Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Autotrasporti, Fugatti: «No all’aumento delle accise sul carburante»

Pubblicato

-

Sicurezza, concorrenza, infrastrutture, costi del carburante, sburocratizzazione.

Sono questi i temi toccati dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, intervenuto ieri pomeriggio al Kartodromo di Ala alle premiazioni di TruckDay 2019, due giorni di festa ma anche occasione per conoscere il mondo dell’autotrasporto con le sue peculiarità e problematiche.

“È un settore il vostro – ha esordito il governatore – che merita la giusta attenzione da parte di chi amministra e per questo è già stato avviato un dialogo con chi rappresenta la vostra categoria.” 

Pubblicità
Pubblicità

Mestiere impegnativo, svolto da professionisti – a volte famiglie – che contribuiscono a far crescere una parte significativa del nostro sistema economico, quello dell’autotrasportatore vive oggi le non facili dinamiche di una concorrenza internazionale sempre più agguerrita.

Lo ha riconosciuto lo stesso Fugatti dichiarandosi tra l’altro non favorevole ad ipotesi di aumento delle accise sul carburante, proprio perché penalizzerebbe ulteriormente la nostra capacità competitiva.

Pubblicità
Pubblicità

Un accento particolare è stato poi posto sul tema della sicurezza, degli operatori in primis ma anche di chiunque transita su strade e autostrade. “Sono certo – ha detto Fugatti a questo proposito – che questo argomento è posto in cima alle priorità della maggioranza delle imprese che operano in Trentino e in Alto Adige“.

“Su questo e su altre problematiche – ha concluso Fugatti – continueremo a dialogare con il vostro settore consapevoli di quanto sia cambiato ma anche della determinazione con cui sta affrontando le sfide dell’oggi”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rete provinciale delle cure intermedie, sperimentazione anche ad Ala

Pubblicato

-

La rete provinciale delle cure intermedie si amplierà a breve di ulteriori 10 posti letto che verranno attivati, nei primi mesi del 2020, nel presidio socio-sanitario di Ala.

Lo ha stabilito nei giorni scorsi la Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana che spiega: “Le cure intermedie svolgono un ruolo fondamentale di collegamento fra il ricovero ospedaliero e l’assistenza domiciliare, ci consentono di gestire al meglio le situazioni di fragilità e di cronicità, di sviluppare l’autonomia, la stessa autocura del paziente e della rete familiare, nonché la predisposizione del domicilio. In questo senso diventa fondamentale poter contare su una vera e propria rete provinciale di cure intermedie, non tanto costruendo nuovi luoghi di cura quando individuando soluzioni in strutture esistenti, con particolare attenzione naturalmente alle zone periferiche. E il presidio di Ala è strategico perché ci consente di avvicinare i pazienti della Vallagarina al loro domicilio”.

Le Cure Intermedie sono strutture a bassa intensità di cura, gestite dai servizi territoriali, a prevalente gestione infermieristica, con valenza assistenziale e riabilitativa estensiva.

PubblicitàPubblicità

Esse hanno tra gli obiettivi il recupero della stabilità clinico-assistenziale, lo sviluppo delle capacità di autocura del paziente e della rete familiare e la predisposizione del domicilio per il rientro a casa in sicurezza del paziente, prevalentemente anziano e fragile, dopo un ricovero in ospedale per acuti.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Raid dei ladri nella zona di Mori, messi a segno tre colpi

Pubblicato

-

Continua in tutto il Trentino il fenomeno dei furti negli appartamenti.

Ora i ladri sono arrivati anche a Mori.

Le zone colpite sono state Linar, Loppio e Ravazzone. Proprio a Loppio i ladri sono stati filmati dalle telecamere di videosorveglianza.

PubblicitàPubblicità

Si tratta di tre persone che sono state viste anche altrove.

Nella stessa giornata sono infatti stati segnalati alcuni tentativi di furti in zona Ala ed Avio.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante un bottino scarso sono stati però ingenti i danni alle abitazioni. L’unico caso in cui i ladri hanno messo a segno un vero e proprio colpo è stato a Linar, dove una giovane donna è stata derubata degli oggetti di valore.

I ladri conoscevano i movimenti della donna e sono entrati indisturbati trapanando il vetro  e aprendo la porta-finestra.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre a Linar è stata colpita un’altra abitazione. Questa volta i ladri hanno forzato la porta-finestra del poggiolo ma all’interno non hanno trovato nulla di interessante.

I danni sono però stati parecchi: danni agli infissi, oggettistica rovesciata a terra, armadi e cassetti svuotati e quadri spostati.

Spesso si tratta di una vera e propria violenza psicologica che lascia l’amaro in bocca e un senso di paura da parte di chi è stato derubato.

A Loppio i ladri sono invece stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza e sono rimasti all’interno della casa per circa due minuti. Nel tentativo di fermare le sirene che suonavano hanno cercato di danneggiare i sensori, ma senza successo. Anche qui hanno rubato poco o nulla.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

A Nomi la 12°edizione del «Matrimonio dei sapori trentini»

Pubblicato

-

Alla Cantina Grigoletti di Nomi tutto è pronto per ospitare la dodicesima edizione de “ Il Matrimonio dei Sapori Trentini”.

L’appuntamento è per domenica dalle 9 alle 18 col punto di partenza fissato al “ Tempio Rosa” una sorta di scrigno fatto di sassi e marmi lavorati a mano che custodisce le barrique costruite con legni selezionati.

Si passerà poi nel “ Tunnel delle MeraVigne” dove si potranno ammirare le vigne scolpite nel legno o nella pietra, costruite col ferro da alcuni artigiani trentini.

Pubblicità
Pubblicità

Non manca la “Basilica del Vino” , anticamera del “Caveau del Merlot” dove sono custodite le bottiglie delle migliori annate dei vini della Cantina Grigoletti.

Passando dalla “ Caneva di Bacco”si arriverà alla “Piazza dei Sapori Trentini” una zona di assaggio e dialogo con alcuni produttori provinciali: il Salumificio Belli di Sopramonte, il Caseificio di Sabbionara d’Avio, il Panificio Moderno di Rovereto con dolci e pane, caffè dell’Antica Torrefazione Bontadi di Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

Il tutto accompagnato dai vini e dalle selezioni della Cantina Grigoletti.

Non mancherà nemmeno un’ anteprima natalizia col panettone al Passito San Martim Grigoletti prodotto da Exquisita di Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

I visitatori si muoveranno alla volta del “ Botesèl sul Pontesèl”: un’antica botte adattata da artigiani trentini a diventare una sorta di suggestiva terrazza che si affaccia sull’area di vinificazione e dove si potrà ammirare il “ Ciclo della vita della Vigna Grigoletti” scolpito nel legno di cirmolo.

Due le novità della dodicesima edizione de “ Il Matrimonio dei Sapori Trentini”.

La prima è la doppia degustazione offerta dalla Cantina Valle Isarco e la seconda sarà l’inaugurazione della nuova vigna in rame posizionata nel “ Tunnel delle MeraVigne”, realizzata dal Maestro Artigiano Sergio Festi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza