Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Cles presentata la stagione di prosa e danza “S’apra il sipario”

Pubblicato

-

Anche per le annate 2019/20 inizia la stagione teatrale in Val di Non. A presentarla in conferenza stampa, lunedì 4 novembre, l’Assessore alla Cultura del Comune di Cles Avv. Vito Apuzzo affiancato dall’Assessore alla Cultura del Comune di Predaia Dott.ssa Elisa Chini.

La stagione di prosa e danza, intitolata “S’apra il sipario”, coinvolge quest’anno i comuni di Cles, Predaia e Sarnonico, perchè, come spiega l’Assessore Apuzzo, “Purtroppo  questa volta non hanno aderito la Comunità di Valle ed altri comuni che erano presenti l’anno scorso.  Siamo riusciti a realizzare ugualmente questo progetto, grazie anche alla competenza della D.ssa Laura Paternoster dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cles, insieme al Comune di Predaia ed al Comune di Sarnonico, collaborando con l’Assessore Elisa Chini e il Sindaco Emanuela Abram.

E’ stato realizzato un opuscolo che sarà distribuito alle famiglie dei tre comuni partecipanti, e sarà lasciato anche in punti strategici e frequentati, perchè, in riferimento ad una citazione dell’impresario teatrale Paolo Grassi, ‘consideriamo il teatro come un pubblico servizio alla stregua della metropolitana e dei Vigili del Fuoco’.

Pubblicità
Pubblicità

Voglio evidenziare che, partecipando ad una conferenza stampa, tenutasi al Centro Santa Chiara di Trento, con mia grande sorpresa e soddisfazione ho scoperto, per quanto riguarda gli spettacoli di danza, siamo terzi dopo Trento e Rovereto per numero di rappresentazioni!

Durante la stagione daremo ampio spazio ai bambini; voglio mettere in risalto lo spettacolo ‘Light’s Heroes’ (Compagnia Egribiancodanza), esibizione interattiva intitolata ‘Choreogame’ riservata alle classi IVa e Va della scuola primaria ed alla classe Ia della scuola secondaria, dove i bambini saranno invitati ad interagire, in quanto ispirata ai videogiochi.

Pubblicità
Pubblicità

Straordinaria anche la performance della danzatrice oversize Claudia Marsicano, che si esibirà nella coreografia di Silvia Gribaudi R.OSA, con 10 virtuosismi di alto livello, improntati sui luoghi comuni relativi al corpo femminile.

La ‘Serata Romantica’ con il Balletto del Sud, proporrà grandi classici del repertorio romantico, e sarà intervallata da letture di brani di Giacomo Leopardi. A questo proposito ricordo che in Biblioteca ci sarà un evento dedicato ai 200 anni della poesia ‘L’Infinito’ di Leopardi, realizzato dagli allievi del Liceo Russel.

Pubblicità
Pubblicità

Insolita la prestazione presentata da Daniele Ronco, ‘Mi abbatto e sono felice’, un monologo eco-sostenibile nel quale l’attore si autoalimenta producendo energia elettrica pedalando; una riflessione a comportamenti più consapevoli in fatto di ecologia.”

L’Assessore Elisa Chini si dice entusiasta di questo progetto portato avanti dai due comuni più grandi della Val di Non: “Dobbiamo fare da capofila a queste iniziative per gli altri comuni che sicuramente negli anni a venire ci seguiranno. Voglio portare l’attenzione sulla grafica della brochure realizzata da Andrea Vezzola, realizzata con entusiasmo, capacità e professionalità.

A Taio proporremmo un musical ‘That’s amore’, una commedia divertente di Marco Cavallaro sulle divergenze uomo/donna e moglie/marito. Anche il Comune di Predaia presenterà spettacoli dedicati ai bambini: ‘I ricordi di Babbo Natale’ (Compagnia Estroteatro) e ‘Natale a colori’ con la Scuola Musicale  C. Eccher durante la quale canteranno in coro i bambini delle scuole dell’infanzia, elementari e medie.

Mi piace evidenziare il dramma di Pino Loperfido ‘Ciò che non si può dire’, interpretato da Mario Cagol, un racconto sulla tragedia del Cermis del 3 febbraio 1998 che andrà in scena il 25 gennaio 2020, a ridosso del disastroso anniversario.

Da non dimenticare la rassegna teatrale amatoriale e dialettale, da sempre apprezzate in Val di Non; le rappresentazioni saranno messe in scena al Cinema Teatro di Cles e al Cinema Teatro Dolomiti di Coredo“.

Nella splendida cornice di Palazzo Morenberg a Sarnonico sarà presentata, il 18 aprile 2020, la commedia di Alberto Rizzi ‘Molto piacere, Casanova‘, un racconto tra leggenda, fascino e storia sulla vita di Giacomo Casanova.

Il programma completo nell’opuscolo distribuito nei comuni partecipanti.

La foto è di Laura Paternoster

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Denno, la Corale Monteverdi festeggia 40 anni di passione per il canto

Pubblicato

-

Sabato scorso la Corale Monteverdi è tornata là, dove tutto era iniziato. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A Sfruz un laboratorio creativo per 100 ragazzi con disabilità e non, per creare ponti d’unione tra le persone

Pubblicato

-

Due dipinti realizzati dai ragazzi durante il laboratorio

“Le stufe ad olle di Sfruz: laboratorio creativo tra passato e presente” è il titolo di un interessante progetto di carattere sociale, artistico ed educativo ideato dall’associazione “Casa degli Scoiattoli” in collaborazione con il Comune di Sfruz, l’associazione Antiche Fonaci e l’Accademia Anaune delle Valli del Noce. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Statale 421 tra San Lorenzo e Molveno, proseguono i lavori di messa in sicurezza

Pubblicato

-

Si conta di riaprire la statale 421, ancora chiusa tra San Lorenzo in Banale e Molveno, nei prossimi giorni, appena terminati i lavori di messa in sicurezza che la stanno interessando dopo la frana del 23 novembre scorso.

Nel frattempo, da domani, la strada alternativa, in località “Moline” sarà aperta, con il presidio di personale del Servizio Gestione strade della Provincia, anche dalle 11 alle 13, oltre che dalle 7 alle 8 e dalle 17.00 alle 18.30, com’era già previsto.

In rappresentanza della Giunta, l’assessore competente ha fatto il punto della situazione in un incontro avvenuto questo pomeriggio a Trento, presenti i tecnici provinciali, il presidente della Comunità della Paganella, e sindaco di Fai, Gabriele Tonidandel, i sindaci di Molveno, Luigi Nicolussi, di Andalo, Alberto Perli e di San Lorenzo-Dorsino, Albino Dellaidotti, accompagnato dal vicesindaco Rudi Margonari.

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo lavorando – ha confermato l’assessore – per riaprire la strada a breve, in sicurezza. Purtroppo la situazione della parete rocciosa a monte della strada non ci ha ancora permesso di farlo, nonostante l’impegno degli uffici provinciali coinvolti e della ditta privata che sta operando. Confidiamo servano ancora pochi giorni“

Una situazione che si intende gestire con un intervento importante: lo stesso presidente Fugatti ha confermato la volontà, già espressa in precedenti occasioni, di affrontare strutturalmente le condizioni di quella strada per la quale sono già disponibili risorse a bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

“Un’ispezione con l’elicottero – ha ricordato il dirigente del Servizio Gestione strade Giancarlo Anderle – ci ha permesso di vedere come un nuovo crollo, dopo quello del 23 novembre, abbia quasi riempito le barriere paramassi, che adesso devono essere svuotate. La ditta che ci sta lavorando ipotizza di finire questa operazione, se non ci sono altri imprevisti, entro giovedì 12 dicembre. A seguire, con il parere favorevole dei geologi, si può pensare di riaprire la statale 421”.

Gli amministratori presenti hanno ricordato quanto quella via di comunicazione sia importante tanto per l’economia che per la vita della comunità ed hanno auspicato che quanto prima possa essere avviato un intervento definitivo sulla statale. All’incontro hanno partecipato anche Stefano De Vigili, dirigente del Dipartimento Infrastrutture e trasporti e Filiberto Bolego, del Servizio Gestione strade.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza