Connect with us
Pubblicità

Società

Quando “ influencer” diventa sinonimo di cattivo esempio!

Pubblicato

-

chiara ferragni pubblicità illecita

Il trionfo dell’ignoranza passa anche per il web: blogger ed influencer (influenzatori di consumi) che parlano di tutto millantando conoscenza senza né titoli, né competenze od esperienza!

Pochi giorni fa il giornalista Nicola Porro attaccava Chiara Ferragni sul suo blog: “È il vuoto pneumatico. Inietta aria nelle vene dei giovani”.

In effetti la bella influencer è amata molto per il suo successo, che fine a sé stesso, e che si moltiplica e fa leva prevalentemente sull’invidia sociale della ricchezza, non come strumento ma come mero fine.

Pubblicità
Pubblicità

Porro afferma :“Chiara Ferragni sta facendo quello che neanche gli eroi più negativi del rock’n’roll hanno fatto: sta spegnendo una generazione. Certo non inietta droga nelle vene dei più giovani ma inietta qualcosa di ancora più letale: aria”!

E’ del tutto evidente che il successo e la fama siano dati da delle doti naturali della Ferragni così come è pacifico che come molti “influencer” non siano un modello positivo, soprattutto per i più giovani che si lasciano affascinare dall’effimero e che seguendola perdono capacità di valutazione oggettiva della realtà e diventano inutilmente confusi.

“Su Instagram c’è il vuoto pneumatico, c’è l’idiozia del sorridere a tutti i costi, dell’esibire la ricchezza, il figlio che pronuncia “mamma, papà, tata” sullo sfondo di grattacieli di panorami di desolazione di gusto, di pacchianeria, di non educazione alla Bellezza ma alla moda, che è un’altra storia e non l’ennesima stories”.

Pubblicità
Pubblicità

La disinformazione è causata da influencer e blogger stipendiate da noti marchi per vendere qualsiasi prodotto! Passi per generi come i vestiti ed i profumi ma si è arrivati anche a trattamenti medici, sbiancanti per denti illegali, latte in polvere pubblicizzato contro le normative che lo vietano e molto altro ancora.

In Italia i legislatori hanno creato degli Ordini, Collegi ed albi costosi e pieni di burocrazia quasi per ogni attività ma gli influencer evidentemente sono al di sopra del controllo del lentissimo legislatore. Nicola Porro ha ragione, se non fermati vanno almeno seriamente regolamentati!

“Chiara Ferragni mette in (s)vendita persino suo figlio Leone, alias Leoncino, che è una vittima sacrificale al servizio di brand e aziende di moda

Se fanno giornalismo e scrivono quello che vogliono perchè l’Ordine dei giornalisti non li combatte seriamente ed efficacemente? Quando divulgano,operano e promuovono trattamenti medici perchè le categorie non insorgono contro questi abusi della professione e pubblicità ingannevoli/vietate?

L’associazione UNIVERSAL Salute – diritto – lavoro di Trento, attiva in ambito culturale e giuridico/ sanitario ha sollecitato gli Ordini professionali competenti e le associazioni di tutela dei consumatori più note segnalando i presunti abusi delle influencer e blogger più famose e che hanno promosso campagne discutibili

Nessuno infatti ha più notizia della foto poi rimossa da Chiara Ferragni con il figlio Leo, di pochi mesi, un biberon e un contenitore giallo di latte artificiale. Già la foto su Instagram, poi rimossa, della regina del social network non lasciava dubbi su quello che il post rendeva esplicito: “Quando sono in viaggio, mi manca tantissimo il mio bambino. Mi rassicura sapere che però ha una riserva (di latte). Solo il meglio per il mio Leo”, scrive Chiara. E continua: “Ho scelto ++++ perché è simile al latte materno”. Che potere di controllo hanno le nostre associazioni dei consumatori?

Pubblicizzare il latte artificiale invece non è possibile perché, almeno in Italia, è vietato dalla legge, in particolare dall’articolo 10 del decreto numero 82 del 9 aprile 2009, in attuazione della direttiva europea 2006/141/CE, che recita: “La pubblicità degli alimenti per lattanti è vietata in qualunque modo, in qualunque forma e attraverso qualsiasi canale, compresi gli ospedali, i consultori familiari, gli asili nido, gli studi medici, nonché convegni, congressi, stand ed esposizioni”.

Il post di Ferragni era scritto in inglese e pensato per il pubblico che arriva al suo profilo Facebook da tutto il mondo. Anche il marchio promosso era quello di un’azienda statunitense, tant’è che la compagna del rapper Fedez lo sponsorizzava come “il numero 1 raccomandato dai pediatri negli Stati Uniti”. Ma la scelta è stata comunque quella di rimuovere il post, una decisione che Ferragni non prende di frequente.

Oltre alla pubblicità camuffate ed esentasse sui social media ( che sono tra i più grandi elusori fiscali a scapito dei piccoli imprenditori) davvero non si comprende come sia possibile questa preoccupante assenza di regole (peraltro la legislazione italiana ancora non considera i social network editori, nonostante, l’outing di Mark Zuckerberg parli chiaro:“Siamo una media company, Facebook è un giornale”.

Negli usa ci sono perlomeno le 7 regole che la Federal Trade Commission ha indicato per le agenzie pubblicitarie che vogliono lanciare una campagna sui social network e che in Italia non sono nemmeno lontanamente conosciute.

  • La dicitura “sponsorizzato” deve essere chiara, facilmente visibile e comprensibile dai consumatori, soprattutto quelli “meno” protetti: bambini, anziani, ecc..
  • L’indicazione del contenuto sponsorizzato deve avvenire in due modi contestuali: jingle ed etichetta.
  • L’etichetta “sponsorizzato” deve essere ben distinguibile e non inserita vicino a loghi o altri elementi visivi in modo da creare confusione.
  • Deve essere inserita anche in streaming video e deve essere facilmente visibile e udibile.
  • Deve essere presente in qualsiasi comunicazione pubblicitaria su Internet e non può essere cancellata.
  • La dicitura deve essere scritta nella lingua dei consumatori-target e in tutte le altre lingue dei Paesi in cui la campagna social è veicolata.
  • La comunicazione deve essere conforme ai requisiti in ogni mezzo di fruizione.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]
  • Spostarsi con un taxi volante: dal 2023 inizia il progetto Volocopter 2X
    Negli ultimi anni l’idea di mobilità cittadina sta cambiando ed evolvendo in nuovi modelli di business affacciandosi ed avvicinandosi sul mercato automobilistico. Per ovviare al problema del fiume di automobili e veicoli senza fine, tipici di un traffico congestionato, la compagnia tedesca Volocopter in parntership con la Japan airlines ha annunciato la possibilità di sfruttare […]

Categorie

di tendenza