Connect with us
Pubblicità

Trento

Il ricordo di Vaia, cerimonia a Baselga di Pinè

Pubblicato

-

Alla fine di ottobre sarà ormai trascorso un anno dalla tempesta Vaia.

Le ferite lasciate sul terreno e alle comunità il cui territorio è stato maggiormente colpito stanno lentamente affievolendosi, grazie all’azione congiunta portata avanti a differenti livelli: istituzionale, operativo, volontario, civico, privato.

La tempesta Vaia ha provocato 330 milioni di euro di danni in Trentino, coperti solo per 230 milioni dallo Stato.

Pubblicità
Pubblicità

Per ringraziare quanti hanno collaborato e stanno collaborando alla ricostruzione del paesaggio e del senso di identità delle comunità il Comune di Baselga di Pinè ha voluto organizzare un momento a ricordo di questo primo anno di attività.

Così oggi pomeriggio è stato il Santuario di Montagnaga di Pinè ad ospitare una messa ed una cerimonia che l’Amministrazione comunale ha voluto per ringraziare, con una targa ricordo in legno, quanti hanno lavorato per ricucire e risanare le ferite della tempesta, ancora oggi visibili ad esempio sul versante di Costalta e nell’area di Bedolpian.

Un ringraziamento al quale si è unito anche il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco di Baselga di Pinè Ugo Grisenti ha ricordato i terribili momenti di quella notte. “L’abitato di Faida era isolato, una pianta è atterrata sopra un’autobotte dei Vigili del fuoco, sotto la quale i pompieri si sono riparati. “Tieni aperte le strade” mi chiedevano dalla centrale operativa di Trento, il coordinamento ci fu quella notte. C’era un grande spirito di collaborazione. Avevamo dato la priorità alle vasche dei nostri acquedotti. Ci vorrà qualche anno per sistemare tutto. La Provincia ci ha concesso tre primi finanziamenti, per un milione di euro complessivamente. La comunità c’è, con grande volontà e spirito di squadra, sono certo che riusciremo a riportare l’altopiano alla bellezza che gli è propria”.

Anche il presidente Fugatti ha voluto ringraziare i pinetani, ma anche, e lo ha fatto in lingua tedesca, le ditte austriache che hanno collaborato in questi mesi alla rimozione degli alberi schiantati. “Siete stati i primi, voi pinetani, a porvi il problema del dopo Vaia, degli interventi di ripristino post evento. In quei giorni il Trentino ha dimostrato di saper reagire, il lavoro fatto è stato immane, con rischi anche personali da parte degli operatori. È giusto ricordare quell’evento e sapere quello che dobbiamo ancora fare per tornare a ripristinare il territorio. Domani a Trento ricorderemo Vaia a nome di tutte le comunità del Trentino, ma questo momento organizzato dal Comune di Baselga di Pinè è altrettanto significativo.”

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]

Categorie

di tendenza