Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

«Che dire, due in meno»: morti Trieste, sui social c’è chi esulta per la morte dei poliziotti

Pubblicato

-

Non ci sono solo gli chef Rubio o i ministri dell’istruzione Fioramenti ad attaccare le forze dell’ordine dopo le due morti di Trieste.

Gli squadroni della sinistra, ultimamente sempre più spuntati, prendono fiato dopo le morti dei rappresentanti dell’ordine e come era successo dopo l’omicidio del maresciallo dei carabinieri Mario Rega Cerciello a Roma ricominciano il solito vile attacco alla democrazia.

È il caso di colei che su facebook si firma «Diana Sam Coni» professandosi anarchica che  a proposito dell’uccisione dei due poliziotti scrive sul suo profilo «Ke dire, due in meno!!»

Pubblicità
Pubblicità

Un caso isolato di puro odio? Non proprio. Alcuni utenti commentano l’immagine e si complimentano con la donna per l’”alto pensiero”.

C’è anche chi le consiglia di fare attenzione non per la frase di violenza ma perché c’è il rischio che Facebook potrebbe oscurarla.

La vergognosa frase è stata notata dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini che, sullo stesso social, è intervenuto per esprimere tutto il suo sdegno.

«Schifo e vergogna! Come si può anche solo pensare di scrivere cose del genere??? È giusto essere consapevoli che esistono purtroppo in Italia individui che si rallegrano per la morte di due poliziotti. Gente senza cuore, senza cervello e senza dignità»Replica subito Matteo Salvini

Il profilo della «signora» non è più online e pare che sia stato chiuso

Pubblicità
Pubblicità

Contro lo Chef Rubio si schierano invece tutti i sindacati delle forze dell’ordine.

«Per una banale benda messa sugli occhi ad un assassino di un carabiniere si sono sollevati anche i cadaveri putrefatti a fare polemica sterile e comunque sempre contro le forze di polizia. Se ci si mettono anche i “pignattari” in cerca di notorietà’ ad aizzare nel momento del pieno dolore di familiari ed amici….» dichiara il Presidente fsp Franco Maccari

E ancora: «Se tutti i soloni insegnano e pontificano di come si dovevano comportare e operare i poliziotti, se bavosi individui sparlano di “mancanza” di preparazione dei nostri poliziotti, se c’e’ qualcuno con un briciolo di sale in zucca che dica semplicemente che “per timore” di essere indagati, sputtanati, rimandati, ripresi si evita anche di mettere le manette ai “poveri” deliquenti fermati è la fine della nostra società»

Maccani poi attacca nuovamente Rubio «Qualcuno si chiede come mai non e’ stato “abbattuto” l’assassino con pistola in mano e pronto a sparare ancora? Perche’ ormai si preferisce il contrario della logica e di quello che ci hanno sempre insegnato: meglio un bel funerale che un brutto processo! “Pignattaro rubio” ed affini: io condivido e capisco benissimo il fratello di Matteo Demenego, fratello del collega Gianluca, ucciso da gentaglia come te!»(NdR – aveva dichiarato che lo chef Rubio doveva stare attento)

Parole dure quelle del segretario del sindacato di Polizia che ormai è esasperato per quanto sta succedendo.

Contro Rubio si scaglia anche Rita Dalla Chiesa: «Vergognati per la tua immensa pochezza» scrive la figlia del generale ucciso dalla mafia nel 1982 che continua: «Allora – scrive sul social la conduttrice -, adesso basta con questa storia della mancanza di preparazione dei nostri ragazzi delle Forze dell’Ordine. Se mai ti capiterà di essere minacciato pesantemente da qualcuno, difenditi da solo, visto che di loro non ti fidi. Vergognati per la tua immensa pochezza». «Sapesse almeno cucinare…», aggiunge in un messaggio successivo».

Chef Rubio, infatti, aveva ​commentato sui social la strage in Questura a Trieste. «Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente… Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio, che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente: io non mi sento sicuro in mano vostra».

Parole che avevano spinto Gianluca Demenego, fratello di una delle due vittime, ​a rivolgersi a lui in un post: «Chef Rubio sono il fratello del poliziotto impreparato! Beh, tieni sempre la guardia alta quando giri perché se colgo impreparato pure te fai la fine di mio fratello! Uomo di merda! Ti auguro di perdere un tuo caro! A presto!». Ne è scaturita una polemica con accuse lette come minacce.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Ricette fresche con le fragole, le golosità dell’estate!
    Finalmente stanno arrivando l’estate, il caldo e le giornate di sole. Con loro, inizia anche la stagione della frutta fresca, dei frullati e dei dolci golosi e leggeri. Tra quelli più classici e gustosi spicca la Torta Sbriciolata alle fragole senza cottura. Facile, veloce e adatta a tutti palati, la torta sbriciolata alle fragole senza cottura […]
  • “CrowdWine”, l’originale sistema per sostenere le piccole cantine italiane
    In un momento storico in cui l’intero settore del vino italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento strutturale, relazionale e sopratutto commerciale è nata un’idea per sostenere le piccole e medie cantine italiane. L’idea prende spunto direttamente dal più noto crowdfunding, tentando di avvicinare i consumatori con i produttori attraverso l’ormai utilizzatissimo sistema di […]
  • Coronavirus: un team di giovani donne progetta ventilatori polmonari con ricambi di automobili
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha colpito anche angoli di mondo già molto fragili come L’Afghanistan, Paese precedentemente dilaniato da decenni da guerre e dittature che, dopo l’arrivo del Coronavirus rischia di mettere definitivamente in ginocchio il fragile sistema sanitario. Nonostante il Governo di Kabul abbia adottato i più noti sistemi prevenzione, come il distanziamento sociale […]
  • Beer SPA, una tappa imperdibile nella splendida Praga
    Ti piacciono la birra e le belle città d’Europa? Allora una tappa alla Beer SPA delle capitale Ceca è d’obbligo. Aperta nel 2013, la Original Beer SPA, negli anni, ha riscosso un grande successo soprattutto tra coloro che amano il connubio tra belle città, relax e attrazioni peculiari o comunque diverse dal solito. Ma cos’è […]
  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]

Categorie

di tendenza