Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

La Rotaliana stende il Comano Terme. In casa finisce 4-1

Pubblicato

-

La gara di oggi rischiava di essere già una sfida salvezza. La larga vittoria allontana i fantasmi dei bassifondi e ridà ossigeno alla classifica.

Complici le assenze di Imperatore in difesa e Pancheri a centrocampo, l’allenatore Marignoli è costretto a rimaneggiare la squadra: Biaggini nella nuova veste di difensore centrale e Tommaso Moser mezz’ala.

Il Comano parte subito forte. Dopo pochissimi minuti Forcinella salta un paio d’avversari e si accentra.

Pubblicità
Pubblicità

Dal limite dell’area il tiro lambisce il palo alla sinistra di Rossatti. E’ solo un’illusione perché da qui in poi il Comano sparisce dai radar.

La Rotaliana inizia a prendere campo e a dominare in qualsiasi zona del campo.

Su un calcio d’angolo di Rella, il portiere avversario Lorenzi smanaccia sui piedi di Biaggini. Chiamato in causa anche come goleador, la conclusione viene respinta sulla linea dalla difesa.

Pubblicità
Pubblicità

Al quarto d’ora il Comano rischia la figuraccia. Da un lancio lungo della difesa il centrale Litterini anziché allontanare, con un colpo di testa sbilenco manda Rella solo davanti al portiere.

La punta ex Trento tira debole e centrale e il portiere riesce a mandare in angolo.

Non c’è neanche il tempo di disperarsi che dagli sviluppi del calcio d’angolo Wegher risolve tutto.

Dal cross di Rella la difesa spazza, ma è proprio quando il pericolo sembrava scampato che Wegher scappa sul filo del fuorigioco e colpisce. 1-0.

Dal gol del vantaggio la partita per la squadra di casa comincia ad essere di discesa.

La trama di gioco si trasforma in un calcio alla brasiliana fatto di dribbling, scambi di prima e lanci al millimetro. Ceccon si permette addirittura di dribblare in difesa.

Tutto appare più facile. Allo scadere del primo tempo un siluro di Rella viene respinto da Lorenzi sui piedi di Orsini. Tutto solo fa 2-0.

Si chiude il primo tempo con una Rotaliana che strappazza il Comano. La squadra ospite pecca di organizzazione tattica.

I reparti appaiono scollati e il seppur folto centrocampo (Hmaidouch, Consolati, Dalponte e Calliari) viene sistematicamente saltato in dribbling da Dauti , da Moser e da Bonenti.

Si apre il secondo tempo e da calcio d’angolo di Rella, Ruggiero stacca e fa 3 a 0.

Il Comano è ormai sotto a un treno. Senza pietà la squadra di casa continua ad attaccare e dagli sviluppi di un altro calcio d’angolo Moser pesca Orsini che fa 4-0.

Il risultato tennistico monta la testa ai giocatori di casa che iniziano a calare improvvisamente il ritmo partita.

Il match si trasforma in una sgambata e il Comano, capendo il momento, cerca di difendere almeno l’onore.

Alla mezz’ora Ciurletti imbuca per Bosetti. Il fantasista ospite salta secco Bonenti e mette dentro. 4-1.

È solo uno sprazzo di giallonero, perché puntualmente da qui in poi la squadra sparisce dal campo.

La Rotaliana ritorna a macinare gioco e palle gol, che vengono però sprecate in maniera imbarazzante.

Bonenti lancia Moser solo davanti a Lorenzi. Il tiro è debole e centrale ma nonostante ciò l’estremo difensore ribatte sui piedi dello stesso Moser che per la seconda volta indisturbato spreca tutto.

Lo spettacolo non è finito. Bonenti mette il motorino e si fa tutta la fascia senza che nessuno riesca a contrastarlo.

Sul cross rasoterra non esce Lorenzi e Orsini a porta vuota in scivolata appoggia fuori.

Sul finale tra le file della Rotaliana c’è anche posto per Diego Iori. Il roccioso centrocampista classe 2001 della Juniores entra e si fa male alla testa.

Prima che l’arbitro fischi c’è spazio anche per un altro clamoroso gol sbagliato. Bonenti in un’azione fotocopia questa volta pesca il neoentrato Bergamo.

A un metro dalla porta il tiro è per l’ennesima volta debole e centrale.

Dopo una grande prestazione, gli ultimi venti minuti hanno fatto venire i capelli dritti ai tifosi di casa.

Complessivamente è stata una partita dominata sotto tutti gli aspetti, favorita anche dalla mancanza di gioco del Comano.

La squadra delle Giudicarie non è riuscita a imporre le proprie trame costruttive e nemmeno a contenere gli avversari. È stata davvero poca cosa.

ROTALIANA (4-3-3) : Rossatti, Ruggiero, Biaggini, Ceccon (45’ st Marinchel), Ermon,Bonenti (43’st Iori), Dauti, T. Moser, Wegher, Rella (36°St Bergamo), Orsini. All: Marignoli.
COMANO TERME (4-4-2): Lorenzi, Ciurletti, Litterini, Gjioni (37’st Speranza), Fusari, Hmaidouch H., Calliari (45’st Pellegrini) , Consolati (32’st Poletti), Dalponte (37’st Hmaidouch B.), Bosetti, Forcinella (38’st Rigotti).
Reti: 20’pt Wegher (R), 44’pt Orsini (R), 1’ st Ruggiero (R), 25’st Orsini (R), 28’st Bosetti (C)
Ammoniti:
Arbitro: Bazzo A. di Bolzano
Note: spettatori 300 circa

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza