Connect with us
Pubblicità

Trento

Pizza e anarchici: apre a Trento il nuovo spazio autogestito Hurrya

Pubblicato

-


Ormai li hai a domicilio, come la pizza. Vuoi una vetrina rotta?

L’imbrattamento di un edificio istituzionale? O se vuoi un upgrade, magari una bomba carta? Nessun problema.

Da domani apre la succursale di Trento dell’efficientissimo centro sociale anarchico di Rovereto nell’attesa che qualcuno si svegli e sgomberi quello di Piedicastello che ricordiamo agli smemorati è sotto sfratto da Giugno. 

Pubblicità
Pubblicità

Dopo un centro storico pieno di spacciatori, delinquenti, prostitute, ladri, rapinatori e vandali, ci mancavano solo gli anarchici. Certo questa cosa poteva anche essere risparmiata alla comunità del capoluogo. Specie dopo le mille domande che i cittadini Trentini si pongono da tempo ormai inenarrabile, una delle quali recita: «Ma questi delinquenti e criminali come possono ancora girare per Trento impuniti dopo tutti i danni che hanno fatto?» 

Noi amiamo i giovani proprio perché sono il nostro futuro e quelli che ci chiuderanno gli occhi, magari dopo averci assistiti.

Temiamo però di loro l’inesperienza. E l’inesperienza porta spesso a confondere i cattivi e buoni maestri.

Pubblicità
Pubblicità

A sproposito si appellano come anarchici delinquenti locali dediti alle devastazioni.

Gli anarchici sono altra cosa, erano e sono tutt’ora consideratissimi in America come altrove divulgatori di una filosofia di pensiero alternativa, ma sempre pacifista, perché la violenza su cose e persone non è mai stata nel loro DNA, casomai l’indifferenza ostile alle regole.

Questi delinquenti ne hanno sporcato il nome e il pensiero, da Bakunin e Cafiero in poi.

I giovani presentano poi un ulteriore fattore di rischio, anche se può essere una qualità quando spesa bene. Si sanno organizzare.

Guardate le Brigate Rosse, erano giovanissimi ma hanno tenuto in scacco un intero Paese.

Rapine, omicidi, violenze, contatti internazionali, armi procurate nei campi palestinesi, tutto fatto da ragazzi (che oggi si chiamerebbero ragazzini visto lo spostamento dell’età responsabile), che a 20 o 21 anni avevano già le mani sporche di sangue.

Trento rischia grosso. La violenza, una violenza che può essere quasi considerata nazifascista con la quale si è tentato di impedire la conferenza di Biloslavo, uno dei più grandi reporter italiani sempre in prima linea nelle zone calde del mondo, e quindi certo più informato di tutti i cacasotto che lo hanno contestato, la dice lunga su quanto ormai abbiamo calato le braghe come società civile. E per società civile intendiamo quella che comprende ogni ideologia tranne quelle violente e dispotiche.

Il problema degli anarchici è che non si sa cosa vogliano di preciso. Sovvertire uno Stato comporta programmi alternativi, questi vogliono casino, danni e violenza fine a se stessa.

Sfogare così le proprie frustrazioni da sfigati e perdenti e più facile che lavorarci sopra. Le Forze di Polizia fanno e bene il loro dovere ma è lo Stato che nel dubbio, quasi un “si sa mai che abbiano ragione”, è troppo attendista e prudente.

E un reparto intero di Polizia l’altro giorno non è riuscito a impedire di bastonare un Rettore, peraltro illuminato.

Aprire un centro sociale di area a Trento è il suicidio di una società, è come mettere una bomba a orologeria sotto il culo di una città che ne ha viste troppe e già soffre l’assalto al fuoco di nordafricani dediti allo spaccio, albanesi dediti allo spaccio e ai furti, nigeriani dediti allo spaccio e alla tratta degli esseri umani, rumeni dediti a furti e rapine di alto livello (e se pensate al razzismo fatevi un giro in carcere e vedete quanti italiani sono condannati per tali reati).

Oltre ai predoni quindi, anche la violenza pseudo-politica, accolta con tappeti rossi. L’errore più grosso del passato è stato il sottovalutare la pericolosità dei movimenti studenteschi e anarco-insurrezionalisti, vero e proprio serbatoio di bande armate.

E se vogliamo, all’epoca per la contestazione giovanile vi era una qualche forma di scusante (ma sempre prescindendo dalla violenza fisica) data dalla rigidità di uno Stato che imponeva regole antistoriche da cui ci siamo sdoganati, ma lo sdoganamento è stato attuato attraverso l’esercizio democratico e non certo con gli omicidi politici.

Ora il livello di allarme si sta alzando in proporzione al livello di efferatezza di attentati e danneggiamenti. Senza contare la brutalità delle manifestazioni cosiddette “d’opinione”.

Pensiamo al vero e proprio assalto al tribunale di sorveglianza di Trento di qualche tempo fa, quattro gatti che hanno tenuto in scacco un edificio pieno di gente imbrattandolo, tra cui numerosi rappresentanti delle forze dell’ordine, che potevano benissimo uscire e prendere a calci in culo gli pseudo-anarcoidi.

Ma si è scelta una soluzione soft, prudente, come sempre, per quell’attendismo che si diceva.

Sembra quasi che la suscettibilità di certi subumani sia da proteggere come merce preziosa. E dare valore ad un pensiero politico ininfluente, meschino, fasullo, è molto pericoloso. Così come lo sarà l’apertura del nuovo punto anarchico a Trento. Se si va avanti così, di questi tempi il morto non tarderà ad arrivare.

Le soluzioni ci sono: applicare le leggi più efficacemente, rispondere alla violenza senza timore di urtare le coscienze di pochi invasati.

Oppure, e ora provochiamo con l’amaro in bocca, aprire un centro anti anarchico composto da cittadini perbene a cui prudono le mani e applicare la Bibbia: occhio per occhio…

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]
  • Cortina d’Ampezzo plastic- free: da luglio stop a plastica in ristoranti, bar ed eventi
    Preservare la salute del pianeta e del nostro futuro è diventato una delle urgenze più importanti del momento, tanto da impegnare associazioni governative internazionali e Governi di tutto il mondo per trovare una soluzione efficacie alle problematiche ambientali. Dallo sfruttamento delle energie rinnovabili, alla raccolta differenziata, molte sono le soluzioni fino ad ora utilizzate per […]

Categorie

di tendenza