Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Il ricordo di Andrea rimane sempre vivo. Anche quest’anno il “Memorial Malfa” fa il pienone di partecipazione

Pubblicato

-

Si è conclusa ieri sera la splendida manifestazione in ricordo di Andrea Malfatti, scomparso prematuramente quattro anni fa a soli 27 anni.

Ogni anno da allora, a fine settembre, il “Memorial Malfa” è un appuntamento fisso per tutta la comunità di Mezzolombardo per stingersi intorno ai genitori e al fratello Gabriele.

Senza che i genitori pretendessero nulla, ogni anno gli amici di Andrea organizzano quest’evento al campetto ITEA di via Morigl in maniera impeccabile.

Pubblicità
Pubblicità

Oltre ad una profonda amicizia che li aveva legati in passato, e da cui c’è solo che da imparare, ciò che emerge è il profondo altruismo verso tutti coloro che stanno lottando, come fece Andrea, contro un male sempre più infame. L’intero ricavato sarà infatti devoluto alla Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i tumori.

Con il sottofondo musicale di Duff Dj, che ha sfoggiato hit parade da far ballare anche i giocatori in campo, il torneo è durato tutto il giorno. Dalla mattina alle nove si è protratto fino a sera.

Oltre alla componente calcistica, c’è stata la possibilità di mangiare, bere e divertirsi. La componente godereccia è stata la gola di molti.

Le squadre che hanno preso parte quest’ anno sono state sei, ma una ha dominato su tutte le altre: l’Istituto Martino Martini. Non solo libri, ma nella scuola superiore del paese c’è anche tanto talento.

Pubblicità
Pubblicità

La freschezza atletica (componente che ha fatto la differenza), la capillare organizzazione tattica e il talento hanno fatto sì che anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, siano saliti sul gradino più alto del podio.

Le altre squadre (Campetto Fc, Campetto del lunedì, Pulcini, Atletico Minetti e Comune) si sono comunque distinte per bravura e sportività. La squadra più giovane, Campetto Fc, nata dall’unione di ragazzi cresciuti a pane e campetto ITEA, ha dato filo da torcere a tutti.

Il Campetto del lunedì doveva essere una delle favorite nella vittoria del torneo, ma a causa della formula del tabellone è arrivato alla finale con il Martini allo stremo delle forze. Hanno dovuto giocare tre partite consecutive.

La squadra Pulcini è saltata all’occhio per essersi presentata non con una squadra, ma con una flotta. I ricambi a volontà, neanche avessero gli impegni di coppa, non ha comunque permesso loro di accedere alla semifinale.

L’Atletico Minetti, composto per lo più da pallavolisti, complice l’assenza del loro top player Lorenzo Rossatti, non è riuscita  a imporsi più di tanto. Per ultima la squadra del sindaco, il Comune, vincitrice il primo anno della manifestazione, ha iniziato a sentire il peso degli anni e anche loro non sono riusciti ad accedere alla semifinale.

Fra le partite più spettacolari si ricorda nella fase a gironi l’8-2 del Campetto Fc ai danni dell’Atletico Minetti. I coast to coast alla Pibe de Oro della punta Franzoi hanno spianato la strada verso una vittoria larga ma sofferta.

L’Atletico Minetti è stato poi asfaltato anche nella seconda fase dal Martino Martini, che senza pietà, ha inflitto loro tredici gol. In grande spolvero i due professori, uno di educazione fisica e l’altro di Meccanica, e alcuni talenti come Gavazza, Muca e Bertò.

Nell’olimpo del gran calcio entra di prepotenza anche il Campetto del lunedì che sempre nella seconda fase non ha lasciato scampo alla squadra del Comune. 8-0.

La semifinale è stata disputata fra Campetto fc e Campetto del lunedì, uniti nel nome ma non in campo. È stata una lotta a colpi di talento, che complice un po’ di sfortuna ha visto trionfare i più esperti del Campetto del lunedì.

Arrivati in finale ormai stravolti hanno ricevuto una sonora bastonata dagli studenti del Martino Martini. Altro 8-0. Alla fine del torneo è stato premiato come miglior giocatore della manifestazione il fantastista della squadra vincitrice Shpend Muca.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Le Olimpiadi vitienologiche aprono l’anno scolastico e accademico a San Michele

Pubblicato

-

E’ in programma martedì 19 novembre, alle ore 11, presso l’aula magna l’inaugurazione dei corsi di studio in campo vitienologico della Fondazione Edmund Mach e del Centro Agricoltura Alimenti Ambiente (C3A) dell’Università di Trento, alla presenza del presidente FEM, Andrea Segrè, del rettore Paolo Collini e dell’assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca, Giulia Zanotelli.

Alle 11.30 interverrà Franco Marzatico, Soprintendente per i Beni Culturali presso la Provincia di Trento con la Lectio Magistralis “ La cultura del vino nel mondo antico”. Alle ore 12.15 è prevista la premiazione dei vincitori “Olimpiadi Viti Enologiche” e l’intervento di Ilaria Pertot, direttrice del Centro Agricoltura Alimenti Ambiente (UniTrento-FEM) e Ivano Artuso, dirigente del Centro Istruzione e Formazione FEM.

Quest’anno l’evento sarà preceduto da una iniziativa unica nel suo genere: le Olimpiadi vitienologiche che vedranno sfidarsi dalle ore 8 alle 10.45 presso il Palazzo della Ricerca e della Conoscenza gli studenti del Centro Istruzione e Formazione e del Corso di laurea in una serie di prove di conoscenza e abilità in ambito viti-enologico.

Pubblicità
Pubblicità

I ragazzi dovranno risolvere sei quesiti. Le squadre, miste, sono composte da 8 studenti e studentesse del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia – C3A e corso enotecnico della Fondazione Mach.

Tutti i partecipanti avranno diritto ad un viaggio per conoscere le tecniche più avanzate in ambito viti-enologico. Ai vincitori una cassetta professionale di accessori per la degustazione del vino.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Arrestati con 2,2 chili di eroina. Due cittadini albanesi condannati a 2 anni e 8 mesi di reclusione

Pubblicato

-

I due albanesi erano caduti nella rete della Guardia di Finanza l’undici maggio 2018 quando nel corso di un servizio di controllo del territorio su strada all’altezza di via Stenico, a Trento, le unità cinofile della Compagnia di Trento li avevano fermati trovando all’interno della loro macchina con targa italiana 1 chilo di eroina purissima. 

La susseguente perquisizione nelle rispettive abitazioni in via Stoppani nel capoluogo e in via Trento a Mezzolombardo  avevano permesso di scovare, ben occultate dietro un armadio della stanza da letto, altri due panetti per un totale di un altro chilo di eroina, simili a quelli rinvenuti nell’automobile.

Nel corso delle perquisizioni erano stati anche trovati 250,00 euro in contanti, della cui legittima provenienza entrambi gli occupanti dell’abitazione non hanno saputo fornire giustificazioni e che sono, pertanto, stati ritenuti provento di spaccio.

Pubblicità
Pubblicità

T.E., 33 anni disoccupato residente nel capoluogo e T.R., 39 anni, residente a Mezzolombardo con regolare contratto di lavoro sono stati condannati a 2 anni e 8 mesi di carcere per possesso di droga.

Lo stupefacente sequestrato era pari a 2,2 chilogrammi ed aveva un valore sul mercato di oltre 100 mila euro.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Gli studenti dell’Istituto Martini diventano Piloti con Italfly

Pubblicato

-

Grazie ad un accordo tra l’Istituto “Martino Martini” di Mezzolombardo e la società “Italfly Academy” di Trento, gli studenti dell’istituto superiore della Rotaliana – che dal 2016 ha avviato il triennio tecnologico in “Conduzione del mezzo aereo” – potranno frequentare un corso per conseguire la licenza di pilota privato, primo passo per diventare piloti professionisti sia di velivolo che di elicottero.

Il corso è iniziato il 7 novembre con i primi studenti interessati a intraprendere la carriera di pilota. Dal 2016 l’Istituto Martino Martini di Mezzolombardo e la società Italfly Aviation di Trento sono tra i promotori del protocollo d’Intesa con l’Assessorato all’istruzione della Provincia per lo sviluppo della filiera della formazione aeronautica.

Il corso teorico si svolge presso le aule dell’Istituto M. Martini di Mezzolombardo e la parte pratica presso la sede dell’Academy di volo in aeroporto a Trento. L’azienda Italfly Aviation ha riservato condizioni economiche agevolate agli studenti del Martini che partecipano al corso teorico gratuitamente oltre ad avere un ulteriore sconto sulle ore di volo.

PubblicitàPubblicità

“L’intento è quello di continuare quel percorso comune di crescita per arrivare a professionalizzare gli studenti dell’Istituto di Mezzolombardo nell’ambito del pilotaggio oltre che nei diversi settori aeronautici attivi già  da tre anni grazie ad accordi che si sono già concretizzati nei corsi per la licenza di pilota di drone,  corsi di flight dispathcing, esami per diventare controllore di volo (grazie a Trentino Trasporti,  gestore dell’aeroporto di Trento e della torre di controllo), stage estivi nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro ed in ultimo il nuovo protocollo firmato con Helicopters Italia (ora Consorzio Airbus Helicopteres) per la formazione di manutentori aeronautici“ spiegano la preside dell’Istituto, Tiziana Rossi e il general manager di Italfly Aviation, Luca Nabacino.

Alla tradizione del mondo aeronautico trentino è sempre mancato il tassello iniziale, nella figura di un istituto superiore aeronautico specializzato in Regione, con la conseguenza che molti studenti dovevano andare fuori Provincia.

L’accordo fra l’Istituto Martini con la storica scuola di volo Italfly di Matterello chiude il cerchio di quella filiera che sull’aeroporto di Trento sta crescendo a vista d’occhio, grazie anche alla rete d’imprese Kilometro Azzurro, ente organizzatore della manifestazione aerea Festivolare e acceleratore di progetti legati al mondo aeronautico locale.

Le realtà che hanno generato questo significativo accordo augurano agli studenti del Martini e della scuola di volo Italfly di solcare i cieli portando in alto il nome della nostra Provincia e le sue eccellenze, ricordando la figura dell’ing. Caproni, i piloti trentini a partire dal Com.te Volpi e gli assi della pattuglia acrobatica, e infine l’astronauta Samantha Cristoforetti.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza