Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Presentata la società Trento Calcio Femminile 2019-2020, Tiziano Uez: «Società corretta ottimamente gestita e bellissimo ambiente»

Pubblicato

-

Sabato nella splendida cornice della Sala Falconetto nel centro storico di Trento si è svolta la presentazione del Trento Calcio Femminile 2019-2020.

La conferenza di presentazione della società ha riguardato tutte e tre le categorie del Trento Calcio Femminile: Prima Squadra, Juniores Under 19 e Esordienti Under 14.

La grande novità di questa stagione è proprio la nascita della categoria under 14, nata grazie all’impegno profuso di alcune ragazze della Prima Squadra (prime fra tutte Chiara Valzogher) che hanno contribuito attraverso delle splendide iniziative (qui l’articolo) a far conoscere il calcio femminile nella regione; un mondo che appare ancora intriso di luoghi comuni e stereotipi difficili da scardinare. (qui la presentazione della Prima Squadra 2019-2020).

Pubblicità
Pubblicità

Alla conferenza erano presenti la presidente del Trento Calcio Femminile Rita Csako, l’assessore allo sport Tiziano Uez, il consigliere del dipartimento del calcio femminile per la Lega Nazionale Dilettanti Ida Micheletti, l’assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali Stefania Segnana e  il presidente del comitato provinciale del Coni Paola Mora.

Di seguito tutti gli interventi completi:

Presidente Trento Calcio Femminile Rita Csako: «Vorrei confermare che la nuova denominazione sarà Acf Trento Calcio Femminile, anche se per i tempi tecnici  dal punto di vista federale e sociale  sarà presente dalla prossima stagione. Essendo un’associazione propria della città abbiamo preferito identificarci con la città stessa. Questa è stata la prima azione messa in atto insieme al nuovo marchio societario che riporta la Piazza del Duomo.

Pubblicità
Pubblicità

Mi piace ricordare che l’azione di avvicinamento alla città ha trovato riscontro  proprio in questa settimana con la creazione dell’”Angolo dello sport” in piazza Cesare Battisti, che il comune ha messo a disposizione delle associazioni sportive. È stato un interessante momento di contatto e di sensibilizzazione, e di questo ringrazio di cuore le nostre ragazze che si sono adoperate in una simpatica e frizzante attività.

Oltre a ciò è bene ricordare anche l’organizzazione di specifiche iniziative come l’Open Day di venerdì, che è stato curato da Chiara Valzogher e dalle altre ragazze della Prima Squadra. Possiamo confermare che stiamo vivendo un importante momento di espansione del calcio femminile, forse legato all’evento sportivo dei Mondiali, ma non solo.

Le lezioni sparse sul territorio con il progetto Open Day, “Il calcio è un gioco da ragazze”, e gli Open Day organizzati dalla Figc, hanno aumentato l’interesse per questa attività sportiva da parte di molte ragazze. Questo ha significato un netto balzo in avanti per la stagione appena iniziata, tanto da trovarci un attimino spiazzati.

Abbiamo veramente avuto un boom di iscrizioni (35 nuove ragazze under 14).  I nostri numeri sono 35 nuove ragazze under 14, 25 under 19 , e 20 dilettanti. Sono numeri che ci permettono di rinnovare la partecipazione al campionato under 19 organizzato dalla Figc Veneto e al torneo esordienti organizzato dal comitato provinciale di Trento e composto interamente da squadre maschili.

Mai prima d’ora c’erano stati questi numeri e questo interesse. Oltre ad essere bello è anche molto impegnativo, perché dobbiamo utilizzare nuove risorse sia dal punto di vista umano che finanziario. Non manca però di certo l’entusiasmo e la capacità organizzativa.

Vorrei comunque mettere in evidenza che per lo sviluppo del calcio femminile deve essere fatto ancora molto. Secondo noi è ancora poco evidente lo sviluppo sul territorio. Per le squadre legate alla fascia dilettanti i tempi sono ancora duri e l’organizzazione è ancora precaria.

Ci auguriamo vivamente che possano essere introdotte importanti iniziative di sostegno e di sviluppo. Essendo una società femminile  stiamo operando per la parità di genere contro gli stereotipi e contro i luoghi comuni che imbrigliano ancora la nostra disciplina sportiva.

L’essere oggi calciatrice non è affatto facile, anche se rivendichiamo a voce alta che il calcio femminile ha una sua dignità e deve avere i propri spazi e i propri riconoscimenti.

Inoltre oggi fare calcio femminile significa anche sobbarcarsi di trasferte, spostamenti impegnativi non solo per le partite, ma anche per gli allenamenti (abbiamo utilizzato finora 5 campi). Intendiamo investire ancora di più con lo scopo di espandere la proposta sportiva. Auspichiamo inoltre maggiori spazi sulle pagine sportive dei nostri quotidiani locali. ».

Assessore allo sport Tiziano Uez: «È da poco che il calcio femminile riesca a coinvolgere così tante ragazze e questo mi fa piacere. Parliamo di una società che secondo me è ottimamente gestita, che mette a disposizione un bellissimo ambiente, ed è una società corretta.

È l’unica società in tutta la provincia che si occupa esclusivamente di calcio femminile e io ringrazio per questo tutti i componenti. Io, essendo amministratore della città di Trento, sono molto contento che la società abbia deciso di cambiare logo. Io mi ricordo ancora quarant’anni fa quando nacque questa società (1976 ndr): era una società alle prime armi. Da lì hanno fatto veramente tanta strada».

Consigliere del dipartimento del calcio femminile per la Lega Nazionale Dilettanti Ida Micheletti«Oggi sono veramente emozionata perché dopo anni e anni che partecipo a questa presentazione, è il primo anno che avete anche la squadra giovanile. È un grande segno di crescita. Forse grazie ai mondiali di quest’estate, il calcio femminile è esploso.

Io sono dell’idea che il settore giovanile sia la base che deve crescere per produrre risultati. La Figc è presente e vuole aiutare questa bellissima società. La serie C è un vero impegno, ma è anche una soddisfazione per tutto il Trentino e il comitato provinciale. Il calcio femminile deve andare avanti.  E’ importante per la nostra provincia».

Presidente del comitato provinciale del Coni Paola Mora:«Nell’ultimo anno il calcio femminile  ha avuto una visibilità importante, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Mi complimento con il Trento Calcio Femminile proprio per aver voluto radicalizzare la propria presenza sul territorio trentino diffondendo le nostre bellezze cittadine sul loro marchio e sulle loro maglie.  

Militando in un campionato di serie C, sono in una categoria più alta rispetto a tutti i calciatori del Trentino. Al giorno d’oggi fare le atlete non è semplice. Si deve abbattere quell’immaginario collettivo che ancora persiste».

Assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali Stefania Segnana:«Essendo assessore alla salute promuovo questo sport proprio a livello di benessere fisico e sociale. I ragazzi interagiscono non passando tutta la giornata dietro a un cellulare o rinchiusi in casa. Lo sport è importante per i nostri giovani perché crea unione e socialità».

E’ stata inoltre premiata la calciatrice della Prima Squadra Chiara Valzogher per l’impegno profuso nell’organizzazione degli Open Day. E’ proprio grazie a queste attività che è stato possibile dare vita alla squadra esordienti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza