Connect with us

Trento

Strage al Parco Oipa di Mattarello: colpito al cuore il mondo animalista, e non solo trentino

Pubblicato

-

Con la strage di animali al Parco Oipa di Mattarello è stato colpito al cuore il mondo animalista, e non solo trentino.

Strangolati e bastonati fino all’ultimo respiro, animali del tutto inermi come potevano essere oche e conigli, si è voluto umiliare quello spirito di protezione e di riscatto che il mondo animalista vuole dare a bestioline con un passato fatto di abbandoni e maltrattamenti.

Ecco, quello spirito è l’unica cosa comune ad una serie di realtà che più frammentate di come sono, non potrebbero davvero esserlo. Infatti nei commenti a caldo a fianco del silenzio (negativo) degli antagonisti delle lotte animaliste, le critiche più feroci sono arrivate proprio da chi fa parte dello stesso mondo protezionista.

Pubblicità
Pubblicità

Ci si è spinti ad ipotizzare che sia stato strumentalizzato un naturale attacco di faine o martore, al solo scopo di farsi pubblicità.

A fianco di questo le minacce, numerose e frequenti alla pari degli insulti che piovono ogni volta che l’Oipa attacca: sequestri di animali maltrattati, difesa ad oltranza di orsi e lupi, denuncia della crudeltà della macellazione e della vivisezione.

Qualcuno l’altra notte ha voluto colpire degli animali indifesi con una vigliaccheria che non è degna dell’essere umano. Hanno colpito in una zona isolata e priva di telecamere animali assolutamente innocui che avevano imparato a familiarizzare con l’uomo, grazie all’opera dei volontar

Ma proprio l’aver scelto un luogo isolato per colpire potrebbe essere il punto debole.

Chissà che non sia stata segnalata una macchina parcheggiata incustodita lungo la tangenziale, oppure che un numero di targa non sia stato preso da chi ha visto una macchina immettersi su una strada isolata di campagna in piena notte?

Pubblicità
Pubblicità

Intanto però resta il dolore, la tentazione di mollare tutto, perché nulla sarà più come prima. Sì, perché quello che è successo a Mattarello dimostra che in Trentino non possono più stare tranquilli nemmeno gli animali in giardino.

Non sono stati presi da disperati affamati, ma da vili individui che li hanno uccisi, lasciandoli la dove avevano esalato l’ultimo respiro. Gli stessi vigliacchi che si divertono a disseminare di bocconi avvelenati gli itinerari delle passeggiate o peggio ancora le aree cani.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]

Categorie

di tendenza