Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

“I cambiamenti climatici: quale futuro per l’umanità?”: è tutto pronto a Tuenno per la 17esima settimana di studio

Pubblicato

-

Maria Teresa Giuriato e Mauro Valentini durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina in Municipio a Tuenno

“I cambiamenti climatici: quale futuro per l’umanità?” è questo il titolo della 17esima edizione della settimana di studio, in programma da lunedì prossimo, 11 novembre, fino a sabato 16 novembre a Tuenno.

Una proposta organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune di Ville d’Anaunia guidato da Maria Teresa Giuriato, dalla biblioteca comunale, nello specifico dal bibliotecario Mauro Valentini, e dal Laboratorio culturale noneso con il supporto dei servizi culturali della Provincia, del Bim dell’Adige, della Cassa Rurale Val di Non e della Comunità di Valle.

La settimana di studio è ormai un appuntamento fisso dell’autunno noneso e ha sempre trattato temi di attualità e di interesse per i cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Negli ultimi anni siamo riusciti a portare a Tuenno personaggi incredibili, di fama internazionale – ha esordito l’assessore Maria Teresa Giuriato durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa –. Per noi è un motivo d’orgoglio aver richiamato in periferia personalità di questo calibro. Anche quest’anno abbiamo deciso di dedicare la settimana di studio a un tema delicato e quanto mai attuale come quello delle problematiche ambientali e dei cambiamenti climatici. Un argomento particolarmente sentito nella nostra valle perché legato anche alla frutticoltura”.

L’iniziativa delle “Settimane di Studio” è nata nel 2003 su idea del giornalista Luigi Sandri, che ha promosso la nascita del “Laboratorio culturale noneso” in collaborazione con alcune personalità dell’ambiente accademico trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso degli anni questo evento ha portato in un piccolo centro come Tuenno, ora frazione di Ville d’Anaunia, personaggi di spicco quali padre Dall’Oglio o gli ex ministri Pinotti e Kyenge.

Ciò è stato possibile soprattutto grazie all’organizzazione a cura del bibliotecario Valentini e degli assessori alla cultura che si sono succeduti nelle diverse amministrazioni: Maria Zanini nei primi due anni e, dal 2005, Maria Teresa Giuriato.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta di un’esperienza da valorizzare – sottolinea Giuriato – in quanto rappresenta un’opportunità di conoscenza e di approfondimento rivolta a un pubblico molto vario”.

Quest’anno, dunque, si parlerà di ambiente e, grazie alla settimana di approfondimento che è ormai alle porte, diversi relatori illustreranno questo tema complesso e avranno anche la possibilità di addentrarsi in prospettive specifiche e di analizzare la questione toccando aspetti assai differenti, tutti coinvolgenti e interessanti.

Tematiche scientifiche, ecologiche, religiose, economiche e culturali si alterneranno, al fine di comporre un puzzle complesso, con spunti che aiutino il pubblico a capire come vada salvaguardato il nostro pianeta.

Particolarmente sentita sarà la serata di martedì dedicata al ricordo del professor Renzo Leonardi, originario del paese di Tuenno, già membro del Laboratorio culturale noneso e fondatore di protonterapia a Trento.

Tutte le serate si terranno al teatro parrocchiale di Tuenno con inizio alle 20.30 e ingresso libero. Chi parteciperà ad almeno quattro appuntamenti riceverà un dono “a tema”, frutto della collaborazione e del sostegno economico della Comunità di Valle.

La proposta si concluderà sabato con il momento meno impegnativo della rassegna che vedrà la proiezione del film documentario “Una scomoda verità 2” – ha aggiunto il bibliotecario Mauro Valentini –. Si tratta di un interessante approfondimento sulle conseguenze che ha avuto il comportamento dell’uomo sul clima attraverso le parole di un personaggio carismatico come Al Gore che si rivolge al pubblico”.

Quella che prenderà il via sarà l’ultima edizione curata dalla coppia Giuriato-Valentini. L’assessore concluderà infatti il proprio mandato a maggio dell’anno prossimo, il bibliotecario, invece, è prossimo al pensionamento: con gennaio le sue giornate non saranno più scandite da prestiti di libri, catalogazioni o rassegne da allestire.

Quest’edizione sarà il nostro commiato – hanno ricordato –. In questi anni abbiamo fatto il possibile per portare nei nostri paesi degli input interessanti. Dall’anno prossimo lasceremo spazio a chi prenderà il nostro posto”.

IL PROGRAMMA – Ecco di seguito il programma dettagliato della 17esima edizione della settimana di studio, intitolata “I cambiamenti climatici: quale futuro per l’umanità?”.

Lunedì 11 novembre, ore 20.30
“Introduzione alla settimana di studio” – Maria Teresa Giuriato, assessora alla cultura del Comune di Ville d’Anaunia
“Il clima nel corso dei secoli” – Licia Campi Pezzi, insegnante e scrittrice
“Cambiamenti climatici: timori, dubbi e speranze per il futuro – Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente dal 2007 al 2015

Martedì 12 novembre, ore 20.30
Ricordo di Renzo Leonardi, uno scienziato protagonista delle Settimane di studio con Sandro Stringari e Andrea Leonardi dell’Università di Trento

Mercoledì 13 novembre, ore 20.30
“Dal paradiso terrestre all’apocalisse?” – Lauro Tisi, vescovo di Trento, e Luigi Sandri, giornalista vaticanista

Giovedì 14 novembre, ore 20.30
“Squilibri climatici ambientali e conseguenze economiche” – Mariangela Franch dell’Università di Trento e Federica Gasbarro dell’Università di Brescia

Venerdì 15 novembre, ore 20.30
“Noi modifichiamo l’ambiente e l’ambiente modifica noi” – Andrea Mustoni, naturalista del Parco naturale Adamello Brenta; Geremia Gios dell’Università di Trento; Silvano Dominici, presidente della Comunità Val di Non – moderatore Paolo Mantovan, giornalista

Sabato 16 novembre, ore 20.30
Proiezione del film documentario “Una scomoda verità 2” – regia di Bonni Cohen e Jon Shenk; sceneggiatura di Al Gore

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il calendario di Vigo di Ton che racchiude foto, proverbi e dolci ricordi di tempi passati

Pubblicato

-

Gli "Amizi dala Vila" che hanno ideato e curato il calendario: da sinistra Silvano Webber, Ezio Turri, Giancarlo Rigotti, Christian Carli e Paolo Bertoluzza (foto Davide Buzzi)

Un racconto prezioso della Vigo di una volta attraverso immagini incredibili del passato, ma anche proverbi – rigorosamente in dialetto – che hanno fatto la storia del paese e che hanno accompagnato per decenni, se non addirittura per secoli, il passare dei mesi e delle stagioni. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Quattro incontri a Cles per parlare di sicurezza a 360 gradi

Pubblicato

-

Siamo noi i primi e i principali responsabili della nostra e altrui sicurezza, mediante la rigorosa osservanza delle norme positive e il rispetto delle regole di comportamento dettate dalla prudenza, dalla diligenza e dalla perizia. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Bracconaggio: in val di Sole denunciati padre e figlio

Pubblicato

-

Nell’ambito delle attività dirette alla repressione degli illeciti contro la fauna selvatica, il Corpo Forestale Trentino ha recentemente condotto in Val di Sole un’operazione antibracconaggio che ha portato alla contestazione di alcuni reati a carico di due persone.

La settimana scorsa, nel comune di Caldes, il personale forestale ha rinvenuto un cervo maschio palcuto, morto dopo una lunga agonia a causa di un laccio in acciaio posizionato da bracconieri, che lo ha intrappolato al basso ventre.

I forestali hanno subito attivato un sistema di controllo del sito mediante fototrappole, che ha consentito nei giorni successivi di riprendere due persone del luogo, padre e figlio, mentre smontavano e recuperavano il sistema di cattura, decapitavano il cervo prelevando la testa, e asportavano una delle fototrappole posizionate dai forestali per monitorare il sito.

Pubblicità
Pubblicità

Grazie al riconoscimento dei responsabili da parte del personale forestale, l’Autorità giudiziaria ha immediatamente emesso un decreto di perquisizione e un sequestro a loro carico.

Il 22 gennaio il personale specializzato del Corpo forestale Trentino, con l’assistenza iniziale dei Carabinieri della locale stazione, ha quindi effettuato la perquisizione nelle abitazioni dei due responsabili, trovandovi lacci, il palco del cervo separato dal cranio, la roncola utilizzata per la decapitazione e la fototrappola.

Pubblicità
Pubblicità

Sono stati rinvenuti e sequestrati anche altri palchi e altre mandibole di cervo, privi dei certificati di origine.

Proseguendo nella perquisizione sono state rinvenute anche munizioni irregolari e armi modificate.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto il materiale è stato sequestrato. I reati contestati sono molteplici e riguardano le armi (alterazione, silenziamento e irregolarità nella detenzione e custodia), il furto venatorio e patrimoniale, l’uccisione di animali con mezzi ed in periodi vietati e il maltrattamento degli stessi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza