Connect with us
Pubblicità

Trento

Segnana: per l’affidamento dei servizi socio–assistenziali ci sono valide alternative agli appalti

Pubblicato

-

In Quarta commissione, presieduta da Claudio Cia (Agire) l’assessora alle politiche sociali Stefania Segnana ha presentato la delibera, che ha ricevuto parere favorevole con 4 sì della maggioranza l’astensione di Paola Demagri del Patt, Sara Ferrari del Pd e Lucia Coppola di Futura, che definisce i criteri di distribuzione dei 2 milioni e mezzo di euro stanziati dalla Giunta nell’agosto scorso e che integrano il budget di 89 milioni, per il triennio 2019 – 2021, per le attività socio assistenziali delle Comunità di valle.

La ripartizione di questi due milioni e mezzo di euro sarà l’occasione, ha ricordato l’assessora, per sperimentare criteri diversi da quello della spesa storica introducendo quello che si basa sulla quota pro capite e quello della popolazione residente nelle comunità.

Metodi che, senza aspettarsi miracoli, possono comunque contribuire alla perequazione della distribuzione delle risorse per i servizi socio – assistenziali alle Comunità. Inoltre, la delibera che ha ricevuto il via libera dalla Quarta commissione determina i criteri per il riparto dei 680 mila euro per i progetti di abitare sociale collegati alla legge sul “Dopo di noi” introducendo premi alle Comunità legati al numero di progetti avviati per i disabili.

Pubblicità
Pubblicità

La Quarta commissione, dopo la presentazione dello stato dell’arte, da parte dell’assessora e dei tecnici del dipartimento politiche sociali, per quanto riguarda le linee guida per l’affidamento dei servizi socio assistenziali, ha poi stabilito le audizioni che si terranno in Quarta commissione in seduta comune con i consiglieri che compongono la Prima, sul tema caldo della riforma della riforma del sistema socio – assistenziale.

Stefania Segnana ha ribadito in Quarta commissione che dipartimento e assessorato daranno il massimo supporto alle cooperative e alle associazioni che operano nel settore (i finanziamenti pubblici toccano i 110 milioni di euro, 9000 gli addetti) per affrontare questa fase di cambiamento e soprattutto perché, per gli affidamenti, non venga scelto dagli enti pubblici l’appalto come forma più semplice.

Nelle linee guida ci sono alternative valide all’appalto perché, ha aggiunto, l’assessorato vuole mantenere la continuità e la qualità dell’offerta socio assistenziale che in Trentino è apprezzata e radicata.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessora ha aggiunto che, oggi, non c’è l’intenzione di prorogare la scadenza del 30 giugno 2021 entro la quale il progetto di riordino del settore, che trae origine dalla legge 13 del 2007, si dovrebbe ultimare.

Prima, ha affermato in commissione, si valuterà il lavoro svolto nel 2019 e poi si deciderà su un’eventuale proroga.

Meno probabile, anche se non esclusa a priori, sempre secondo l’assessora, la possibilità di modificare la legge del 2007. Questo perché, ha detto, comporterebbe tempi troppo lunghi e sarebbe quindi meglio agire, qualora se ne riscontrasse la necessità, sul regolamento.

Infine, la Quarta e la Prima commissione in seduta comune, così come richiesto dalla risoluzione, promossa da Alex Marini di 5 Stelle, e votata dal Consiglio, ascolteranno, a partire dal prossimo 14 novembre, la Consulta provinciale delle politiche sociali, il Consiglio delle autonomie locali, CGIL, CISL, UIL e FENALT, la Federazione trentina della cooperazione; il CONSOLIDA; il Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (CNCA); il Coordinamento inclusione prevenzione; il Forum trentino del terzo settore; l’ANFFAS; l’ Associazione provinciale problemi per i minori (APPM): il CRAIS Trentino; il Centro servizi di volontariato; l’ANEP; l’ Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione della Provincia di Trento; l’ Ordine degli assistenti sociali.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza