Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

In Val di Non si festeggia la fine della raccolta delle mele con la tradizionale “Goldenfest”

Pubblicato

-

La Val di Non si prepara a tingersi con i colori bianco-azzurri della Baviera. Con la fine della raccolta delle mele, torna infatti la tradizionale festa in stile tirolese “Goldenfest”.

L’appuntamento è per sabato prossimo, 26 ottobre, a partire dalle 19 al Centro dello Sport e del Tempo libero di Cles.

Giunta alla settima edizione, la festa organizzata dal Gruppo Giovani di Tuenno è pronta a far passare insonne il primo fine settimana “ozioso” agli agricoltori (e non solo).

Pubblicità
Pubblicità

Come da tradizione – osserva il presidente del Gruppo Giovani Gianmarco Valentiniquesta festa, entrata ormai nel cuore di tutti, ci aiuterà a chiudere in bellezza il mese di ottobre, proiettandoci verso la stagione invernale”.

Pubblicità
Pubblicità

Con tanta buona volontà – e superando ogni difficoltà – anche quest’anno i volontari si sono dati da fare. “Vogliamo dare a tutti la possibilità di festeggiare con le persone più care la fine dell’ennesimo ciclo, perché l’obiettivo del nostro Gruppo Giovani è quello di creare momenti di interazione e aggregazione sociale”.

Le porte del palazzetto, come detto, si apriranno alle 19, quando inizierà la cena tipica con la possibilità di scegliere tra diversi menù: Bavarese (wurstel, patatine fritte e crauti,); Noneso (tris di canederli: formaggio-speck-erbe e gulasch), Tirolese (stinco, polenta e crauti) e tanto altro.

Pubblicità
Pubblicità

Il tutto sarà accompagnato naturalmente da birra Hb Traustein Helles, spinata in modo tradizionale direttamente da tank per mantenere unico il sapore della bionda più amata di tutte.

Una delle novità – che quest’anno prenderà posto all’interno della struttura ospitante – sarà la roulotte allestita a bar della rinomata distilleria Marzadro, dove si potranno assaggiare i migliori liquori di loro produzione.

Durante la cena, gli ospiti non resteranno soli e annoiati: ad animare la serata ci saranno i Turbo Folk & Roll capitanati dal frontman Fiamaz che, con le loro folli animazioni, yodel e spaccate, faranno ballare le persone di ogni età.

La festa però non finirà qui: dopo la mezzanotte il palazzetto si trasformerà in una sala da ballo aperta fino a tarda notte con il Dj set di After Market Project e la voce di Sebastian.

Se volete passare una bella serata all’insegna della buona musica, buon cibo e tanta tanta allegria non esitate a venire all’evento più tonico dell’autunno noneso” è l’invito degli organizzatori.

Per godere a pieno della manifestazione, si consiglia di prenotare la cena al più presto, dato che i posti sono limitati, ai seguenti numeri: 348.9638654 e 346.8152754.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Ossana, stagionali a tariffe agevolate per i residenti sugli impianti di Folgarida e Pejo

Pubblicato

-

Nella foto di Marco Corriero la pista Monte Spolverino a Folgarida (fonte: valdisole.net)

È stata approvata dal Comune di Ossana la convenzione con le Funivie Folgarida che consente ai residenti di usufruire di tessere stagionali a costo agevolato, che includono la possibilità di utilizzare gratuitamente anche gli impianti e le piste di Pejo Funivie Spa. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

“TrentinAvventura”, un team tutto rosa in volo sopra le Dolomiti

Pubblicato

-

Otto ragazze che amano raccontare il proprio territorio e le proprie tradizioni attraverso lo sguardo vivace della donna. Ma anche esperienze incredibili, come quella vissuta a bordo degli ultraleggeri del Club Puma, grazie alla preziosa collaborazione del Campo Volo di Termon, sorvolando le Dolomiti per dare uno sguardo dall’alto alla Val di Non. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Alla scoperta della cucina africana con una cena di beneficenza a Cles

Pubblicato

-

Lodevole iniziativa quella proposta dalla Fondazione Ivo de Carneri in collaborazione con il Comune di Cles, il Gruppo dell’Oratorio di Cles, il Comitato Amici della Fondazione Ivo de Carneri e Why Insieme di Trento.

Per aiutare con una raccolta fondi il ‘Progetto Agricoltura’ realizzato sull’isola di Pemba in Africa (arcipelago di Zanzibar-Tanzania) è stata organizzata una cena di beneficenza intitolata “L’Africa e i suoi sapori” – piatti tipici della cucina africana – che avrà luogo giovedì 30 gennaio prossimo ad ore 20,30 presso l’Oratorio San Rocco a Cles in via Marconi.

Ricordiamo che Ivo de Carneri fu un eminente parassitologo nato a Cles nel 1927 e scomparso a Milano nel 1993, ricercatore della parassitosi dei bambini; nel 1988 si recò nell’Isola di Pemba (Zanzibar) cooperando con il programma istituito dal Ministero degli Esteri Italiano per il controllo della schistosomiasi genitoruriana; in veste di esperto si occupò di istruire il personale sanitario locale, e della costruzione di una struttura dedicata alla prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie parassitologiche.

Pubblicità
Pubblicità

In seguito alla scomparsa del Professore, per volere della sua famiglia, nel 1994 nacque la”Fondazione Ivo de Carneri” che, senza scopo di lucro, promuove e sostiene la lotta contro le malattie parassitologiche nei paesi in via di sviluppo ed incrementa gli studi di parassitologia per quanto attiene ai risvolti sociali delle stesse.

Le prenotazioni si effettuano entro lunedì 27 gennaio presso la Pro Loco di Cles.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza