Connect with us
Pubblicità

Trento

Attacco a «La Voce del Trentino»: indaga la Digos, ipotesi sei colpi di arma

Pubblicato

-

Sono sei i colpi di arma che stanotte verso le 1.00 sono stati sparati contro tutte le vetrine della nostra redazione.

Il sopralluogo della polizia scientifica stamane ipotizza che i danneggiamenti possano essere stati effettuati con una arma ad aria compressa oppure con una pistola con il pistone che normalmente viene usata per la macellazione.

Gli uomini della scientifica hanno raccolto anche le buste con le minacce per capire se è possibile attraverso le impronte risalire al mittente.

Pubblicità
Pubblicità

I vetri non hanno ceduto perché sono antisfondamento a tre strati.

Testimoni hanno rilasciato agli agenti della Digos le seguenti dichiarazioni: «Verso le 1.00 di notte abbiamo sentito nitidamente sei colpi di arma da fuoco e dopo esserci affacciati al balcone abbiamo visto 3 ragazzi con il passamontagna sul volto fuggire dalla parte di via san Bernardino.»

La pista è quella anarchica e legata ai centri sociali. 

La Digos sta indagando anche sulle minacce di morte che la direttrice Cardinali e l’editore Roberto Conci subiscono ormai da anni.

Pubblicità
Pubblicità

Il nostro editore sentito a lungo presso gli uffici della Questura ha comunicato tutti i nomi e cognomi dei personaggi che dal 2016 minacciano di morte la sua persona indicando anche coloro che insultano, calunniano, minacciano e diffamano sui social e via e-mail. 

Ha inoltre portato all’attenzione degli uomini della Digos due gruppi presenti su facebook dalle cui pagine da anni arrivano diffamazioni gratuite di ogni tipo già segnalate più volte alla Polizia Postale.

Lo stesso editore ha spiegato agli uomini della Digos che dietro a questo attentato potrebbe esserci addirittura qualche media concorrente.

Se le indagini porteranno alla conferma che si è trattato di colpi d’arma l’aspetto diventerebbe ancora più inquietante.

Solo il pensare che qualche invasato possa girare con un arma simile per le vie di Trento deve far riflettere.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Sardagna: tenta di entrare nell’appartamento di un’anziana fingendosi la sua badante

Pubblicato

-

Sabato pomeriggio a Sardagna una donna è riuscita a entrare nel giroscale di un condominio a tre piani.

Una volta dentro, vedendo arrivare una residente, ha cercato di entrare nella sua abitazione dicendo di essere la sua badante probabilmente con l’intento di mandare in confusione l’ottantenne.

La signora, nonostante i suoi 80 anni, non si è fatta abbindolare e dimostrando molta lucidità e piena autosufficienza è riuscita a bloccare la malintenzionata in corridoio che all’arrivo del marito è scappata via.

Pubblicità
Pubblicità

La donna non si è però persa d’animo e ha tentato la stessa tattica con l’appartamento della vicina.

Sono state quindi chiamate le Forze dell’ordine.

Negli ultimi giorni sono state segnalate due coppie, formate da un uomo e da una donna, che cercano di entrare all’interno di appartamenti fingendosi badanti.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Centenario Chiara Lubich, messa in Santa Maria Maggiore

Pubblicato

-

Tra gli eventi sacri connessi al centenario della nascita di Chiara Lubich, mercoledì 22 gennaio, alle 20.30, l’arcivescovo di Trento Lauro Tisi presiederà una messa nella basilica di Santa Maria Maggiore in occasione del giorno in cui si celebra il centenario della nascita avvenuta il 22 gennaio 1920.

La celebrazione riveste un alto valore anche simbolico, sia per l’importanza storica e religiosa della basilica – luogo di culto di fondamentale importanza per la città di Trento, anche perché ha ospitato varie fasi del Concilio di Trento (1545-1563) – sia perché l’arcivescovo farà memoria del battesimo di Chiara, avvenuto proprio a Santa Maria Maggiore il 1 febbraio 1920.

A rendere ancora più suggestiva la cerimonia saranno i brani musicali eseguiti dal coro “In dulci Jubilo” dell’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Trento, diretto da Tarcisio Battisti, mentre Paolo Delama sarà all’organo a canne Mascioni opus 402, costruito nel 1928 nella sede dell’antico organo del 1536 e restaurato nel 1953 dopo i danni provocati dalla seconda guerra mondiale. I brani musicali scelti, tratti in gran parte da opere del ‘900, esprimono significativamente lo spirito culturale del secolo, non privo di travagli.

Pubblicità
Pubblicità

 Il coro “In dulci jubilo”, composto da alunni ed ex alunni dell’Istituto Diocesano di Musica sacra, particolarmente preparati, cura con preziosa attenzione soprattutto un repertorio di indubbio valore dei secoli XIX e XX, ma che le mutevoli tendenze artistico-musicali rischiano ingiustamente di trascurare.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Disinnesco bomba Romagnano: al via le serate informative sull’evacuazione del paese

Pubblicato

-

Romagnano si sta preparando all’evacuazione prevista per domenica 2 febbraio per disinnescare la bomba che è stata trovata in paese.

Il Comune di Trento ha organizzato due serate informative alle quali parteciperanno i rappresentanti della Protezione Civile, delle Forze dell’Ordine e dello stesso Comune.

Il primo appuntamento sarà lunedì 27 presso il teatro parrocchiale in via ai Comuni.

Pubblicità
Pubblicità

Il secondo martedì 28 alle 18 alla sala del consiglio di Romagnano in via alle Sette Fontane 1.

Saranno spiegate alla popolazione le modalità dell’evacuazione, i tempi, i punti di raccolta e tutto quanto serve per rendere il meno problematica possibile tutta l’operazione.

Per questo la popolazione è invitata a partecipare.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza