nostra società non ha potuto organizzarsi bene per essere competitiva» 

Il direttore sportivo del G.S. Valsugana butta le basi per la prossima stagione: «Quest’anno abbiamo avuto il tempo per fare le cose per bene. La volontà è quella quindi di essere innanzitutto competitivi e vincere il titolo regionale, dopo di che superare i 16.000 punti nelle fasi di qualificazione e tentare di raggiungere nuovamente la Finale Oro per essere tra le migliori 12 società in Italia»

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, 3-4 settimane di stop per Aaron Craft

Pubblicato

-

Il playmaker americano operato nei prossimi giorni al ginocchio destro: la società bianconera non tornerà sul mercato

Aaron Craft durante la partita di martedì sera contro il Buducnost ha riportato una lesione al menisco del ginocchio destro: il giocatore sarà operato nei prossimi giorni, i tempi di recupero sono stimati fra le tre e le quattro settimane.

Il playmaker di Ohio State University in questa stagione viaggia a 7.4 punti, 5.1 rimbalzi, 7.1 assist e 2.8 recuperi in 33′ di media nelle sue prime 14 partite tra Serie A e 7DAYS EuroCup.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza