Connect with us
Pubblicità

Trento

Parte la riqualificazione del lido Manazzon: acquascivolo alto nove metri e un campo da beach volley. Spesi 1.675.000 euro.

Pubblicato

-

In questi ultimi anni l’Amministrazione comunale sta portando avanti un articolato programma che prevede la progettazione e la successiva realizzazione di una nuova struttura natatoria coperta, nella zona delle Ghiaie a Trento Sud, che conterrà una vasca da 50 metri ed una vasca per tuffi con trampolini e piattaforma, destinata a sostituire l’attuale piscina coperta di via Fogazzaro (vasca da 25 metri) e la vasca da 50 metri attualmente ubicata nel Lido Manazzon.

Poi a lavori ultimati la piscina coperta da 25 metri nel complesso di via Fogazzaro sarà chiusa per  realizzare una vasca con diverse funzioni esterna da 50 metri sempre nel Lido Manazzon.

La riqualificazione della parte esterna del lido Manazzon che, dopo un’attenta ricognizione sulle strutture all’aperto della città, è stata individuata come la più idonea al soddisfacimento delle esigenze dell’utenza sia in termini di posizione (trasporto pubblico, soleggiamento, potenzialità) che di superficie e disponibilità di attrezzature.

PubblicitàPubblicità

A distanza di quasi sessanta anni dall’entrata in servizio quest’ultima struttura da tempo ha iniziato a mostrare segni di vetustà ed obsolescenza, in un settore che negli ultimi anni ha conosciuto un incessante rinnovamento delle normative, della regola dell’arte e degli standard di mercato.

A fine 2018 era stato approvato un documento preliminare di progettazione che definisce la futura realizzazione del nuovo impianto natatorio coperto con vasca da 50 metri (trasformabile in due vasche da 25 metri) e vasca per tuffi con trampolino nelle dimensioni olimpiche, da collocare nell’area sportiva Ghiaie.

La prevista realizzazione del nuovo centro natatorio in località Ghiaie rappresenterà di fatto l’alternativa necessaria cui subordinare il riassetto complessivo non del solo lido estivo bensì dell’intero compendio di via Fogazzaro, mirando all’obbiettivo di un complesso armonico e funzionale interamente vocato ad attività ludico ricreative e di wellness.

In funzione di quanto sopra, ma soprattutto in relazione ad una tempistica di non brevissimo termine per la realizzazione del programma di riqualificazione delle strutture natatorie della città, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di operare un primo intervento di riqualificazione del lido estivo al fine di dotarlo di quegli elementi di attrattività in grado intercettare bisogni ed attese del pubblico secondo quanto richiesto dagli standard contemporanei di tali luoghi, tenendo conto che il lido “Manazzon” viene generalmente utilizzato nella stagione estiva da oltre sessantamila utenti.

Pubblicità
Pubblicità

Da un lato la localizzazione centrale nella città, dall’altro l’inserimento organico all’interno di un impianto sportivo polifunzionale (dotato di palestra multifunzione, sala pesi e sala con tatami) e ancora la vicinanza a scuole e parchi pubblici continuano ad assicurare alla struttura una posizione strategica di particolare interesse.

Alla luce di queste considerazioni è stato redatto ed approvato il progetto esecutivo che è finalizzato a:
• rispondere alle nuove esigenze dell’utenza, ai diversi stili di frequentazione e alle attese emergenti, quale standard consolidato nel presente e previsto per il futuro;
• introdurre alcune modifiche circoscritte e mirate alla risoluzione di alcune criticità funzionali mostrate dall’impianto esistente, con particolare riguardo ai servizi generali offerti all’utenza;
• introdurre specifici elementi integrativi di ampliamento, tesi a completare e diversificare la proposta, allineandola con gli standard attuali;
• proporre all’utenza una particolare attenzione agli aspetti ludico-ricreativi e del benessere psichico e fisico.

Prima fase di tale percorso di riqualificazione generale e di fatto parte integrante e funzionale allo stesso è costituita dal presente progetto esecutivo dell’agosto 2019. Quest’ultimo, pur articolandosi in interventi ed allestimenti di forte impatto ed attrattività, ha mantenuto di fatto inalterato il layout generale attuale in quanto vincolato al temporaneo mantenimento dell’assetto vasche esistente.

Principalmente le opere riguardano la realizzazione di allestimenti diversificati per natura e caratteristiche al fine di poter incontrare, nelle diverse fasce di età, le aspettative oggi richieste in ambito sia ludico che ricreativo.

In dettaglio è previsto un complesso sistema di acquascivoli con partenza da 9 metri di altezza con spirali e arrivo in vasca, un multipista rettilineo con arrivo a canale, uno spray park destinato ai più piccoli in ampliamento della piscina baby esistente ed un generatore di moto ondoso artificiale all’interno della vasca esistente da 25 m.

Per gli allestimenti non acquatici è previsto un campo di beach volley con fondo in sabbia e due tavoli da ping pong.

Per quanto invece inerente la dotazione dei servizi di supporto con la possibilità di una implementazione della stessa in funzione di un auspicabile aumento dell’utenza, è previsto il potenziamento sia del numero dei servizi igienici esistenti da 6 a 18 unità attraverso una razionalizzazione degli attuali locali, sia la realizzazione di nuovi gruppi doccia da posizionarsi all’aperto.

Il costo dell’opera è di 1.675.000 euro.

I lavori inizieranno alla fine dell’estate 2020 per concludersi in 240 giorni. Il progetto è stato redatto da un gruppo misto di progettazione composto dagli architetti Stefano Ravelli e Nicola Predelli del Servizio Attività Edilizia e dal libero professionista ing. Lorenzo Strauss.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Festival dello Sport: in autunno la terza edizione

Pubblicato

-

Tutti i modi di vivere lo sport attraverso un palinsesto unico, fatto di incontri, esperienze, storie, personaggi.

Questi gli ingredienti del Festival dello Sport, che dopo il successo delle prime due edizioni tornerà in autunno a Trento.

Organizzato dalla Gazzetta dello Sport e dal Trentino (Provincia autonoma di Trento, Trentino Marketing, Comune di Trento e Apt di Trento), il “Festival” racconterà l’epopea dei grandi campioni, mettendoli a contatto con il pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

Il tema e le date della terza edizione saranno annunciati la prossima settimana al Muse.

La presentazione, che sarà moderata da Giampaolo Pedrotti, Capo Ufficio Stampa della Provincia, si terrà martedì 28 gennaio, alle ore 11.00, a Trento, presso il Muse, il Museo delle Scienze e si potrà seguire sul sito Gazzetta.it e sulla pagina Facebok del Festival 

Saranno presenti: Alessandro Andreatta, Sindaco di Trento, Massimo Bernardoni, Delegato Comitato Italiano Paralimpico Trento, Francesco Carione, Direttore Generale La Gazzetta dello Sport, Roberto Failoni, Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, Presidente Provincia autonoma di Trento, Andrea Monti, Direttore La Gazzetta dello Sport, Paola Mora, Presidente CONI Trento, Maurizio Rossini, CEO Trentino Marketing, Gianni Valenti, Vicedirettore vicario La Gazzetta dello Sport e Direttore scientifico Il Festival dello Sport e Raimondo Zanaboni, Direttore Generale RCS Pubblicità.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Il presidente Fugatti incontra il Forum Trentino per la Pace e i diritti umani

Pubblicato

-

Nato nel 1991 per volontà del Consiglio provinciale, il Forum Trentino per la Pace e i diritti umani opera per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dai quali l’organismo prende il nome.

Ieri, il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, insieme al presidente del Consiglio, Walter Kaswalder, ha incontrato i vertici del Forum, il presidente, Massimiliano Pilati, la vicepresidente Katia Malatesta e uno dei collaboratori, Riccardo Santoni. Un momento di conoscenza e al tempo stesso di verifica delle piste di comune collaborazione.

Una di queste è rappresentata dal programma Agenda 2030, di cui è partito proprio in questi giorni il percorso partecipativo e nel quale sono compresi anche i temi della pace e della giustizia. L’idea è quella di lanciare alcuni messaggi forti, capaci di sensibilizzare i trentini specie con riferimento al problema della violenza, non solo fisica ma anche verbale e virtuale, tenuto conto degli effetti dirompenti di un uso distorto dei social network.

PubblicitàPubblicità

Si è poi parlato della possibilità di utilizzare i canali della formazione che la Provincia organizza per i propri dipendenti, come pure di creare percorsi ad hoc finalizzati all’utenza scolastica.

“Siete un organo previsto da una legge provinciale che opera con piena funzionalità – ha concluso il presidente Fugatti ringraziando i vertici del Forum per il loro impegno – e come Giunta provinciale siamo disponibili a dialogare per individuare progetti comuni”.

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Agenda 2030, continuano gli incontri sul territorio

Pubblicato

-

Molto partecipato l’incontro di martedì sera al teatro di Padergnone grazie anche alla sensibilizzazione promossa dalle Biblioteche di Cavedine e di Valle dei Laghi e, in particolare da Sonia Arw e Sonia Spallino.

Hanno coinvolto enti, associazioni, istituzioni e privati cittadini già attivi sui temi dell’Agenda 2030.

Dopo l’intervento dell’esperta del MUSE, Lucilla Galatà, sono state presentate alcune realtà virtuose che hanno fatto emergere cosa è già stato fatto sul territorio e messo in evidenza cosa si potrebbe ancora fare. Michele Bortoli, sindaco di Madruzzo, funzionario dell’UMSE Agenda 2030 ha illustrato i temi dell’Agenda 2030. Come ad ogni incontro sono state approfondite le modalità per iscriversi e partecipare al percorso partecipativo che proietterà il Trentino nel 2040

Pubblicità
Pubblicità

E’ intervenuta anche l’assessore alla cultura, istruzione e formazione, diritto allo studio, sport e pari opportunità della Comunità Valle dei Laghi Annamaria Maturi che è  capofila del progetto per  il ritiro delle eccedenze alimentari nelle mense scolastiche in collaborazione con Risto 3.

Il progetto, di cui è appunto capofila la Comunità della Valle dei Laghi, è imperniato sul servizio di ristorazione scolastica della città di Trento (con Aldeno, Cimone e Garniga), della Comunità Rotaliana-Königsberg, della Comunità della Valle di Cembra, della Comunità della Paganella. Da alcuni anni sono state messe in atto alcune iniziative per far fronte ad una situazione sociale del territorio non facile per tutti e, nello stesso tempo, ridurre nel il fenomeno dello spreco alimentare.

Altre realtà sono state presentate da:

Caritas Valle dei laghi: presentazione delle attività in particolare del centro di ascolto; Lilt (Mario Cristofolini, presidente sezione provinciale Trento): importanza della lotta al fumo e stili di vita corretti per la prevenzione ai tumori; Comunità Valle dei Laghi- Dementia Friendly community e progetto legami solidi; CEF Vallelaghi (Club ecologico famigliare) con sede a Calavino: si occupa di tutte le dipendenze e gli stati di malessere e disagio che derivano dalle sofferenze; Università della Terza età e del tempo disponibile, rappresentanti sedi di Vezzano e Lasino; Museo della ‘Dona de ‘sti ani’: vita della donna di cinquant’anni fa (detto popolare:

Pubblicità
Pubblicità

“Quando nasce una donna anche le formiche  piangono”); Comunità della Valle dei Laghi: intervento 19; Piano giovani di zona;  Associazione di volontariato oasi Valle dei laghi: progetti di inclusione sociale; Ecomuseo Valle dei laghi: presentazione attività; Biodistretto valle dei laghi, Michele Bortoli; Gruppo di acquisto solidale.

Una realtà molto viva, a testimonianza che con la giusta sensibilizzazione i dieci obiettivi individuati per la Strategia di Sviluppo Sostenibile del Trentino 2040 – Povertà, Stili di vita, Acqua, Territorio, Economia circolare, Responsabilità sociale, Turismo sostenibile, Agricoltura, Riduzione delle emissioni e Parità di genere – possono essere davvero raggiunti.

Il prossimo appuntamento è in programma stasera ad Ala presso l’Auditorium della Cassa Rurale.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza