Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Avio: adozione preliminare della 11° variante al PRG

Pubblicato

-

Il 15 ottobre u.s. il Commissario ad acta, arch. MAURO FACCHINI – nominato con deliberazione della Giunta provinciale n. 916 dd. 14.06.2019 – ha adottato in via preliminare, con deliberazione n. 1 dd. 15.10.2019 immediatamente eseguibile, la 11ª Variante generale al vigente Piano Regolatore Generale del Comune di Avio, come predisposta dal Servizio Tecnico della Comunità della Vallagarina in data dicembre 2018 a firma dell’arch. Andrea Piccioni.

Una variante finalizzata principalmente alla riclassificazione degli edifici all’interno degli insediamenti storici – mediante schedatura singola, alla rettifica delle aree fabbricabili, alla verifica sulla reiterazione dei vincoli espropriativi o di lottizzazione, all’individuazione cartografica delle opere pubbliche o di pubblico interesse, alla trasformazione di aree destinate all’insediamento in aree inedificabili su richiesta del privato (art. 45, comma 4 della l.p. 15/2015), alla verifica dell’attuazione del Piano sul recupero del patrimonio edilizio tradizionale montano mediante riqualificazione delle baite con integrazione del censimento e ridefinizione degli interventi ammessi (art. 104 della l.p. 15/2015).

Una variante, inoltre, che presta particolare attenzione nella verifica delle colture agricole presenti sul territorio, in coerenza con le indicazioni del piano stralcio in materia di aree agricole e agricole di pregio adottato dalla Comunità della Vallagarina (PTC) cui compete la precisazione delle aree agricole individuate dal Piano Urbanistico Provinciale.

PubblicitàPubblicità

Le aree agricole di pregio sono generalmente caratterizzate dalla presenza di produzioni tipiche nonché da un particolare rilievo paesaggistico, la cui tutela territoriale assume un ruolo strategico sia sotto il profilo economico-produttivo sia paesaggistico-ambientale, anche tenuto conto della normativa comunitaria relativa alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d’origine dei prodotti agricoli e alimentari.

Rimarcare il ruolo centrale del paesaggio e dell’identità culturale diventa quindi un passaggio imprescindibile per la pianificazione sostenibile del territorio, intesa come miglioramento della qualità ambientale, di benessere diffuso e d’individuazione dei fattori di competitività e di attrattività; il territorio non urbanizzato è quindi riconosciuto come un valore fondamentale nelle sue molteplici declinazioni (territorio agricolo, boschi, ambiti fluviali, pascoli, acque, etc.).

Pubblicità
Pubblicità

E’ stata altresì data risposta ai privati che avevano chiesto lo stralcio dell’edificabilità, sia in aree residenziali che produttive; i piani attuativi che risultavano scaduti sono stati rifunzionalizzati e si è proceduto alla verifica dei vincoli sulle aree preordinate all’esproprio. Anche le norme sono state aggiornate con il richiamo al Regolamento urbanistico-edilizio provinciale e con la conversione dei parametri edificatori in conformità con le disposizioni provinciali vigenti.

Particolarmente soddisfatti il Sindaco Federico Secchi e l’Assessore all’urbanistica Franco Franchini: «Anzitutto il nostro grazie al Commissario ad acta, arch. Mauro Facchini, nominato dalla Giunta provinciale dopo che la maggioranza dei consiglieri comunali si è dichiarata incompatibile. E grazie ai tecnici della Comunità di Valle ed ai nostri dipendenti comunali per la grande mole di lavoro svolto.

Pubblicità
Pubblicità

Come abbiamo già avuto modo di chiarire e dichiarare, questa 11ª Variante al P.R.G. voleva intanto, proseguire con le scelte pianificatorie già intraprese alcuni anni fa con l’adozione della 10ª Variante al P.R.G.. Si trattava, infatti, di ricalibrare le politiche edificatorie definite ormai più di dieci anni fa, che prevedevano anche l’occupazione a fini residenziali di aree con caratteri marcatamente agricoli.

Il nostro intento è stato quindi orientato allo sviluppo sostenibile del territorio attraverso il recupero e alla riqualificazione degli edifici esistenti, nonché la tutela dei suoli agricoli, anche sotto l’aspetto paesaggistico. Ma anche rispondendo altre richieste specifiche della comunità.

Come, ad esempio, l’inserimento di due nuovi parcheggi nella frazione di Borghetto, vicino alla stazione ferroviaria, ed in quella di Sabbionara. Oppure la previsione di una nuova area sosta camper e area sosta attrezzata. O ancora, nella zona di Vigo, una nuova area a parcheggio posta lungo la strada comunale che soddisfi le necessità di numerosi cittadini».

La documentazione relativa alla variante e la delibera di adozione rimarranno depositate presso l’Ufficio Tecnico Urbanistico comunale in libera visione al pubblico, durante l’orario di apertura degli uffici, e sul sito internet del comune per 60 (sessanta) giorni consecutivi a partire dal 18.10.2019 e fino a tutto il 17.12.2019.

Durante tale periodo chiunque ha facoltà di prendere visione della variante anzidetta e di presentare osservazioni nel pubblico interesse indirizzandole a: Comune di Avio – P.zza V. Emanuele III, 1 – indirizzo PEC: segreteria@pec.comune.avio.tn.it.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: fermata autovettura senza targhe, mai immatricolata, e non assicurata

Pubblicato

-

Continuano i controlli e la vigilanza del territorio da parte delle Compagnia Carabinieri, coordinate dal Comando Provinciale di Trento, per prevenire e contrastare i reati predatori e tutte quelle condotte che minano la sicurezza sociale.

I Carabinieri della Compagnia di Rovereto hanno svolto l’altro ieri un servizio straordinario di controllo sul territorio della Vallagarina.

In questo caso, oltre a svolgere un’azione di controllo e prevenzione, l’obiettivo dei militari è stato quello della sicurezza alla guida.

Pubblicità
Pubblicità

Diversi i posti di controllo effettuati nei punti nevralgici del territorio.

La lotta è alle condotte di guida pericolose, soprattutto con riferimento all’uso del cellulare o alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed alcooliche.

Pubblicità
Pubblicità

Le pattuglie nella mattina si sono concentrate nei pressi degli istituti scolastici i quali, seppur presidiati dagli agenti del traffico, sono spesso momento di frenate repentine seguite da altrettanto spedite ripartenze ed ingombro della sede stradale.

Ed è proprio in una di queste occasioni che i militari dell’Arma sono intervenuti nei confronti del conducente di un’autovettura che, nel effettuare una simile manovra, è stata sottoposta a controllo ed è risultata priva delle targhe perché mai immatricolata e conseguentemente sprovvista della obbligatoria copertura assicurativa.

Pubblicità
Pubblicità

Molte altre autovetture sono state sottoposte a controllo e alcune sono state segnalate per omessa revisione periodica del veicolo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

L’Assessore Spinelli ad Agrifest: “Valorizzare il territorio e promuovere l’attività agricola fra le giovani generazioni”.

Pubblicato

-

“Un’iniziativa che valorizza il territorio e in modo particolare l’agricoltura, un ambito che la Giunta provinciale considera fondamentale sostenere con specifici programmi di intervento”.

Così l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli ha salutato i visitatori della quarta edizione di Agrifest, la festa autunnale dell’agricoltura che si propone di offrire una vetrina al mondo dell’agricoltura, esponendo i suoi saperi e facendo incontrare i valori della tradizione con la ricerca e l’innovazione.

“Porto il saluto del presidente Fugatti e di tutta la Giunta provinciale” ha continuato Spinelli, “questa di oggi è un’occasione preziosa per far conoscere un settore primario dell’economia trentina e per promuovere verso le nuove generazioni l’attaccamento alla terra”.

Pubblicità
Pubblicità

Agrifest, infatti, oltre a far incontrare contadini e allevatori con la comunità locale e dare loro occasioni di confronto, si pone con una speciale proposta ai giovani e giovanissimi, grazie ad un ricco programma che in questo fine settimana ha voluto coinvolgere i più piccoli con mostre, laboratori, animazione e spettacoli.

Filone portante della festa rimane la valorizzazione dei sapori enogastronomici, con piatti della tradizione popolare, la presenza degli animali della fattoria e la mostra-raduno di trattori d’epoca. All’apertura delle giornata di ieri erano presenti anche il sindaco di Avio Federico Secchi con alcuni membri della Giunta comunale e il presidente dei Nu.Vol.A Giorgio Seppi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

A Villa Lagarina Trentino e Salisburgo siglano una nuova dichiarazione d’intenti per la collaborazione reciproca

Pubblicato

-

Una dichiarazione d’intenti per un proficuo rapporto di collaborazione fra la Provincia autonoma di Trento e il land Salisburgo, per uno scambio culturale nel settore linguistico, della ricerca scientifica, delle arti figurative, della musica e delle attività a favore dei giovani, è stata siglata nel tardo pomeriggio di ieri a Villa Lagarina dal presidente Maurizio Fugatti e dal landeshauptmann Wilfried Haslauer.

La sottoscrizione riprende una serie di protocolli firmati dalle due amministrazioni negli anni dal 1982 al 1999 e apre un fine settimana di incontri e cerimonie che vogliono sottolineare l’importanza ed il valore degli stretti legami storici, politici, economici e culturali che, per secoli, hanno caratterizzato i rapporti fra le due regioni e che Trentino e Salisburgo intendono riprendere in modo più intenso.

Una delegazione composta da importanti figure istituzionali del Land austriaco è, infatti, in visita da oggi a Villa Lagarina, per commemorare congiuntamente al Trentino i 400 anni dall’inizio del principato di Paride Lodron, il nobile prelato di origini lagarine che strinse in modo ancora più forte i legami già esistenti tra Salisburgo e il Welschtirol, l’attuale Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

“La vostra presenza testimonia l’importanza che date al legame fra le nostre comunità, unite da una storia comune di cui Paride Lodron è un esempio” ha detto il presidente Fugatti. Anche il landeshauptmann Haslauer, ringraziando per la cordiale accoglienza, ha ricordato alcuni esempi dei rapporti storici e culturali esistenti fra le due regioni. Dopo la sottoscrizione della lettera di intenti, Haslauer ha ricevuto dal presidente Fugatti l’Aquila di San Venceslao, l’onorificenza più importante dell’Autonomia trentina.

Oltre al landeshauptmann Wilfried Haslauer, accolto oggi pomeriggio a Palazzo Libera dal sindaco di Villa Lagarina Romina Baroni, fanno parte della delegazione salisburghese il direttore generale del Land Sebastian Huber, la presidente del Consiglio provinciale Brigitta Pallauf, il consigliere provinciale Josef Schöchl, il direttore della polizia del Land Franz Ruf e il capo delle Circoscrizioni cittadine Reinhold Mayer.

Pubblicità
Pubblicità

Il Trentino era rappresentato, oltre che dal presidente della Provincia e dall’assessore Achille Spinelli, dal presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder.

Insieme a voler commemorare congiuntamente al Trentino i 400 anni dall’inizio del principato di Paride Lodron, la presenza delle massime cariche istituzionali del Salisburgo e del Trentino a Villa Lagarina sono il segno dell’intenzione di rinnovare il proficuo ed amichevole rapporto di collaborazione già instaurato in passato.

Pubblicità
Pubblicità

Due brevi momenti musicali, curati dal maestro di pianoforte Franco Bosio, hanno aperto e concluso la cerimonia di oggi.

La nascita dell’Arge Alp nel 1972, il primo organismo di collaborazione interregionale transfrontaliera dell’arco alpino di cui tra l’altro il Salisburgo in questo periodo detiene la presidenza, non solo ha segnato una tappa fondamentale nell’ambito dei rapporti di collaborazione fra le regioni aderenti, ma ha anche contribuito a mettere in evidenza la presenza di molteplici settori e tematiche di comune interesse che hanno spinto poi singole regioni ad approfondire la collaborazione anche a livello bilaterale.

Per quanto riguarda il Land Salisburgo e la Provincia autonoma di Trento, già nel 1981 venne stipulato un accordo di gemellaggio, seguito nel maggio 1982 alla firma del primo protocollo d’intesa per la sua realizzazione, con la definizione di alcuni obiettivi principali.

Da allora e fino al 2004, il protocollo d’intesa venne rinnovato ogni cinque anni e molti sono stati i progetti e le attività realizzate nell’ambito di tale cornice, a beneficio e crescita reciproca delle due comunità.

Per concretizzare la volontà di voler ridare vita e incentivare i rapporti di collaborazione, verrà prossimamente costituito un gruppo di contatto, composto da funzionati designati dai due Presidenti, incaricato di intraprendere misure concrete.

Negli oltre 20 anni di intensa collaborazione fra Trentino e Salisburgo le iniziative e i progetti di scambio realizzati hanno prodotto risultati molto significativi, soprattutto nel campo della cultura, della musica e delle arti figurative.

A questa collaborazione va attribuita ad esempio la nascita, nel settembre del 1988, del Festival mozartiano di Rovereto; a Salisburgo è stata “esportata” una sezione del Filmfestival della Montagna di Trento; numerosissimi sono stati gli scambi di artisti salisburghesi e trentini negli atelier delle due regioni, assieme a varie collaborazioni fra scuole musicali, scambi di insegnanti, di mostre e rassegne diverse.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza