Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Si cappotta e finisce nella scarpata in val di Non, 40 enne miracolata

Pubblicato

-

Sulla strada fra Romeno e Fondo poco dopo le 7.30 di stamane è avvenuto un brutto incidente stradale che poteva avere conseguenze tragiche.

Una donna quarantenne residente in val di Non a bordo della sua autovettura si è capottata finendo nella scarpata.

La donna, probabilmente per la strada resa scivolosa dalla pioggia, ha perso i controllo della sua autovettura che dopo aver sbandato è finita nella scarpata sottostante.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto i soccorritori, con una autoambulanza ed i Vigili del Fuoco volontari di Taio che insieme al supporto dei Corpi di Romeno e Fondo hanno estratto la 40 enne con le pinze idrauliche.

È stato fatto decollare l’elicottero del Nucleo Vigili del Fuoco di Trento, che ha trasportato la donna all’ospedale Santa Chiara di Trento in codice rosso.

Pubblicità
Pubblicità

Per fortuna le sue condizioni non sono gravi e il referto medico parla solo di contusioni multiple e nessuna frattura

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il calendario di Vigo di Ton che racchiude foto, proverbi e dolci ricordi di tempi passati

Pubblicato

-

Gli "Amizi dala Vila" che hanno ideato e curato il calendario: da sinistra Silvano Webber, Ezio Turri, Giancarlo Rigotti, Christian Carli e Paolo Bertoluzza (foto Davide Buzzi)

Un racconto prezioso della Vigo di una volta attraverso immagini incredibili del passato, ma anche proverbi – rigorosamente in dialetto – che hanno fatto la storia del paese e che hanno accompagnato per decenni, se non addirittura per secoli, il passare dei mesi e delle stagioni. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Quattro incontri a Cles per parlare di sicurezza a 360 gradi

Pubblicato

-

Siamo noi i primi e i principali responsabili della nostra e altrui sicurezza, mediante la rigorosa osservanza delle norme positive e il rispetto delle regole di comportamento dettate dalla prudenza, dalla diligenza e dalla perizia. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Bracconaggio: in val di Sole denunciati padre e figlio

Pubblicato

-

Nell’ambito delle attività dirette alla repressione degli illeciti contro la fauna selvatica, il Corpo Forestale Trentino ha recentemente condotto in Val di Sole un’operazione antibracconaggio che ha portato alla contestazione di alcuni reati a carico di due persone.

La settimana scorsa, nel comune di Caldes, il personale forestale ha rinvenuto un cervo maschio palcuto, morto dopo una lunga agonia a causa di un laccio in acciaio posizionato da bracconieri, che lo ha intrappolato al basso ventre.

I forestali hanno subito attivato un sistema di controllo del sito mediante fototrappole, che ha consentito nei giorni successivi di riprendere due persone del luogo, padre e figlio, mentre smontavano e recuperavano il sistema di cattura, decapitavano il cervo prelevando la testa, e asportavano una delle fototrappole posizionate dai forestali per monitorare il sito.

Pubblicità
Pubblicità

Grazie al riconoscimento dei responsabili da parte del personale forestale, l’Autorità giudiziaria ha immediatamente emesso un decreto di perquisizione e un sequestro a loro carico.

Il 22 gennaio il personale specializzato del Corpo forestale Trentino, con l’assistenza iniziale dei Carabinieri della locale stazione, ha quindi effettuato la perquisizione nelle abitazioni dei due responsabili, trovandovi lacci, il palco del cervo separato dal cranio, la roncola utilizzata per la decapitazione e la fototrappola.

Pubblicità
Pubblicità

Sono stati rinvenuti e sequestrati anche altri palchi e altre mandibole di cervo, privi dei certificati di origine.

Proseguendo nella perquisizione sono state rinvenute anche munizioni irregolari e armi modificate.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto il materiale è stato sequestrato. I reati contestati sono molteplici e riguardano le armi (alterazione, silenziamento e irregolarità nella detenzione e custodia), il furto venatorio e patrimoniale, l’uccisione di animali con mezzi ed in periodi vietati e il maltrattamento degli stessi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza