Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

San Giovanni di Fassa: l’ex casa cantoniera sarà data in uso gratuito alla casa di Riposo

Pubblicato

-

Al via stamane la tornata dei lavori del consiglio provinciale che si è aperta con la tradizionale questione time.

Il consigliere provinciale Luca Guglielmi (lista Fassa) ha chiesto se l’assessore alle politiche sociali ritenga di poter destinare due alloggi della ex casa cantoniera di S. Giovanni di Fassa/Sèn Jan, destinati ai richiedenti asilo ma oggi vuoti, ad infermieri non residenti in valle come richiesto dalla Rsa Cèsa de Paussa di Sèn Jan.

L’assessora Segnana ha spiegato che solo nei giorni scorsi, nell’ambito di una visita alle Rsa del territorio, è venuta a conoscenza della disponibilità del citato immobile ed ha quindi subito attivato gli uffici affinché si adoperino a fare le valutazioni del caso.  Nello specifico la ex casa cantoniera è adesso in parte usata dal servizio foreste della Pat, mentre un’altra parte è adibita a locali tecnici e cantine.

Pubblicità
Pubblicità

L’immobile necessita di alcuni interventi straordinari e la norma vigente ne consente la cessione d’uso ai comuni per motivi di pubblico interesse.

L’immobile potrebbe quindi essere ceduto come bene inalienabile o dato in uso gratuito alla casa di riposo.

Pubblicità
Pubblicità

Si individuerà la soluzione più opportuna d’intesa con il comune.

Il consigliere Guglielmi ha ringraziato l’assessora per l’attenzione e la sensibilità su questo tema e per la visita in valle, che è stata molto apprezzata.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Cavalese: masso centra un’auto, sfiorata la tragedia

Pubblicato

-

Ieri verso le 19.30 dei massi sono caduti lungo la strada all’altezza della frazione di Marco nel comune di Cavalese.

Uno di questi massi ha centrato un’auto in transito, che è stata rimossa dal carro attrezzi.

La pietra ha colpito la parte anteriore del mezzo salvando così l’incolumità del conducente che se l’è cavata solo con un grande spavento.

PubblicitàPubblicità

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Cavalese che hanno deciso insieme al sindaco e all’ufficio tecnico di chiudere il tratto di  strada interessato dalla caduta.

La porzione di strada chiusa è compresa fra il residence Des Alpes e l’incrocio con la caserma dei carabinieri.

Pubblicità
Pubblicità

Nella mattinata di oggi avverrà il sopralluogo dei geologi, che cercheranno di capire le cause dello smottamento. Dovranno decidere se basterà un disgaggio o se la roccia avrà bisogno di altri interventi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Ambienti flessibili per l’apprendimento: a Cavalese il 1° seminario di rete

Pubblicato

-

Si terrà a Cavalese, sabato 18 gennaio 2010, presso la Biblioteca Comunale, il primo incontro formativo su didattica innovativa e ambienti di apprendimento, voluto dalla Rete I.d.e.a.

Innovazione didattica e ambienti di apprendimento”. La Rete I.d.e.a. nasce con l’intento di sviluppare e mettere a sistema le pratiche innovative che le scuole ritengono particolarmente efficaci.

L’appuntamento richiamerà a Cavalese un centinaio di insegnanti appartenenti alla rete, provenienti dagli Istituti Comprensivi: Cavalese (capofila), Ladino di Fassa, Trento 5, Trento 6, Rovereto Nord, Avio, Borgo Valsugana e Riva 2. Il seminario avrà inizio alle ore 9.00 e si concluderà alle 17.00.

Pubblicità
Pubblicità

I.d.e.a. è la prima di una serie di reti di scuole legate allo sviluppo della didattica innovativa sul territorio trentino.

Questa prima rete è stata realizzata a seguito di incontri mirati tra la Sovrintendente scolastica Viviana Sbardella, i dirigenti scolastici, alcuni docenti e Iprase. La convinzione da cui si parte è condividere le buone prassi già in atto in alcune scuole, affinché diventino patrimonio comune e possano così produrre effetti positivi sulla qualità del sistema di istruzione.

Pubblicità
Pubblicità

Tema del primo incontro di rete saranno gli “ambienti flessibili” per l’apprendimento. La giornata di studio, che si terrà presso la biblioteca di Cavalese, si terrà sabato 18 gennaio 2020, avrà inizio alle ore 9.00 e sui concluderà alle 17.00.

Tra i relatori interverranno: Elena Mosa, Raffaella Carro, Silvia Panzavolta e Maria Guida di INDIRE, Alessandra Galletti e Beate Weyland dell’Università di Bolzano. Le relazioni degli esperti saranno intervallate da momenti di approfondimento e da workshop di condivisione di idee progettuali.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Via alla realizzazione della Ciclo Pedonale di Fassa e Fiemme. La giunta stanzia 1,9 milioni di euro

Pubblicato

-

Ieri nella prima tornata dei lavori del consiglio provinciale sono state presentate le interrogazioni a risposta immediata.

Fra queste anche quella del consigliere dell’associazione Fassa Luca Guglielmi (foto) che voleva sapere quando sono previsti i lavori per il completamento della pista ciclo-pedonale di Fassa e Fiemme nel tratto compreso fra i Comuni di Mazzin e di Canazei.

La Giunta ha premesso che l’inserimento dell’opera in oggetto è rimasto a lungo sub iudice a causa di un ricorso.

PubblicitàPubblicità

In ogni caso la Provincia autonoma di Trento ha reinserito in programmazione le risorse per l’intervento con l’assestamento di bilancio 2019 aggiornando anche l’importo inizialmente previsto.

Attualmente è in corso la progettazione esecutiva dell’intervento e nel 2020 sarà avviato l’appalto.

Pubblicità
Pubblicità

Guglielmi ha espresso soddisfazione per la risposta che conferma la programmazione dell’opera oggetto della sua interrogazione.

In serata attraverso una breve nota è arrivata anche la soddisfazione della senatrice Elena Testor

Pubblicità
Pubblicità

«Sono veramente soddisfatta per la risposta della Giunta della provincia autonoma di Trento all’interrogazione di oggi del nostro consigliere Luca Guglielmi sullo stato dell’arte e il completamento dei lavori della pista ciclabile della Val di Fassa e Fiemme. Nell’assestamento del bilancio provinciale erano state integrate le risorse necessarie per il completamento dei lavori che attualmente ammontano a 1,9 milioni di euro. Ora è in corso la progettazione esecutiva dell’intervento» – Scrive Elena Testor di Forza Italia Procuradora del Comun general de Fascia.

«Un risultato davvero soddisfacente – aggiunge la senatrice – frutto del grande impegno dell’amministrazione del Comun General de Fascia e di tutti i soggetti interessati, ai quali, da Procuradora, vanno i miei più sentiti ringraziamenti per l’ottimo lavoro. Attendiamo per quest’anno l’avvio della gara di appalto e l’esecuzione dei lavori per la realizzazione dell’opera»

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza