Connect with us

Sport Trentino

L’Itas Trentino regola 3-1 i belgi del Leuven nel test non ufficiale di metà settimana alla BLM Group Arena

Pubblicato

-

Applausi a scena aperta e una cornice di pubblico già promettente hanno tenuto a battesimo questa sera la prima uscita, seppur non ufficiale, dell’Itas Trentino 2019/20 alla BLM Group Arena.

Di fronte a circa quattrocento spettatori, la formazione allenata da Angelo Lorenzetti, priva ancora di tutti i nazionali (anche Giannelli ha lavorato a parte), ha offerto momenti di buona pallavolo e vinto per 3-1 il match contro i belgi del Bdo Hassrode Leuven, in tour in Italia durante questa settimana per preparare l’esordio nella Liga nazionale. Ad onor del vero il risultato del match potrebbe essere letto anche come un 3-0, ma al termine della partita canonica le due formazioni hanno dato vita ad un ulteriore parziale, vinto in quel caso dagli ospiti.

In evidenza ancora una volta l’opposto Luca Vettori, best scorer con 23 punti, due ace ed il 51% in attacco, e lo schiacciatore Sosa Sierra (19 col 54%, tre muri e un ace), ma più in generale è stata tutta la squadra a convincente, specialmente nel finale di primo set, vinto ai vantaggi dopo aver inseguito sempre ed essere stata sotto anche 21-24. 

Pubblicità
Pubblicità

La cronaca della partita. Per il debutto davanti al pubblico amico, Lorenzetti deve fare ancora a meno di ben sette effettivi (Giannelli, Grebennikov, Kovacevic, Cebulj, Lisinac, Candellaro e Russell) e quindi sceglie Daldello in regia, Vettori opposto, Parodi e Sosa Sierra schiacciatori, Codarin e Michieletto al centro, De Angelis libero.

Il Leuven si propone con Blondeel al palleggio, Van Walle (ex Macerata e Città di Castello) opposto, Baetens e Peters in banda, Pardon e De Paepe al centro, Bossee libero. L’avvio dei padroni di casa è molto efficace; Vettori mette a terra subito qualche ottima ricostruita e Trento scappa sul +3 (7-4). Il vantaggio resiste poco, perché gli ospiti recuperano in fretta ed impattano già sul 10-10, prima di mettere la freccia con Baetens e Van Walle (13-16). Il time out dei gialloblù ha effetti benefici perché, grazie anche ad un gran muro di Sosa Sierra, il punteggio torna in bilico (19-20).

Leuven allunga di nuovo grazie ad un errore di Vettori (20-23), ma l’Itas Trentino cambia marcia proprio sul più bello, annulla tre palle set (dal 21-24 al 24-24), se ne procura una con Parodi e la trasforma con lo stesso Vettori (26-24).

Trento parte sparata anche nel secondo set, portandosi immediatamente sul 3-0 e poi sul 7-1 anche per meriti di Michieletto, che si fa sentire in attacco e a muro. I belgi provano a replicare col solito Van Walle (8-4), Parodi difende il vantaggio (14-11), ma gli avversari risalgono sino al meno uno (19-18), prima di cedere definitivamente (23-18) sotto i colpi di Vettori e di un ottimo Codarin in battuta (ace del 25-18).

Nel terzo set Lorenzetti mette a riposo Parodi, inserisce Acuti al centro e sposta Michieletto in banda; la scelta è positiva, perché l’Itas Trentino prende subito in mano il comando delle operazioni (5-3, 11-6) e non lo molla più sino al termine (16-10, 21-18), nonostante Van Walle le provi tutte per tenere in carreggiata i suoi (25-22). Sul 3-0 c’è tempo per un altro parziale, vinto in questo caso dal Bdo Hassrode per 22-25.

Siamo partiti con il freno a mano tirato, forse un po’ per i carichi di lavoro che stiamo sostenendo in questa settimana, ma nel finale di primo set abbiamo dimostrato di essere motivati al punto giusto per recuperare una situazione non semplice – ha commentato a fine gara Angelo Lorenzetti – . Nel periodo di preparazione, anche questo tipo di atteggiamento è qualcosa da sottolineare e ce lo teniamo stretto. Con alcuni giocatori avevamo stabilito degli obiettivi personali per questo match che sono stati tutti centrati, al di là del valore dell’avversario. Abbiamo lavorato bene”.

L’Itas Trentino tornerà a lavorare alla BLM Group Arena già nel pomeriggio di venerdì, per svolgere l’ultima sessione con palla della settima settimana di preparazione, che si concluderà poi in sala pesi sabato mattina.

Di seguito il tabellino dell’amichevole non ufficiale giocata questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Bdo Hassrode Leuven 3-1

(26-24, 25-18, 25-22, 22-25)

ITAS TRENTINO: Parodi 8, Codarin 14, Vettori 23, Sosa Sierra 14, Michieletto 8, Daldello, De Angelis (L); Acuti. N.e. Pizzini, Giannelli e Djuric. All. Angelo Lorenzetti.
BDO HASSRODE LEUVEN: Blondeel 2, Baetens 7, Pardon 4, Van Walle 13, Peters 6, De Paepe 5, Bossee (L); Cosemans 1, Dedeyne 5, Hofmans 13, Albert (L), De Saedleer 1. All. Kris Eyckmans,
ARBITRO: Giglio di Trento e De Martini di Feltre (Belluno).

DURATA SET: 23’, 18’, 22’, 21’; tot 1h e 24’.

NOTE: 400 spettatori circa. Itas Trentino: 7 muri, 7 ace, 12 errori in battuta, 14 errori azione, 53% in attacco, 62% (32%) in ricezione. Bdo Hassrode Leuven: 4 muri, 4 ace, 17 errori in battuta, 5 errori azione, 44% in attacco, 45% (25%) in ricezione.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza