Connect with us
Pubblicità

Trento

Cure intermedie: le precisazioni dell’assessore Segnana

Pubblicato

-

“Gli interroganti sono perfettamente al corrente della situazione venutasi a creare presso la struttura di via Piave, che ha visto fra l’altro le dimissioni presentate dal direttore Bottamedi alcune settimane or sono e delle quali siamo venuti a conoscenza dai giornali”.

A dichiararlo l’assessore alla salute Stefania Segnana, chiamata a rispondere al gruppo consigliare del Patt circa la scelta di spostare presso l’ospedale san Camillo il servizio di cure intermedie.

“Piuttosto – precisa Segnana – invito i consiglieri del Patt a domandare direttamente alla presidente Stenico nominata dalla precedente Giunta, come mai il suo predecessore aveva aderito a tale progettualità rendendo un servizio importante al capoluogo e ritenendo le tariffe e l’organizzazione coerenti con il bilancio dell’Apsp mentre lei – dopo solo pochi mesi dal suo insediamento – ha ritenuto tali attività, insostenibili dal punto di vista economico tanto da domandarne la chiusura e la riconversione in 20 posti letto di Rsa”.

Pubblicità
Pubblicità

La cronaca: dal luglio 2017 si era avviata una sperimentazione presso la struttura Beato de Tschiderer che prevedeva di destinare 20 posti letto alle cure intermedie, quelle cioè richieste da pazienti dimessi dagli ospedali ma che necessitano comunque di un periodo di convalescenza in ambiente protetto, soprattutto per quel che riguarda la somministrazione di farmaci e terapie adeguate. A luglio del 2018 è stata concessa una ulteriore proroga alla sperimentazione fissata in step successivi.

Per terminare la fase di sperimentazione, da parte dei servizi del dipartimento politiche sanitarie provinciali sono iniziati i confronti con la presidenza della casa di riposo al fine di determinare le tariffe per gli ospiti e la tipologia di servizi erogabili direttamente dall’Apsp al momento a carico dell’azienda sanitaria.

Il 24 luglio scorso la presidente Stenico ed i suoi collaboratori sono stati ricevuti presso il dipartimento provinciale ed hanno manifestato formalmente la difficoltà economica causata dalla presenza del reparto di cure intermedie valutando in circa 60 mila euro la perdita economica annuale. In tale sede veniva richiesto dalla presidente Eleonora Stenico l’incremento delle tariffe vigenti o la trasformazione dei 20 posti letto in altrettanti posti di Rsa e la contestuale  chiusura delle cure intermedie. Il dipartimento si riservava di verificare i conteggi economici esposti anticipando che non corrispondevano alle valutazioni economiche-organizzative elaborate in Provincia.

Pubblicità
Pubblicità

Il 6 agosto scorso Stenico veniva convocata presso il dipartimento per un nuovo confronto sulle tariffe al quale partecipava il solo direttore Bottamedi, che formalmente non ha accettato quanto proposto.

Il giorno successivo Bottamendi riferiva verbalmente dell’impossibilità del Cda dell’Apsp di riunirsi per esaminare la proposta formulata dal dipartimento il giorno precedente. In assenza di ulteriori comunicazioni da parte della stessa Apsp in data 27 agosto veniva quindi prorogata ulteriormente la sperimentazione fino al 31 ottobre per evitare interruzioni del servizio.

Il primo ottobre Stenico comunicava le decisioni assunte dal Cda nella seduta del 26 settembre 2019: si era deciso di non proseguire l’attività delle cure intermedie a fronte delle tariffe proposte e dei cambiamenti organizzativi richiesti. Prendendo atto con sorpresa della decisione del Cda maturata dopo molte settimane di silenzio, il dipartimento della salute ha immediatamente  convocato per il 2 ottobre una riunione per tentare un nuovo confronto sul tema.

Lo stesso 2 ottobre il direttore Bottamedi comunicava verbalmente l’impossibilità di partecipare all’incontro. Stante quindi la situazione venutasi a creare, e dopo un confronto con l’azienda sanitaria, volendo mantenere nel capoluogo tale servizio è stata quindi contattata la direzione del San Camillo che ha dato la sua disponibilità ad eseguire delle trasformazioni organizzative al suo interno atte ad aprire il servizio oggetto dell’interrogazione. Dai primi di novembre prossimo quindi  l’ospedale san Camillo sarà dotato di 11 posti letto destinati alle cure intermedie che aumenteranno a 20 posti entro fine anno.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]

Categorie

di tendenza