Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ospedale di Rovereto: nuova area chirurgica di oculistica e otorinolaringoiatria

Pubblicato

-

Per la ‘piccola chirurgia’ dell’otorinolaringoiatria e dell’oculistica dell’ospedale di Rovereto ci sarà da oggi un’area dedicata all’8° piano del Santa Maria del Carmine.

Migliorano quindi appropriatezza, qualità e sicurezza del percorso clinico assistenziale dei pazienti delle due Unità operative e aumenta il confort per gli utenti, con spazi nuovi, confortevoli, luminosi e un’equipe assistenziale dedicata.

La nuova area dell’ospedale è stata inaugurata ieri alla presenza dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, dei vertici dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, del direttore medico dell’Ospedale di Rovereto Pier Paolo Benetollo e dei direttori delle Unità operative di oculistica e otorinolaringoiatria Federica Romanelli e Giuseppe Frau.

PubblicitàPubblicità

La nuova area chirurgica sarà dedicata alle attività di “piccola chirurgia” – di gran lunga le più frequenti e che interessano ogni anno migliaia di pazienti – programmate o in urgenza, erogate prevalentemente in regime ambulatoriale e di day surgery.

A regime, gli ambulatori chirurgici saranno aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20 e dedicati a interventi in anestesia locale che prevedono una permanenza e un periodo di osservazione del paziente di poche ore. Per eventuali urgenze è a disposizione il tradizionale reparto di degenza.

Pubblicità
Pubblicità

Nel dettaglio, gli ambulatori effettueranno, per oculistica: interventi come quelli di cataratta, iniezioni intravitreali, piccoli interventi del distretto palpebrale; per otorinolaringoiatria: decongestione dei turbinati (nasale), polipectomie, biopsie del cavo orale, fibroscopie, miringoplastica edocanalare (ricostruzione del timpano).

Grazie alla disponibilità dei nuovi spazi e al trasferimento della ‘piccola chirurgia’ dal blocco operatorio si avrà quindi una distribuzione più efficiente delle risorse in relazione alla complessità delle prestazioni da erogare e la possibilità di potenziare gli interventi chirurgici in anestesia generale/locale presso il blocco operatorio.

Pubblicità
Pubblicità

Il cuore della nuova attività ruoterà attorno ai due ambulatori chirurgici: uno per otorinolaringoiatria e uno per oculistica (ma in futuro potranno essere utilizzati anche per altre specialità). Entrambi gli ambulatori sono dotati di filtro, zona lavaggio chirurgico, zona refertazione e osservazione paziente post intervento con percorsi per gli operatori simili a quelli di un blocco operatorio. Oltre a quelli chirurgici ci saranno altri due ambulatori dedicati alla preparazione del paziente, alla marcatura del sito chirurgico e al controllo in fase di dimissione.

La nuova area è dotata poi di una serie di locali di supporto alle attività (infermeria, accettazione, locali diagnostici, locale per il ricondizionamento dei dispositivi medici riutilizzabili, sala attesa, stanza di attesa preoperatoria).

La ristrutturazione è stata cofinanziata con fondi statali e provinciali, per un costo complessivo di circa 5.600.000 euro (più ulteriori 500.000 euro per il rinnovo delle apparecchiature). I lavori sono partiti ad agosto 2015 e si sono conclusi nell’estate del 2019, articolati in cinque fasi lavorative per consentire di mantenere in funzione tutte le attività delle due unità operative.

Il direttore generale di Apss Paolo Bordon ha voluto ringraziare quanti hanno contribuito con il loro lavoro all’apertura della nuova area e ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto: «questa nuova area chirurgica permetterà di gestire in maniera più efficiente gli interventi di piccola chirurgia, con un indubbio vantaggio anche per il volume di attività del blocco operatorio. Abbiamo investito oltre sei milioni di euro per garantire servizi migliori ai cittadini e una migliore qualità di vita agli operatori. Rinforzare e rinnovare le strutture era necessario a fronte di una crescente attività dei reparti di oculistica e otorinolaringoiatria: da oggi aumenta l’offerta per gli utenti e migliora complessivamente l’attività dell’ospedale».

«La giornata di oggi – ha evidenziato l’assessore Segnana – è molto importante per la nostra comunità, una risposta concreta alle richieste dei cittadini. Oltre a trovare spazi accoglienti e confortevoli gli utenti potranno beneficiare di una maggiore efficienza dei reparti e risolvere in tempi brevi alcune patologie. Accanto agli investimenti strutturali – ha sottolineato l’assessore – ci sono anche gli investimenti sulle risorse umane: qui lavoreranno gli infermieri recentemente assunti e i nuovi medici e ortottisti che partecipano ai bandi di concorso in via di conclusione entro l’anno. Niente tagli dunque, lo ripeto, ma investimenti sul futuro della sanità trentina, con l’obiettivo di creare le migliori condizioni di lavoro per gli operatori sanitari e per provare a risolvere in maniera veloce l’annoso problema delle liste di attesa, rispetto alle quali stiamo lavorando con Apss».

Il direttore dell’ospedale Benetollo ha definito quello di oggi un «passaggio importante per l’ospedale, per tutti gli operatori sanitari e per i pazienti: un miglior utilizzo di spazi e risorse che renderanno visibile all’esterno la grande qualità del lavoro di questi reparti».

Soddisfazione anche per i direttori delle unità operative di oculistica e otorinolaringoiatria Federica Romanelli e Giuseppe Frau. «Un ambiente moderno ed efficiente e un’organizzazione più veloce e snella – ha evidenziato Romanelli – consentono di aumentare il numero di interventi; tutto ciò a vantaggio delle liste di attesa e di una migliore prognosi della malattia». Frau ha sottolineato invece l’impegno e il lavoro delle due unità operative per integrarsi al meglio, presupposto necessario alla condivisione degli spazi.

Presente all’inaugurazione anche Marco Ioppi, presidente dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri: «come Ordine siamo molto felici di veder realizzato un progetto che da un lato sostiene il lavoro dei professionisti e, dall’altro, dà una risposta concreta ai cittadini». 

Assessore Segnana

Direttore generale Apss Paolo Bordon

 

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Brentonico: a teatro la “Serata romantica”

Pubblicato

-

Prosegue la stagione culturale di Brentonico che, sabato prossimo al Teatro Monte Baldo, con inizio alle 21, propone “Serata romantica” col “Balletto del sud”: spettacolo con musiche di Chopin, Adam, Schneitzhöffer, Brahms, Verdi, Minkus, Delibes e le poesie di Giacomo Leopardi.

Ideazione e regia di Fredy Franzutti, creazione n° 36 del 2018; coreografie di Michel Fokine, Arthur Saint-Léon, Jean Coralli, Marius Petipa, Jules Perrot, August Bournonville e Fredy Franzutti. Scene di Francesco Palma, testi di Giacomo Leopardi.

«La stagione culturale è iniziata molto bene – spiega l’assessore Quinto Canali 127 sono gli abbonamenti già sottoscritti e al primo appuntamento con Michele Serra il teatro era pieno».

Pubblicità
Pubblicità

Sabato 18, dunque, la “Serata romantica”. Il Balletto del Sud, rinomata compagnia di danza italiana, approda a Brentonico con uno spettacolo che riprende alcune tra le più belle pagine del repertorio romantico (Giselle, La Sylphide, La Bayadere, Les Sylphides), intervallandole con i brani di Chopin e le rime di Giacomo Leopardi, considerato il maggior poeta dell’Ottocento italiano.

Un intreccio di stili e artisti ben amalgamati tra loro. Sono molte infatti le qualità che accostano la poetica di Leopardi alle melodie di Chopin e la musica romantica, caratterizzate dal pessimismo degli autori: probabile effetto delle patologie di cui spesso soffrivano e sviluppatesi successivamente in un sistema complesso poetico e filosofico.

Pubblicità
Pubblicità

Chopin e il poeta di Recanati, ad esempio, nacquero a dodici anni di distanza ma furono coetanei nella morte, giunta per entrambi a soli trentanove anni. Nel corso della serata, i brani più celebri del balletto per antonomasia e del celebre poeta italiano dell’Ottocento rievocheranno le sempiterne suggestioni del Romanticismo, di cui furono tra i massimi rappresentanti.

A interpretare le poesie di Giacomo Leopardi ci sarà Andrea Sirianni, apprezzato dalla critica e spesso voce recitante degli spettacoli del Balletto del Sud.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Elezioni avio: «Progetto comune» sostiene il Sindaco Secchi

Pubblicato

-

In riferimento alle prossime elezioni comunali di AvioMoreno Salvetti, con la lista e tutto il gruppo di Progetto Comune conferma che sarà in campo a fianco del sindaco Federico Secchi.

«Un Sindaco che ha saputo ben governare questa terra,  – spiega Salvetti in una nota – con risultati importanti e sotto gli occhi di tutti. Crediamo che mai, in passato, sia stato fatto come in questi cinque anni, sulla sicurezza, sull’arredo urbano, sull’attenzione all’ambiente, sul lavoro – e ricordo con orgoglio la vicinanza agli allora lavoratori ex Paf con la sospensione delle pendenze nei confronti del Comune, unico Sindaco ad adottare un provvedimento come questo – nell’ideazione di importanti manifestazioni ed eventi, come “Agrifest”, Giochiamo ad Avio”, o “Natale al Castello”».

Salvetti nella nota è dispiaciuto per l’atteggiamento della Lega. «Niente contro il candidato sindaco della Lega, – aggiunge – ma per  quanto concerne i nostri principi, il  primo cittadino dovrebbe essere del luogo e residente nel nostro paese. Gli anni di Amministrazione hanno dimostrato e confermato l’importanza e il valore aggiuntivo dato dalla costante presenza del sindaco non solo nel suo lavoro in comune ( scegliendo di dedicare in toto il suo tempo a tale incarico) ma anche nel viversi la comunita, dimostrandosi parte attiva della vita di paese».

Pubblicità
Pubblicità

Secondo Salvetti rimane un punto cardine l’idea che il sindaco non debba essere assorbito da altri impegni lavorativi che possano inevitabilmente portarlo lontano e debba dedicarsi nella sua totalitá all’incarico che gli è stato assegnato, cercando di  rispondere al meglio ai bisogni della cittadinanza.

«Stupiscono, inoltre – conclude Salvetti – le affermazioni lette su qualche quotidiano del consigliere Anna Valli. La stessa che, dopo essere stata eletta nel maggio 2015 con una maggioranza a sostegno del sindaco Secchi nella fila di Forza Italia, è passata alla minoranza (e quindi con il centrosinistra), con una dichiarazione fatta addirittura nel consiglio comunale del 28 marzo 2018: “[…] l’unica persona che dalla maggioranza è passata alla minoranza sono io […]”, ed ora entra in coalizione con la Lega, dopo averla più volte criticata anche a mezzo stampa. Quindi ha di nuovo cambiato idea. Un’altra volta».

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Brentonico: esordisce anche il biathlon

Pubblicato

-

In attesa di vedere la partenza del cantiere del centro polifunzionale a San Giacomo, prevista per marzo 2020, sull’altopiano si allarga l’offerta sportiva e turistica. Dallo scorso anno, infatti, è stata avviata una nuova disciplina degli sport invernali: il biathlon.

Molto conosciuto e seguito nel nord Europa, il biathlon vede la combinazione di due discipline sportive, lo sci nordico e il tiro di precisione. Il locale Gruppo sciatori ha intrapreso questa nuova strada coinvolgendo una ventina di giovani atleti che si preparano costantemente sulle nevi di San Giacomo, dove il Gruppo gestisce, in convenzione col Comune, il Centro fondo.

Oltre alla preparazione delle piste e della neve programmata, vengono organizzate a San Giacomo molte altre attività, sia competitive che promozionali.

Pubblicità
Pubblicità

Questo, oltre a incentivare l’attività sportiva delle nuove generazioni, amplia anche l’offerta turistica, dando al visitatore la possibilità di scegliere fra tante attività sulla neve: dalle ciaspole alle escursioni, dato sci alpino a quello nordico e oggi anche il biathlon.

È stato allestito infatti un piccolo poligono per le carabine ad aria compressa (tiro dai 10 metri su bersagli di 5 cm), che non rientrano nella categoria delle armi e sono utilizzabili da tutti senza alcun permesso specifico.

Pubblicità
Pubblicità

La disciplina sportiva, poi, richiede un ferreo rispetto delle regole che, ad esempio, non prevedono di portare la carabina durante la fase dello sci.

Gli atleti, infatti, arrivano al poligono dopo aver fatto un percorso con gli sci e possono accedere all’area di tiro con una procedura ben precisa che prevede anche il modo in cui si prende la carabina e ci si avvicina alla linea di tiro.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo appuntamento ufficiale è per sabato prossimo, 18 gennaio, con la prima gara invernale della storia dell’altopiano, il “Trofeo Rover Meccanica”, organizzato dal Gruppo sciatori Brentonico.

L’assessore allo sport e al turismo Moreno Togni commenta: «Questa competizione ci fa molto piacere, perché conferma che le scelte fatte sono più che mai azzeccate. Il nuovo centro polifunzionale, infatti, ha l’obiettivo di creare tutti quei servizi necessari per le tante attività proposte a San Giacomo, siano esse estive (ritiri sportivi, escursioni, gare di corsa in montagna, mountain bike ecc.) che quelle invernali. Sapere che il “patrimonio sportivo” si arricchisce di una nuova disciplina, fra l’altro molto in crescita in Italia negli ultimi anni trainata anche dalla pluricampionessa Dorothea Wierer, ci inorgoglisce ulteriormente.

L’auspicio è che l’attività abbia il successo che merita ed entri a far parte del carosello bianco a tutti gli effetti.

Intanto ci si sta preparando alla posa della prima pietra del centro polifunzionale. Con la ditta che si è aggiudicata l’appalto, si è concordato di iniziare i lavori a marzo con l’impegno di concluderli in circa 180 giorni. Insomma, per la stagione invernale 2020/21 dovremmo avere pronto il nuovo centro di cui si parla da decenni e che finalmente vedrà la luce nel corso di quest’anno».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza