Connect with us
Pubblicità

Trento

Indagine sul percorso materno infantile: la parola alle donne

Pubblicato

-

Chi meglio delle mamme o future mamme può valutare la qualità dei servizi offerti all’interno del percorso materno infantile?

Per la prima volta le donne, e il loro punto di vista, sono al centro di un’indagine conoscitiva che ha lo scopo di misurare la qualità dell’assistenza ricevuta, nell’ottica di un miglioramento costante.

L’Azienda provinciale per i servizi sanitari promuove – in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e il Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa – un’indagine sul percorso materno infantile per raccogliere direttamente dalla voce delle mamme e future mamme l’esperienza vissuta durante la gravidanza fino al primo anno di vita del bambino, per capire dove è possibile migliorare.

Pubblicità
Pubblicità

L’iniziativa è stata presentata ieri nella sede di Apss dal direttore generale Paolo Bordon, l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, il direttore dell’area cure primarie Simona Sforzin e Manila Bonciani del Laboratorio Mes della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

L’indagine parte in questi giorni e prevede di raccogliere in maniera sistematica informazioni sull’esperienza delle donne durante la gravidanza, il parto, l’allattamento e la cura del bambino nel primo anno di vita, integrando i dati raccolti con altri già disponibili, così da conoscere il punto di vista delle donne su come funzionano i servizi e di valutarne qualità, efficienza e appropriatezza.

Tutte le donne in gravidanza, seguite sia dal pubblico sia dal privato, hanno la possibilità di partecipare all’indagine: al momento della consegna della guida alla maternità il ginecologo o l’ostetrica di riferimento le informano su questa opportunità.

Pubblicità
Pubblicità

Se la donna sceglie di aderire, lascia i suoi recapiti e verrà contattata periodicamente per e-mail e/o sms a scadenze fisse dai ricercatori del Laboratorio Mes del Sant’Anna per compilare il questionario via web.

Si tratta di brevi questionari – tradotti in nove lingue – da compilare in pochi minuti, anche via tablet o smartphone. In totale i questionari sono otto, somministrati in diversi momenti della gravidanza/maternità: al primo contatto con i servizi, al secondo e terzo trimestre di gravidanza, in corrispondenza della data del parto, al primo, terzo, sesto e dodicesimo mese di vita del bambino. Sono previste anche domande aperte per raccogliere in forma più estesa osservazioni positive e negative.

Al termine di ogni questionario le donne riceveranno una mail con informazioni sul percorso materno infantile, sui servizi dove rivolgersi e alcuni promemoria importanti per tutelare e promuovere la salute della mamma e del bambino, specifiche per ogni periodo di riferimento. I dati raccolti saranno trattati in forma anonima e restituiti in forma aggregata nel pieno rispetto della privacy.

In ogni momento è possibile rinunciare all’indagine e revocare il consenso.

«Quest’indagine – ha sottolineato il dg Bordon – rappresenta un vero e proprio cambiamento culturale nel processo di valutazione del nostro sistema sanitario, perché sposta l’attenzione dal punto di vista dei professionisti e dei servizi a quello delle donne, protagoniste del percorso materno infantile e ora anche del percorso di valutazione».  

L’assessore Stefania Segnana ha sottolineato l’importanza di una partecipazione ‘massiccia’ delle donne all’indagine: «la partecipazione e la collaborazione di tutte le future mamme è fondamentale per raccogliere dati significativi che permettano di rendere ancora più efficace e di qualità il supporto che viene loro offerto, per vivere questa delicata fase della vita in modo positivo e consapevole, con il sostegno di cui hanno bisogno».

«Quest’indagine – ha dichiarato Simona Sforzin ha diversi punti di forza, tra questi sicuramente il fatto che da una valutazione centrata sui diversi setting assistenziali che sono maggiormente coinvolti nelle singole fasi del percorso si passa ad una valutazione complessiva del percorso di presa in carico della donna da parte di tutti i professionisti».

A spiegare nel dettaglio come vengono raccolti ed elaborati i dati è stata Manila Bonciani del Laboratorio Mes del Sant’Anna: «abbiamo un’esperienza più che decennale nell’implementazione di indagini sull’esperienza e soddisfazione degli utenti dei servizi sanitari e nello specifico dal 2005 svolgiamo periodicamente per la Regione Toscana indagini campionare rivolte alle madri, dal 2016 anche di tipo longitudinale, e dall’inizio del 2019 abbiamo implementato questa indagine in maniera sistematica in Toscana, nella quale è attivamente coinvolta una donna su due che è attualmente in gravidanza».

Intervista Bordon:

Intervista Segnana:

Riprese e interviste a cura dell’Ufficio Stampa

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza