Connect with us
Pubblicità

Trento

Oggi a Trento sfilano i «Gretini» tra incongruenze e contraddizioni

Pubblicato

-

Oggi scendono in piazza gli emuli di Greta; «i Gretini».

Una manifestazione che ormai è diventata politicizzata e diretta dalla sinistra e contro la quale oltre 500 scienziati hanno scritto e indirizzato una lettera al segretario Onu Guterees per protestare contro quello che da loro viene considerato un eccessivo allarmismo.

L’iniziativa è stata lanciata da Guus Berkhout, geofisico e professore dell’Università dell’Aia, che ha coinvolto scienziati ed associazioni provenienti da tredici paesi diversi.

Pubblicità
Pubblicità

Questa dichiarazione sul clima, in una fase in cui l’agenda internazionale sta mettendo al centro dell’attenzione la questione climatica, insiste sul fatto che non esiste al momento una vera e propria emergenza.

Gli scienziati firmatari esortano ad organizzare, il prossimo anno, un incontro costruttivo tra scienziati di fama internazionale, tra chi sostiene l’emergenza del cambiamento climatico, e chi invece la nega, per consentire un giusto confronto tra le due parti.

La stranezza del corteo che oggi sfilerà nelle vie del centro storico di Trento e che alzerà urla di meraviglia per la grande partecipazione, è sostanzialmente  la giustificazione di Stato, firmata dal Ministro della Pubblica Istruzione.

Pubblicità
Pubblicità

Presidi e insegnanti di tutti i livelli sono stati infatti invitati dal ministro dell’istruzione a chiudere un occhio sull’assenza di oggi degli studenti e molti hanno persino inviato delle comunicazioni a casa dei genitori dei minorenni per invitarli a firmare l’assenza da scuola. Un ministro dell’istruzione che invece che riempire le aule le svuota. (Sotto la circolare del ministro alle scuole)

Insomma una sorta di soddisfazione per il senso civico e la voglia di salvare il mondo da parte dei “Gretini”.

Sono i giovani ad avere quella sensibilità che gli adulti non hanno e come dargli torto?

In effetti gli adulti in versione ministri del governo rosso giallo preferiscono impegnarsi nella discussione della tassazione delle merendine, piuttosto che affrontare temi più seri.

Per loro lo fanno i “Gretini”.

Alla fine le scuole saranno sostanzialmente chiuse, gli studenti andranno o meno a manifestare, ma saranno automaticamente giustificati ed alla fine tutti soddisfatti per una partecipazione i cui numeri saranno decantati per settimane.

Peccato che queste manifestazioni siano piene di incongruenze e che le parole dei «Gretini» siano piene di contraddizioni.

Già, perché chi chiede il rispetto e la lotta contro il cambiamento del clima, sono coloro che hanno preteso l’aria condizionata in ogni aula, che usano tablet, cellulari e computer tutto il giorno, che passano ore ed ore a vedere la televisione, che prendono mezzi pubblici e un flotta di automezzi che intasano le vie delle città.

I «Gretini» sono anche la generazione top nel consumo di beni di qualsiasi tipo, dai vestiti trendy alle schifezze alimentari.

Come dire prima di manifestare buttate i cellulari, andate a scuola a piedi e mangiatevi un sano panino.

Alla fine delle manifestazioni i dati saranno comunque falsati, come falsa è la paladina dell’ambiente, e come è falsa l’attenzione che il mondo politico dimostra nei confronti di Greta e dei “Gretini”.

La sinistra ha ironizzato sulle oceaniche partecipazioni di massa alle adunate fasciste del ventennio: false perché il popolo sarebbe stato costretto a partecipare.

Ma oggi ai “Gretini” non succede la stessa cosa?

Giustificazione d’ufficio per andare in piazza o meglio per non andare a scuola. Manifestazioni guarda caso organizzate sempre il venerdì come gli scioperi dei sindacati.

Alla fine l’unico dato che interesserà portare a supporto delle tesi “Gretine” sarà quello dell’assenza, sarà invece secondario che si vada o meno in piazza.

Di certo gli studenti non si lasceranno sfuggire l’occasione: meglio sfilare che essere interrogati e poi di venerdì.

Poi che la scuola sia iniziata da una decina di giorni e già ci sia il primo sciopero non è importante, quello che conta è rilanciare le tesi “Gretine” e per un giorno essere tutti “ Gretini”.

Significative oltre alle parole sopracitate sono le dichiarazioni dei vertici della lega Giovani: «Posto che oggi saremo presenti davanti alle scuole con le proposte della Lega per quanto riguarda il clima – si legge in una nota –  non possiamo che dirci sbigottiti dinnanzi al comportamento del Ministro Fioramonti che, con una circolare inviata a tutte le scuole, ha voluto legalizzare quella che, in buona sostanza, è una bigiata di massa. Dando un esempio ben diverso, i nostri giovani presenteranno le proposte della Lega per l’ambiente assumendosi le loro responsabilità e con il permesso dei genitori, se minorenni. Aggiungiamo che, nella circolare, il Ministro avrebbe potuto chiedere alle scuole di sensibilizzare il tema, vista la grande mobilitazione, invece di fare proposte senza senso come questa. La nostra speranza è pertanto che tale manifestazione, a dispetto di premesse non felicissime, non venga usata per scopi politici e di parte».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza