Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Comunali 2020 Riva del Garda: tutte le forze del centro destra insieme con un unico candidato Sindaco

Pubblicato

-

I movimenti di centro destra di Riva del Garda si portano avanti a anticipano l’alleanza a livello nazionale fra Salvini, Berlusconi e la Meloni che sarà consacrata domani a Roma in una manifestazione che si preannuncia da record grazie alla partecipazione di oltre 200 mila persone. Un’alleanza che in copia è stata rappresentata anche in provincia di Trento e che ha portato alla grande vittoria del 21 ottobre 2018.

I rappresentanti locali di Riva del Garda di Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e della lista civica La Ninfea si sono riuniti nella serata di ieri per discutere e definire il programma di coalizione da presentare agli elettori in vista delle prossime amministrative comunali.

L’incontro si è svolto nel rispetto delle forze politiche e civiche con la consapevolezza costruttiva di agire negli interessi della città e dei suoi abitanti.

PubblicitàPubblicità

I rappresentanti dei Partiti sono pronti a lavorare insieme e ripropongono a livello locale la coalizione attualmente al governo in Provincia.

Uno dei punti di forza del gruppo è il poter contare su un amministrazione provinciale pronta a dialogare non solo con Riva del Garda ma con tutti i comuni del basso Sarca fatto che, per una delle piu importanti realtà produttive e turistiche del Trentino, non può che essere di rilevanza strategica.

Pubblicità
Pubblicità

Le liste correranno con i propri simboli ma proporranno un unico candidato sindaco, scelto tra i tanti proposti da ogni singolo esponente, il cui nome è già sul tavolo delle trattative.

Per il momento non trapelano indiscrezioni anche se la coalizione tiene a far sapere che sarà un volto fresco, propositivo e giovane di Riva.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i punti programmatici che hanno tenuto banco durante l’incontro spiccano la questione della viabilità, la tutela dell’ambiente e altri punti tutti nell’ottica capace di estendersi all’intero Alto Garda.

La coalizione si dice disponibile ad accogliere tutti coloro ne condividano il programma e che siano disposti a lavorare per quel rilancio e quel cambiamento che Riva aspetta da troppo tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Arco: tenta di ammazzare la sua ex. Arrestato dai Carabinieri

Pubblicato

-

Lei lo aveva già denunciato per maltrattamenti e lesioni quattro anni fa.

Per tali fatti l’uomo era stato già condannato, ma nel pomeriggio di domenica scorsa è andato a casa della donna, armato di forbici e con l’intento di ucciderla.

La signora è salva grazie all’immediata chiamata fatta al 112 e al rapido intervento dei Carabinieri di Riva del Garda.

PubblicitàPubblicità

Nel primo pomeriggio di domenica 10 novembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Riva del Garda hanno arrestato un quarantenne del posto, che si è reso responsabile del tentato omicidio dell’ex consorte.

L’uomo ora si trova nel carcere di Trento a disposizione dell’AG e nella mattinata odierna si terrà l’udienza di convalida dell’arresto.

Pubblicità
Pubblicità

Domenica verso all’ora di pranzo, la vittima, una 29 enne di Riva del Garda, mentre si trovava in con il figlio di otto anni, ha sentito suonare alla porta e al citofono una voce maschile ha risposto papà.

La giovane donna insospettita dalla risposta ha ritardato ad aprire e pochi istanti dopo, ha sentito battere violentemente contro la porta di casa.

Pubblicità
Pubblicità

Immediatamente ha dato l’allarme ai Carabinieri, chiamando il 112.

I militari hanno raggiuto l’abitazione e hanno bloccato, con non poche difficoltà, l’azione violenta dell’ex marito, che stava ancora colpendo con calci e pugni l’uscio, dopo avere piegare la maniglia dell’ingresso.

Immobilizzato l’esagitato, l’attenzione dei Carabinieri si è rivolta ad una forbice, nascosta sotto un vaso del pianerottolo, che non risultava di proprietà della donna.

Dagli elementi raccolti nella circostanza, dalle testimonianze della donna e di alcuni vicini di casa, è stato possibile ricostruire minuziosamente l’accaduto e procedere all’arresto dell’ex marito, nella flagranza dei reati di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

La giovane madre, illesa, ha potuto rasserenare il figlio, che si era nascosto, per la paura di ciò che stava accadendo.

La vittima, come detto, aveva già denunciato in passato aggressioni e maltrattamenti da parte del marito, colpito da provvedimenti giudiziari, quali l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alla persona offesa, ma nel pomeriggio di domenica scorsa, la situazione è nuovamente degenerata e l’uomo fosse riuscito a raggiungere la ex moglie prima di essere bloccato dai Carabinieri, l’incolumità della donna sarebbe stata a fortissimo rischio.

Quest’ultimo avvenimento, fortunatamente conclusosi senza vittime, deve spronare tutte le vittime di violenza a denunciare immediatamente alle Forze dell’Ordine, senza titubanze, i soprusi subiti e soprattutto gli episodi violenti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Arco: dopo giorni di abbandono l’isola ecologica è tornata alla normalità

Pubblicato

-

A Vigne di Arco l’isola ecologica è rimasta per giorni in un totale stato di abbandono e degrado.

Intorno ai vari raccoglitori i rifiuti erano diventati sempre più numerosi tanto da occupare l’intera pedana dando una forte immagine di sporco.

L’allarme era stato lanciato sui social da parte di alcuni residenti che lamentavano una scarsa attenzione del comune nel merito.

PubblicitàPubblicità

Fortunatamente alcuni giorni fa una squadra specializzata mandata sul posto dalla Comunità dell’Alto Garda ha provveduto a ripulire l’area dagli innumerevoli rifiuti presenti.

La noncuranza di alcuni cittadini nel gettare i rifiuti negli apposti raccoglitori e il disinteresse degli addetti alla pulizia avevano fatto sì che i rifiuti si fossero accumulati per settimane.

Pubblicità
Pubblicità

Nel frattempo la cooperativa che si occupa della raccolta dei sacchi ha deciso di sollevare dall’incarico l’addetto precedente sostituendolo con un altro che sia più attento ed efficiente.

L’isola ecologica è ora tornata alla normalità, nella speranza che anche i cittadini facciano la loro parte.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Ceniga, tamponamento fra 3 auto. Ferito un 39 enne

Pubblicato

-

credits: vigili del fuoco Dro

L’allerta per i soccorsi è scattata alle 10.15 si stamane, domenica 10 novembre 2019 lungo la statale 45 bis all’altezza dell’abitato di Ceniga.

Tre autovetture sono state coinvolte in un tamponamento.

Nonostante i gravi danni ai mezzi nessuno a riportato gravi ferite. 

Pubblicità
Pubblicità

Gli operatori dell’ambulanza arrivati sul luogo dell’incidente hanno ricoverato all’ospedale di Arco solo un 39 enne per delle piccole ferire che non destano preoccupazione.

All’origine del tamponamento una disattenzione e forse la velocità troppo elevata per una frenata in sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto per mettere in  sicurezza la carreggiata e gestire il traffico si sono portati  i vigili del fuoco di Dro  con 2 mezzi e una decina di uomini.

Pubblicità
Pubblicità

Potrebbe interessarti anche
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza