Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Primo semestre: ITAS raddoppia il proprio risultato operativo

Pubblicato

-

Il Consiglio di Amministrazione di ITAS Mutua, riunitosi nella giornata di ieri a Trento sotto la presidenza di Fabrizio Lorenz, ha approvato i risultati relativi al primo semestre 2019.

Il presidente Fabrizio Lorenz ha commentato: “I risultati positivi del Gruppo ITAS ci confermano la piena validità delle scelte effettuate con il nostro piano strategico triennale che punta ad una crescita disciplinata per conseguire un equilibrio tecnico ed un continuo rafforzamento patrimoniale. Tali aspetti rappresentano degli obbiettivi irrinunciabili per una mutua assicuratrice che deve avere come faro della propria attività i suoi soci assicurati.”

I premi del segmento Danni chiudono il semestre a 423 milioni di euro, in calo del -4,9%.

Pubblicità
Pubblicità

Già a partire dalla fine dello scorso esercizio la Compagnia ha posto in essere una serie di azioni volte a riformare il portafoglio nei settori caratterizzati da andamenti tecnici negativi, in particolare nel comparto Auto, concentrando le iniziative di riforma in aree territoriali e linee d’affari meno virtuose.

Analogamente, nel comparto non Auto si è provveduto ad attuare una politica di riduzione delle esposizioni verso quei segmenti di rischio caratterizzati da andamenti tecnici particolarmente volatili e deficitari.

A fronte di una raccolta premi in calo il risultato operativo del segmento registra un significativo incremento passando dai -4,2 milioni di euro del primo semestre 2018 a +9,3 milioni di euro, grazie al deciso miglioramento del risultato tecnico, ottenuto sia nel settore Auto che in quello non Auto. Il risultato degli investimenti, rappresentato dai redditi finanziari generati dalla gestione degli attivi «strumentali» all’attività assicurativa, si presenta in linea con la redditività attesa.

Il combined ratio si attesta al 99,7%, in miglioramento di oltre 3 p.p. rispetto all’esercizio precedente grazie al miglioramento della sinistralità sia del comparto Auto, che beneficia di un calo della frequenza sinistri accompagnato da un costo medio sostanzialmente stabile, che di quella del comparto non auto, grazie alle azioni di riforma del portafoglio poste in essere su alcuni rami e al calo della frequenza dei sinistri di maggiore entità.

La raccolta netta Vita si attesta a 282 milioni di euro, confermando la crescita osservata fin dall’inizio dell’anno ed in linea con gli obiettivi di piano.

A seguito di questo andamento, le riserve crescono del +11% raggiungendo i 3,6 miliardi di euro. I premi del segmento raggiungono i 366 milioni di euro (+40,8%) anche grazie alla positiva dinamica del fondo pensione Plurifonds, che conta, alla chiusura del semestre, un patrimonio netto gestito che supera i 790 milioni di euro per oltre 71.000 aderenti.

Lo scorso anno è stata lanciata la nuova gestione separata Formula Fondo che sfrutta, prima nel mercato, le novità regolamentari del “fondo utili” e che, al 30 giugno, può contare su un patrimonio di circa 197 milioni di euro.

Il miglioramento del risultato operativo è stato realizzato grazie all’incremento del margine finanziario legato sia all’aumento delle masse gestite che ad un recupero dei valori degli investimenti che ha interessato, in particolare, quelli relativi al fondo pensione.

Il presidente di ITAS Vita Giuseppe Consoli ha commentato: “Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati economici ottenuti dalla nostra società in questo primo semestre, peraltro in linea con gli ambiziosi obiettivi del nostro piano industriale, che sono stati raggiunti anche grazie al contributo della nostra rete agenziale. Siamo però consci che, in uno scenario finanziario particolarmente difficile e complesso, ci attendono sfide impegnative che affronteremo in un quadro di sicurezza per il nostro gruppo nell’interesse in primis dei suoi soci assicurati.“

La raccolta premi complessiva della Compagnia registra un calo pari al -5,2% rispetto allo scorso anno, attribuibile in larga parte all’andamento del settore Auto, che nel primo semestre 2018 aveva registrato un’importante crescita a fronte di un mercato sostanzialmente stabile e sul quale si è attuata una strategia volta a selezionare profili di rischio più in linea con le caratteristiche di una mutua, introducendo quindi una politica di risanamento del portafoglio. Il combined ratio ha registrato un rapporto pari al 101,3%, in deciso miglioramento rispetto al 104,3% del primo semestre 2018. Il saldo della gestione ordinaria chiude in utile per 4,7 milioni di euro (2,5 milioni di euro nel primo semestre 2018) mentre l’utile netto ammonta a 3,5 milioni di euro (1,5 milioni di euro nel primo semestre 2018).

Nel settore danni, la Compagnia continuerà ad operare nel corso del secondo semestre puntando ad uno sviluppo poggiato su forti basi di redditività tecnica. Con riferimento al segmento Vita, l’andamento della gestione proseguirà secondo le linee guida fissate nell’ambito del piano strategico, attraverso quindi il collocamento di prodotti in grado di generare la giusta remunerazione del capitale investito perseguendo una politica di sviluppo produttivo senza necessità di apporto di capitale.

Nel corso del primo semestre si è dato avvio allo studio di un nuovo prodotto pensionistico che ha lo scopo di offrire un Piano Individuale di Previdenza con i livelli di costo più bassi del mercato, in modo da valorizzare la vocazione mutualistica dell’offerta verso i clienti che si rivolgono alle agenzie ITAS.

Per quanto attiene al risultato finale, le previsioni di chiusura dell’esercizio evidenziano un andamento coerente con quanto registrato nel primo semestre del 2019 sia nel comparto danni che vita e sono in linea con gli obiettivi del piano industriale.

Il direttore generale Raffaele Agrusti ha così commentato: “Grazie all’essenziale impegno della nostra rete agenziale l’attività della compagnia si è focalizzata in questo semestre, in linea con gli obbiettivi del piano triennale 2019/2021, sul recupero della redditività tecnica nel comparto danni. Gli effetti di queste misure trovano già i primi riscontri nel risultato tecnico complessivo che raggiunge in questo semestre un risultato positivo; su queste basi intendiamo riprendere un percorso di crescita della nostra società. I risultati di conto economico della nostra società vita li definirei ottimi grazie alla raccolta realizzata negli scorsi anni e grazie ad una prudente e profittevole gestione degli attivi. Questo comparto, se da un lato contribuisce in modo significativo alla crescita patrimoniale del gruppo, risente negativamente delle regole europee di calcolo del patrimonio di vigilanza e quindi del margine di solvibilità; stiamo affrontando questo fenomeno, che impatta tutta l‘industria assicurativa europea ed in particolare quella italiana caratterizzata da sempre dalla forte presenza di prodotti con garanzie finanziarie, in particolare attraverso la rivisitazione del nostro portafoglio prodotti vita rendendolo coerente con gli attuali scenari finanziari.”

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]
  • Arriva il caldo: è tempo di bevande e cibi detox in vista dell’estate
    Dopo due mesi di pizze, focacce e torte, è tempo di rimettersi in forma in vista dell’estate. Questo, non solo perché è “bello” essere in forma ed avere un bel fisico da sfoggiare, ma anche perché seguire un’alimentazione corretta ed uno stile di vita sano sono fondamentali per mantenere al meglio il nostro corpo e […]
  • Bonus vacanze 2020: i dettagli del bonus fino a 500 euro da spendere per le ferie italiane
    Mentre si iniziano a intravedere le prime aperture di stabilimenti balneari e spiagge, l’incognita vacanza è ancora viva su tutto il territorio italiano, insieme alle riaperture delle strutture ricettive, le limitazioni agli spostamenti tra Regioni e l’ormai noto bonus vacanze per le famiglie. Non è fatto nuovo che tra le ultimissime novità varate dal Governo […]

Categorie

di tendenza