Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Il Festival dello sport raccontato dai collezionisti, Massimo de Vito

Pubblicato

-

Il Festival dello sport racchiude un fascino che attira tanti appassionati per la possibilità di incontrare i propri campioni preferiti.

Il mondo del collezionismo di autoscatti e di autografi è uno di quelli più rappresentati e per questo molti di loro erano presenti in questa kermesse trentina.

Tra questi anche Massimo de Vito, romano, 40 anni, riconosciuto come il più grande collezionista a livello nazionale per quanto riguarda un tipo di raccolta esclusiva: le grandi glorie del calcio degli anni 60-70.

Pubblicità
Pubblicità

La passione è nata fin da piccolo, racconta Massimo, quando papà incontro Silvio Piola a cena ed ero presente anch’io”. Nel corso degli anni è riuscito a collezionare moltissimi nomi eccellenti, per citare alcuni nomi, Josè Altafini, Kurt Hamrin, Louis Vinicio, Gigi Riva, Gianni Rivera, Sandro Mazzola, Beppe Savoldi, Gino Pivatelli, Dino da Costa, Alberto Orlando e tanti altri.

La nazionale dei mondiali in Messico 1970 è tutta rappresentata nella sua collezione, come quella del 1974, tranne due nomi. “Anche per Spagna 1982, ci sono tutti”, dice con orgoglio. “Inoltre per i vincitori della classifica cannonieri dal 1963 al 1982 ho quasi completato la serie, manca sono la foto con Giorgio Chinaglia”, di cui ha due autografi.

La particolarità di Massimo de Vito è il suo stile nel collezionismo, che lo differenzia da tutti gli altri “colleghi”.

Pubblicità
Pubblicità

Un primo elemento è la firma autografa sulle figurine Panini d’epoca, di cui custodisce gelosamente la prima figurina stampata in assoluto, quella di Bruno Bolchi. “Il fatto di associare la firma alla figurina, dice Massimo, mi consente di avere la figurina d’epoca e un’altra figurina con l’autografo che nel mio pensiero di collezionista, dà una nuova vita al calciatore, e permette di renderlo immortale nell’album dei ricordi”. Infatti il suo amore per il calcio e i suoi campioni lo porta a conoscere personalmente questi sportivi, molti dei quali sono anziani. Con il suo garbo e manifestando con sincerità il suo hobby e la passione indiscussa, trova un’ accoglienza come nessun altro. Di molti campioni divento amico, ci sentiamo, e ci scambiamo auguri. “Molti di loro sono felici di aiutarmi contattando loro stessi i vecchi compagni di squadra, accreditandomi per una visita di cortesia”. Si, perché Massimo preferisce recarsi di persona, se possibile, dai personaggi che colleziona, piuttosto che proporsi quando c’è la confusione dei fan che non permette di parlare e raccontare della propria passione collezionistica.

A Trento aveva un sogno che si è realizzato, quello di incontrare Karl Heinz Rummenigge, e ci è riuscito. Felice come non mai, un’altra soddisfazione. Nella sua permanenza a Trento, ha potuto avvicinare molti altri miti, il grande Torino, e anche personaggi di altri sport di cui colleziona i volti.

Il suo sogno collezionistico è quello di incontrare Diego Armando Maradona, ed anche Ezio Vendrame, poeta ed ex calciatore del Vicenza anni 70. Inoltre i due giocatori, Sabadini e Morini, che gli mancano per completare la rosa di Monaco 74. In bocca al lupo Massimo, con la passione riuscirai sicuramente.

Su Instagram è conosciutissimo all’indirizzo #massimo_de_vito1978, “ho tantissimi followers, e mi contattatano in molti per complimentarsi e chiedere collaborazione. Questo mi rende felice, anche se non è un mio obiettivo diventare influencer. Credo che apprezzino il mio stile e il mio modo di propormi”, continua Massimo.

Un pensiero per il Festival dello Sport di Trento. Dice, “io vengo da Roma, e mi sono trovato bene, è un’idea grandissima quella di accogliere gli sportivi più importanti e dare loro la possibilità di raccontarsi, perché è questo che il pubblico di appassionati desidera, vedere il campione e sentire da lui che emozioni ha provato nel corso della sua carriera. Emozioni che sono state vissute da tutti noi nei vari appuntamenti di sports”. E come ho ascoltato da Massimo in un momento in cui salutava un campione nel momento dei ringraziamenti, piu volte è venuto spontaneo un “ Ringrazio te (riferito al personaggio) per le emozioni che mi hai trasmesso che sono state importanti per la mia vita.” Davvero un bel riconoscimento credo, che tutti vorrebbero sentirsi dire. La magia dello sport che non è solo passione, ma emozione.

Al prossimo anno Massimo! Sicuramente ci sarò!

Massimo de Vito a cena Bruno Bolchi, la prima figurina stampata dalla Panini

Con Roger Federer

Con «Cavallo Pazzo» Zigoni

Con Sandro Mazzola

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Alfio Ghezzi: al Mart il perfetto connubio tra territorio, tradizione e semplicità
    Gli anni dell’infanzia, si sa, sono quelli che più segnano la nostra personalità nell’età adulta, e così dopo le esperienze nei più blasonati alberghi italiani e gli anni trascorsi con i maestri Gualtiero Marchesi e Andrea Berton, Alfio Ghezzi mai avrebbe immaginato che il Mart, nel suo Trentino, sarebbe diventato così importante per lui. Si […]
  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]

Categorie

di tendenza