Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Valsugana: guardia forestale «assenteista» condannato ad 8 mesi.

Pubblicato

-

Nella foto l'avvocato della difesa Giuliano Valer

E’ stato condannato con rito abbreviato a 8 mesi (pena sospesa) e al pagamento di una multa di 300 euro la guardia forestale dal «cartellino facile» che usava l’autovettura della provincia per farsi i fatti suoi.

Enrico D’Aquilio guardia forestale di Castel Ivano era accusato di truffa, peculato d’uso e false attestazioni nell’uso del badge che in realtà era solo un registro.

All’uomo l’accusa ha contestato ben 29 episodi dove il forestale della Valsugana ha utilizzato l’auto di servizio quando non stava eseguendo attività legate al suo lavoro.(ricavando rifornimenti impropri di carburante).

Pubblicità
Pubblicità

La situazione si è aggravata ancora di più quando le indagini hanno confermato che l’uomo ha segnato come ore di lavoro momenti in cui non stava svolgendo nessuna attività lavorativa.

Alla fine il giudice Profiti lo ha condannato per 17 dei 29 contestati. Tutti i reati sono stati commessi al periodo fra marzo e agosto del 2016.  Il custode, tramite i suoi difensori Giuliano Valer (nella foto) e Martina Gaiardo, si è difeso dicendo che spesso ha dovuto terminare a casa il proprio lavoro compiendo ore di straordinario e quindi l’utilizzo dell’auto di servizio per il suo ritorno a casa avrebbe dovuto far parte del lavoro.

Il lavoro svolto a casa è stato avvalorato dal fatto che all’interno della sua abitazione è presente il magazzino con le attrezzature, cosa che però il Comune non gli ha mai concesso.

L’uomo si è difeso anche dicendo che nel tempo ha collezionato centinaia di ore di straordinario. Ma il giudice non gli ha creduto. Ora il forestale può ricorrere in appello.

Pubblicità
Pubblicità

L’indagine della guardia di finanza era partita da una segnalazione di un cittadino. Dopo la denuncia le fiamme gialle hanno per mesi controllato i movimenti dell’uomo piazzando anche un dispositivo GPS per poter verificare meglio gli spostamenti. «Il pubblico ministero ha sfoltito di molto gli episodi contestati – spiega l’avvocato Giuliano Valer –  e noi abbiamo comunque deciso di ricorrere in appello»

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Autotreno esce di strada a Borgo Valsugana, traffico deviato

Pubblicato

-

Credits foto ©SoS. 47 Valsugana

Poco dopo le 11.00 un autotreno è uscito di strada sulla Statale 47 nei pressi di Borgo Valsugana mentre viaggiava verso Bassano del Grappa.  Sul posto i vigili del fuoco e le forze dell’ordine che hanno chiuso la strada con susseguente deviazione del traffico verso il centro di  Borgo Valsugana.

I vigili del fuoco stanno tentando di rimuovere il mezzo incidentato che dopo aver perso il controllo ha terminato la sua corsa sopra il guard rail.

Secondo una prima parziale ricostruzione l’uscita di strada sarebbe avvenuta in modo autonomo senza il coinvolgimento di altri mezzi. Non ci sono feriti, quindi si ipotizza che l’autista abbia avuto un momento di disattenzione oppure un colpo di sonno

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

30enne trovato morto in casa di amici a Mezzano di Primiero: indagano i carabinieri

Pubblicato

-

Tragedia questa mattina a Mezzano di Primiero dove Luca Bettega, un  30enne residente a Imer è stato trovato morto dopo una nottata passata a casa di amici.

Si sospetta che la morte possa essere legata ai problemi di dipendenze di cui il giovane soffriva.

Da tempo era infatti seguito anche dal locale centro di alcologia.

Pubblicità
Pubblicità

Era conosciuto in valle con il soprannome di “Patet”. Viene esclusa la morte violenta e pare sia avvenuta per un arresto cardiocircolatorio.

Sul posto i sanitari di Trentino Emergenza e il medico legale, che non ha potuto fare altro che accertare l’avvenuto decesso.

Il corpo senza vita è stato quindi trasportato nel più vicino centro di medicina legale.

Sarà ora l’autopsia a chiarire i contorni di una vicenda sulla quale stanno già indagando i Carabinieri.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Pergine: bambina di 10 anni investita sulle strisce pedonali mentre andava a scuola

Pubblicato

-

Ieri mattina alle 7.45 in via Spolverine a Pergine una bambina di 10 anni è stata investita sulle strisce pedonali.

La bambina proveniva da via Montessori ed era diretta a scuola.

Prima di attraversare ha aspettato che la macchina di fermasse, ma nel momento in cui era in mezzo alla corsia una seconda macchina guidata da un uomo della Val dei Mocheni non è riuscita a fermarsi e ha tamponato quella davanti.

PubblicitàPubblicità

La macchina ferma è stata quindi involontariamente sbalzata in avanti colpendo la bambina.

Sul posto sono arrivate due ambulanze: una per la bambina e un’altra per i conducenti delle due auto.

La bambina è stata trasportata all’ospedale Santa Chiara insieme al 76 enne conducente della macchina in forte stato di shock.

Fortunatamente l’impatto non è stato violento e la bambina non ha riportato ferite gravi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza