Connect with us
Pubblicità

Cani Gatti & C

Come gestire i piccoli animali domestici durante l’inverno?

Pubblicato

-


L’inverno è ormai alle porte, l’estate non è che un ricordo lontano e l’autunno sta iniziando ad abbassare le temperature. Questo significa anche che in casa avremo sempre più caldo, mentre fuori farà sempre più freddo.

Può sembrare scontato, ma è bene sottolinearlo: ai piccoli animali domestici non fa bene continuare a passare da un’ambiente ad un altro con sbalzi di temperatura troppo elevati.

Facciamo l’esempio del coniglio nano da appartamento: i conigli vivono bene in una temperatura ideale che va dai 15 ai 20 gradi e possono anche adattarsi senza problemi a temperature inferiori, ma è bene ricordare che sono animali estremamente delicati.

PubblicitàPubblicità

Di conseguenza, possono sì essere portati fuori a giocare o passeggiare, ma con grande attenzione agli sbalzi di temperatura a cui vengono sottoposti entrando e uscendo continuamente di casa.

Come accade con i criceti, questi animali non sono robusti ed anche un banale raffreddore può rivelarsi fatale.

Se si ha un coniglio nano abituato a stare tra casa e giardino è meglio tenere l’animale in casa, al riparo da pioggia, vento e notti gelide. L’umidità, per quanto pelo possano avere questi animaletti, non li aiuta a mantenersi caldi ed è una vera sofferenza quando cala il buio.

La paglia può rivelarsi un buon alleato, in quanto isola la gabbietta dal freddo, ma bisogna ricordarsi di cambiarla quotidianamente altrimenti si inumidisce.

Pubblicità
Pubblicità

Nel complesso, passare l’inverno con un piccolo animale domestico può essere molto rilassante e pratico: basta mettere in sicurezza la casa oppure una o più stanze. E poi, chi non vorrebbe un morbido coniglietto o una cavia da accarezzare mentre si stacca la spina sul proprio divano, avvolti in una coperta durante una gelida serata invernale?

Pubblicità
Pubblicità

Cani Gatti & C

Sei anni alla catena: la dolce Roxy cerca il suo padroncino

Pubblicato

-


E’ stallo ormai a termine per Roxy, femmina, 6 anni, incrocio alano del peso di 32 chili già sterilizzata.

Nonostante abbia passato sei anni alla catena, Roxy è dolcissima con le persone, compatibile con cani maschi, mentre con le femmine va testata caso per caso.  Roxy è un cane speciale, quando riceve una carezza, vi guarda con occhi pieni di gratitudine. Per info e ulteriori dettagli contattare il numero 345-8426319.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Cani Gatti & C

Tre cavalli perdono la vita nello scontro con un camion

Pubblicato

-


Grande spavento per un camionista che, verso le 5.30 della mattinata di oggi, giovedì 31 ottobre 2019, stava transitando lungo la statale nella zona di Sarentino.

L’uomo, infatti, non ha potuto evitare lo scontro con un gruppo di cavalli fuggiti da una delle scuderie presenti nella zona.

Dei cinque animali, tre hanno purtroppo perso la vita.

Pubblicità
Pubblicità

Immediato l’arrivo dei soccorsi, dei Carabinieri di Bolzano, del veterinario e dei Vigili del Fuoco di Sarentino.

Confermato il decesso dei tre animali, i sanitari hanno controllato che non ci fossero state conseguenze anche per il conducente del mezzo pesante.

Attualmente sono in corso ulteriori accertamenti al fine di determinare le dinamiche di quanto accaduto.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Cani Gatti & C

Dalla scuderia al piatto della cena, una storia diventata virale

Pubblicato

-


Le persone non smetteranno mai di stupirci, nel bene e nel male.

In Norvegia, una ragazza di 18 anni, Pia Olden, ha deciso di abbattere il proprio cavallo e di portarlo al macello.

Il fatto risale allo scorso anno, quando Drifting Speed, questo il nume dell’animale, era malato e non poteva più essere curato.

PubblicitàPubblicità

Per porre fine alle sue sofferenze, la ragazza aveva quindi deciso di portarlo al macello.

Scelta discutibile, ma che solo un proprietario conscio delle proprie azioni può prendere.

A sconvolgere il web e a scatenare un vero e proprio putiferio è stata però una foto postata recentemente sul profilo Facebook della ragazza.

La 18-enne norvegese, lo scorso anno, si era portata a casa quanto di commestibile del proprio cavallo e lo aveva messo in freezer con l’intento di farlo diventare la propria cena, cosa che ha poi fatto.

Pubblicità
Pubblicità

Volevo onorarlo senza alcuno spreco” ha scritto sul web la ragazza, spiegando che se mai avesse voluto mangiare carne di cavallo sarebbe stata solo quella del suo animale.

Che dire, ognuno può celebrare i propri animali come meglio crede, ma postare due foto alla “prima e dopo“, ovvero con un piatto di carne da una parte e con un cavallo sellato dall’altra, non poteva che diventare virale con tutti i pro e i contro che ne conseguono, ovvero ricevere sia complimenti che minacce di morte.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza