Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Continuano i vandalismi a Croviana. L’amaro sfogo del Sindaco Laura Ricci

Pubblicato

-

Continuano i vandalismi a Croviana in val di Sole.

Ieri sera 2 novembre 2019, intorno alle 21 è stato dato fuoco alla casetta davanti al Mulino museo dell’ape di Croviana.

Si tratta dell’ennesimo atto di vandalismo accaduto nelle ultime tre settimane.

Pubblicità
Pubblicità

A denunciarlo con un post la sindaca di Croviana Laura Ricci, amareggiata e preoccupata della situazione, che ha ringraziato il pronto intervento dei vigili del fuoco volontari del Comune.

Purtroppo non è il primo episodio del genere che interessa la piccola comunità della val di Sole. Nelle ultime settimane infatti si sono reiterati vandalismi via via sempre più pesanti prima dell’epilogo di ieri sera.

Pubblicità
Pubblicità

La casetta è stata sistemata nella primavera da un gruppo di ragazzi di Croviana e poi nel mese di luglio ne è stato vietato l’utilizzo da parte dell’amministrazione comunale a seguito di usi non autorizzati e non accordati agli utilizzatori.

«Sono amareggiata e preoccupata per quanto accaduto e per le motivazioni che sottendono il gesto – si legge nel post del Sindaco Laura Ricci – fatto contro un bene pubblico che come tale va gestito e utilizzato. È da tempo che segnaliamo la necessità di avere delle telecamere ed ora, purtroppo non è più possibile attendere. È però, profondamente grave che nella comunità si annidino sospetti e paure e che per questo si debba aumentare il controllo sociale e la sfiducia verso gli altri».

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco termina chiedendo la massima partecipazione e aiuto per cercare le motivazioni di chi mette in atto tali gesti giudicati intollerabili e pericolosi per i danni materiali e morali che essi arrecano a tutta la comunità

Fra le risposte al post del Sindaco anche un «Chi sa parli» che potrebbe essere di buon auspicio per rintracciare i responsabili. Anche il paese di Malè denuncia nell’ultimo periodo episodi di danneggiamento reiterati verso i lampioni.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Denno, la Corale Monteverdi festeggia 40 anni di passione per il canto

Pubblicato

-

Sabato scorso la Corale Monteverdi è tornata là, dove tutto era iniziato. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A Sfruz un laboratorio creativo per 100 ragazzi con disabilità e non, per creare ponti d’unione tra le persone

Pubblicato

-

Due dipinti realizzati dai ragazzi durante il laboratorio

“Le stufe ad olle di Sfruz: laboratorio creativo tra passato e presente” è il titolo di un interessante progetto di carattere sociale, artistico ed educativo ideato dall’associazione “Casa degli Scoiattoli” in collaborazione con il Comune di Sfruz, l’associazione Antiche Fonaci e l’Accademia Anaune delle Valli del Noce. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Statale 421 tra San Lorenzo e Molveno, proseguono i lavori di messa in sicurezza

Pubblicato

-

Si conta di riaprire la statale 421, ancora chiusa tra San Lorenzo in Banale e Molveno, nei prossimi giorni, appena terminati i lavori di messa in sicurezza che la stanno interessando dopo la frana del 23 novembre scorso.

Nel frattempo, da domani, la strada alternativa, in località “Moline” sarà aperta, con il presidio di personale del Servizio Gestione strade della Provincia, anche dalle 11 alle 13, oltre che dalle 7 alle 8 e dalle 17.00 alle 18.30, com’era già previsto.

In rappresentanza della Giunta, l’assessore competente ha fatto il punto della situazione in un incontro avvenuto questo pomeriggio a Trento, presenti i tecnici provinciali, il presidente della Comunità della Paganella, e sindaco di Fai, Gabriele Tonidandel, i sindaci di Molveno, Luigi Nicolussi, di Andalo, Alberto Perli e di San Lorenzo-Dorsino, Albino Dellaidotti, accompagnato dal vicesindaco Rudi Margonari.

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo lavorando – ha confermato l’assessore – per riaprire la strada a breve, in sicurezza. Purtroppo la situazione della parete rocciosa a monte della strada non ci ha ancora permesso di farlo, nonostante l’impegno degli uffici provinciali coinvolti e della ditta privata che sta operando. Confidiamo servano ancora pochi giorni“

Una situazione che si intende gestire con un intervento importante: lo stesso presidente Fugatti ha confermato la volontà, già espressa in precedenti occasioni, di affrontare strutturalmente le condizioni di quella strada per la quale sono già disponibili risorse a bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

“Un’ispezione con l’elicottero – ha ricordato il dirigente del Servizio Gestione strade Giancarlo Anderle – ci ha permesso di vedere come un nuovo crollo, dopo quello del 23 novembre, abbia quasi riempito le barriere paramassi, che adesso devono essere svuotate. La ditta che ci sta lavorando ipotizza di finire questa operazione, se non ci sono altri imprevisti, entro giovedì 12 dicembre. A seguire, con il parere favorevole dei geologi, si può pensare di riaprire la statale 421”.

Gli amministratori presenti hanno ricordato quanto quella via di comunicazione sia importante tanto per l’economia che per la vita della comunità ed hanno auspicato che quanto prima possa essere avviato un intervento definitivo sulla statale. All’incontro hanno partecipato anche Stefano De Vigili, dirigente del Dipartimento Infrastrutture e trasporti e Filiberto Bolego, del Servizio Gestione strade.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza