Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Domenica l’inaugurazione del Museo Nazionale Storico degli Alpini sul Doss Trent. La fotogallery della ristrutturazione

Pubblicato

-


Nei frenetici giorni dell’Adunata la posa della prima pietra.

Poi, il progetto si bloccò per via dei ritrovamenti archeologici riaffiorati durante gli scavi sul Doss Trento, la “montagna della memoria”.

Domenica 13 ottobre, però, dopo lunghi mesi di lavoro, la struttura del Museo Nazionale Storico degli Alpini verrà inaugurata.

Pubblicità
Pubblicità

Una corsa contro il tempo. Ma, come recita la scritta impressa sulla parete rocciosa, presa anche a motto dell’indimenticabile Adunata nazionale di Trento 2018, “Per gli alpini non esiste l’impossibile”.

Il museo – spiega il presidente della Sezione Ana di Trento Maurizio Pinamonti – aprirà ufficialmente al pubblico in primavera, per dare tempo alle ultime rifiniture e a tutti gli allestimenti, ma per noi era importante inaugurarlo in questa giornata: il 12 ottobre del 1872 vennero fondate le truppe alpine. Noi aspetteremo il giorno dopo visto che è una domenica: un tassello importante non solo per la nostra associazione ma per tutta la città. Qui tutto parla di storia”.

Una data, e un avvenimento, che rimarranno sicuramente negli annali dell’Ana. 

Pubblicità
Pubblicità

E che questo fine settimana richiameranno a Trento il Consiglio direttivo nazionale al gran completo: venerdì sera si riunirà il Consiglio di presidenza; sabato l’intero direttivo per una seduta d’eccezione. Il giorno seguente, infatti, si salirà sul Doss Trento per l’inaugurazione del rinnovato Museo Nazionale Storico degli Alpini.

Un progetto ambizioso – frutto di una significativa sinergia tra Associazione Nazionale Alpini, Difesa, Comune e Provincia di Trento ed Associazione Amici del Museo – che consegna di fatto alla grande famiglia alpina e a tutta la città uno spazio espositivo quadruplicato.

Pubblicità
Pubblicità

Dove la struttura originale, mantenuta nelle sue linee antiche, incontra la modernità di nuovi spazi luminosi realizzati con ampie vetrate.

E dove, nel giro di qualche mese, verranno esposti i reperti e i cimeli più rilevanti della collezione del Museo in un coinvolgente itinerario, con installazione anche interattive e multimediali, che coprirà idealmente la storia delle truppe alpine.

Non solo. Parte dell’ala nord del nuovo complesso sarà riservata ai recenti ritrovamenti archeologici. «La storia della città inizia su questo dosso, non dimentichiamocelo. Ci auguriamo, quindi, che la sua piena valorizzazione possa ripartire proprio dal nuovo Museo nazionale degli Alpini, che va inserito all’interno della rete provinciale dei musei», è l’auspicio del vicepresidente vicario della Sezione di Trento Paolo Frizzi.

Un Museo che guarda all’ambiente, con soluzioni a basso impatto energetico, e al km0, con materiali e ditte locali e una sfilza di volontari che si sono alternati, in questi mesi, per dare manforte alle ditte incaricate e al 2° Genio Guastatori Alpini. Enorme, in questo senso, lo sforzo messo in campo dai volontari dell’Ana, oltre un centinaio e arrivati da tutt’Italia, che del tutto gratuitamente si sono occupati dei lavori non strutturali: cartongesso, piastrelle, pitture ed esterni.

Sono arrivati a darci una mano dalle Sezioni dell’Aquila, Acqui Terme, Bergamo, Brescia, Monte Suello, Bassano, Como, Pavia, Vallecamonica, Verona, oltre ai nostri alpini trentini – racconta il vicepresidente dell’Ana di Trento Renzo Merler che ha coordinato i volontari assieme a Dino Cagol e Bruno Franceschini -. A tutti loro va il nostro ringraziamento per averci aiutato a rendere il Museo più bello e più grande: è anche grazie a loro che siamo riusciti a realizzare la struttura in tempi eccezionali”.

Un percorso museale all’avanguardia, merito di un grande sforzo congiunto, che domenica verrà presentato per la prima volta alla comunità: alle 9.30 è in programma l’ammassamento al Mausoleo di Battisti, con la deposizione di una corona e l’onore a tutti i caduti. Poi sfilamento fino al Museo e taglio del nastro. Oltre ai vertici provinciali dell’Ana, del governo locale e il nuovo direttore del Museo il tenente colonnello Giulio Lepore, saranno presenti il presidente nazionale Sebastiano Favero, il generale Claudio Berto, comandante delle Truppe Alpine, il generale Massimo Scala, Direttore della direzione dei lavori del Demanio della Difesa. È stato invitato anche il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini.

Il costo dell’opera sfiora i 2 milioni di euro.

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 13 OTTOBRE

Dalle 8.30 sarà attivo il servizio navetta dal piazzale Zuffo

ore 9.30 Ammassamento davanti al Mausoleo di Battisti sulla sommità del Doss Trento

ore 10.00 Inizio cerimonia: Alzabandiera

a seguire

– Onore ai Caduti con deposizione corona nel Mausoleo di Battisti

– Predisposizione sfilamento ed inizio sfilamento in direzione Museo

– Discorsi ufficiali

– Benedizione e taglio del nastro

– Visita guidata in gruppi alla struttura

– Buffet allestito nelle sale del Museo

BREVE STORIA DEL MUSEO – Il Museo Nazionale Storico degli Alpini, inaugurato nel 1958 in occasione della 31ª Adunata nazionale svoltasi proprio a Trento, mantiene vive e tramanda le tradizioni e le gesta degli Alpini, rappresentando un riferimento di alta valenza storico – culturale che, una volta terminate le attività di riqualificazione, andrà ad arricchire la rete storico – artistica trentina della quale entrerà a far parte. Il cantiere era stato inaugurato in occasione dell’Adunata nazionale di Trento nel maggio 2018 in forza del Protocollo d’Intesa sottoscritto da Associazione Nazionale Alpini, Esercito, Comune e Provincia. I lavori di riqualificazione ed ampliamento vennero però sospesi dopo poco in seguito al ritrovamento di una necropoli longobarda. A gennaio di quest’anno, avuto il via libera delle autorità, l’attività è ripresa: a marzo sono state completate le fondamenta, in luglio il tetto, gli impianti e gli esterni, mentre gli allestimenti saranno portati a termine nei prossimi mesi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]

Categorie

di tendenza