Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Lavori manutenzione stradale Pergine Valsugana: cittadini inferociti, monta la protesta sui social

Pubblicato

-

Monta la protesta sui social da parte di alcuni cittadini che criticano l’amministrazione comunale per i lavori di manutenzione stradale non eseguiti a Pergine Valsugana.

I disagi e i malesseri di molti cittadini sono letteralmente scoppiati a seguito di una incomprensibile decisione di disegnare le strisce blu dei parcheggi a pagamento su un tratto si strada degradata ed usurata che nell’arco di poco tempo sarà da rifare completamente. 

Secondo molti infatti è inutile rifare le strisce prima di asfaltare le strade. In poche parole le buche e il degrado del manto stradale rimangono, i parcheggi a pagamento anche.

Pubblicità
Pubblicità

I lavori sono stati fatti nella giornata di lunedì, quando invece si poteva optare per il mercoledì quando i negozi commerciali sono chiusi. «Sembra facciano apposta per danneggiarci» – scrive un’internauta su facebook. 

Anche lo stesso sindaco Oss Emer si dichiara stupito, ammettendo l’errore e scrive in risposta alla critiche: «Effettivamente dagli uffici è stata data un’autorizzazione per il rifacimento di tutte le strisce blu a Trentino Trasporti. Mi sono accorto ieri mattina e sto cercando di porvi rimedio. Un errore, a mio parere effettivamente bastava farlo di mercoledì»

I malumori sono poi cresciuti anche per il momento di grave crisi che il centro storico di Pergine sta passando per colpa della continua chiusura di esercizi commerciali.

C’è chi grida allo spreco, chi all’incompetenza e chi alla mancata organizzazione.

Pubblicità
Pubblicità

C’è anche chi ammette che dovrà chiudere il proprio negozio per il problema dei parcheggi. Proprio per colpa del  dissesto delle strade di Pergine Valsugana nell’ultimo periodo alcuni cittadini sarebbero caduti ferendosi anche in modo grave. Sui social di parla addirittura di un vero e proprio bollettino di guerra dove un’anziana caduta per colpa del dissesto stradale si è rotta un braccio.  I commenti sui gruppi «Te sei “de Perzen” se…» si sprecano:  «dove ci sono parcheggi blu non vado, per me un centro con parcheggi a pagamento è morto, non ci vado.. piuttosto vado in un’altra zona, centro commerciale o ordino da internet»scrive Marco

Pubblicità
Pubblicità

Flavia delusa spiega: «Un’ora fa percorrevo le vie del centro storico di Pergine. Mi guardavo intorno sconsolata: troppi negozi chiusi e sfitti da mesi. Il mio sarà tra i prossimi a trasferirsi…ma l’amministrazione dov’è? Questa è la conseguenza dell’abbandono, pochi parcheggi e tutti a pagamento (salati pure), multe continue per i nostri utenti e per noi, nessuna formula accattivante per i gestori, fra poco i parcheggi saranno colmi di autobus che porteranno i turisti ai mercatini ed esploderemo come ogni anno.
Una domanda: ai turisti faremo vedere solo una sfilza di AFFITTASI?»

C’è poi chi spera nei mercatini di Natale e chi da la colpa ai centri commerciali. Tutti hanno la propria ricetta, ma intanto i negozi di Pergine Valsugana chiudono.

Ad aggravare ancora di più la situazione ecco l’entrata in scena dei vandali.

Di ritorno dalla pausa pranzo una signora si è ritrovata la sua Citroen C1, parcheggiata nel parcheggio sottostante la chiesa, tutta «rigata» (foto)

                   

 

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

La Sosat piange Luca Gretter scomparso a soli 43 anni

Pubblicato

-

Cantava nella sezione dei baritoni, nel Coro della Sosat, Luca Gretter, scomparso improvvisamente, all’età di 43 anni, lasciando affranta la famiglia sosatina ed i coristi.

Un cantore appassionato e con un forte attaccamento al Coro dove cantava nella Sosat dal 1997.

Lo ricorda il presidente del Coro Andrea Zanotti: “Luca è stato un compagno di strada ed un cantore allegro e generoso. La notizia della sua scomparsa è stata davvero un fulmine a ciel sereno, una botta improvvisa che ci lascia ancora intontiti e senza parole.

Pubblicità
Pubblicità

E’ il male assoluto che ha fatto capolino; esattamente come si dice del lupo nella canzone “La pastora”, che salta fuori nero nero dal bosco e si mangia il più bel capretto che la pastora aveva aveva.

Luca Gretter lascia nel profondo dolore l’adorato figlio Nicholas, la mamma Flavia, il papà Beniamino e il fratello Stefano.

I funerali saranno celebrati oggi, sabato 7 dicembre 2019 alle ore 16.00 nella chiesa parrocchiale di Pergine Valsugana

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Cade in Val d’Ilba, 26 enne di Telve Valsugana salvata dal soccorso alpino

Pubblicato

-

Alle 13.40 il soccorso alpino è stato allertato per soccorrere una scialpinista in Val d’Ilba tra il Monte Fravort e il Monte Cola (gruppo del Lagorai) a una quota di circa 2.000 m.s.l.m.

La ragazza, una ventiseienne di Telve Valsugana, stava scendendo con gli sci insieme al compagno e al cane quando, cadendo, si è procurata un trauma all’arto inferiore.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero, il quale ha trasportato in quota il Tecnico di Elisoccorso e l’equipe medica.

Pubblicità
Pubblicità

In una seconda rotazione ha trasferito sul posto anche un operatore della Stazione Bassa Valsugana del Soccorso Alpino.

Dopo le prime cure mediche, la ragazza è stata imbarcata a bordo dell’elicottero per il trasporto all’ospedale di Borgo Valsugana, mentre il compagno e il cane sono stati accompagnati a valle in sicurezza dall’operatore della Stazione Bassa Valsugana.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Trovati due asinelli a Cirè di Pergine. Dopo alcune ore rintracciato il proprietario

Pubblicato

-

Singolare e simpatico episodio quello successo oggi a Pergine nel primo pomeriggio di oggi

Sono stati infatti trovati in località Cirè mentre girovagavano da soli due graziosi asinelli, uno nero e l’altro marroncino.

I due animali sono stati subito legati per evitare una nuova fuga ma nonostante questo hanno subito fatto amicizia coloro che li hanno trovati.

PubblicitàPubblicità

Dopo circa 2 ore è stato rintracciato il proprietario che è venuto a prenderli.

Pare che gli asinelli siano fuggiti da un recinto ubicato vicino al centro commerciale di Pergine.

Un paio di settimane fa nel prato adiacente allo stesso centro erano stati notati una decina di asini liberi di scorrazzare.

L’episodio di oggi potrebbe essere premonitore per il 13 dicembre, giorno di santa Lucia, dove è tradizione lasciare il sale, il fieno e la farina per l’asinello della santa che porta in groppa i doni per i bambini. Il mattino del 13 dicembre, al loro risveglio, i bimbi trovano un piatto con le arance e i biscotti consumati, arricchito di caramelle e monete di cioccolato.  Fra ironia, dolcezza, tradizione e leggenda alla fine tutto è andato bene e gli asinelli sono tornati a casa. foto pubblicata da Francesca Paris sul gruppo di «Sei di Pergine se…»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza