Connect with us
Pubblicità

Società

Dall’ombra, al sudore, al tricolore e al water. Ecco le tasse più assurde che i contribuenti devono pagare

Pubblicato

-

Una breve guida delle tasse bizzarre: il fisco italiano colpisce anche l’ombra e il sudore.

L’ha realizzata la CNA e CNA Trentino Alto Adige diffondendola sul territorio regionale per opportuna riflessione, anche dei parlamentari del nostro territorio, prima di approvare nuove tasse.

Con l’avvicinarsi della presentazione della legge di bilancio gli italiani fanno sfoggio della loro creatività anche in campo fiscale.

Pubblicità
Pubblicità

Ogni anno si ascoltano le proposte più bizzarre e fantasiose di nuove imposte che alimentano ampi dibattiti.

Quest’anno è il turno della tassa sulle merendine e di quella sul contante.

Un anno fa in Parlamento e nei bar di paese si discuteva sulla sugar-tax, ovvero tassare le bevande come la Coca-Cola che contengono zucchero.

Qualcuno fece notare che lo zucchero è contenuto anche nei vini e negli alcolici, praticamente in ogni bevanda ad eccezione dell’acqua naturale. Allora il governo lascio perdere.

Venne proposta anche la tassa sui giochi con l’obiettivo di arginare il fenomeno della ludopatia.

Pubblicità
Pubblicità

Tutte tasse che non hanno trovato applicazione ma il sistema fiscale italiano conta centinaia di tasse e imposte che non è un eufemismo definire fantasiose.

In una classifica virtuale ai primi posti c’è la tassa sul tricolore.

Esporre la bandiera italiana comporta una tassa sulla pubblicità. Nessuna imposta invece se esibiamo la bandiera dell’Unione europea. Chi ha un’abitazione con i gradini d’ingresso direttamente sulla strada è obbligato a versare un’imposta.

Tutte le botole, le griglie, i pozzetti, i tombini, ecc. posti sul suolo pubblico sono gravati da un’imposta comunale, denominata “canone non ricognitorio” mentre nel 2006 è stata introdotta una imposta per le condutture sotterranee impiegate nella distribuzione di acqua potabile, gas, energia elettrica e linee telefoniche. Insomma contenitori sotterranei di cavi, condutture e linee elettriche e telefoniche pagano una imposta che rientra nell’imposta di occupazione di suolo pubblico.

Insomma lo stato italiano non sa proprio più da dove prendere le tasse e adesso letteralmente le tira fuori da sottoterra.

Ma lo Stato non scherza nemmeno sopra la terra. E allora ecco le tasse sui sugli ascensori, le gru, ed i montacarichi

Al fisco non sfuggono nemmeno le invenzioni perché quando si inventa qualcosa bisogna pagare. Ogni brevetto per invenzione industriale, infatti è soggetto alla tassa di domanda, alla tassa annuale per il mantenimento in vigore del brevetto, alla tassa per la pubblicazione a stampa della descrizione e dei disegni.

E se sei sfrattato oltre al danno ricevi anche le beffe.  Per i processi di esecuzione immobiliare, il contributo è pari a 242 euro. Per gli altri processi esecutivi l’importo è di 121 euro. Nel caso di valori inferiori ai 2500 euro, si dovrà pagare 37 euro.

Ma la lista è ancora lunga e comprende la tassa sulla farine animali, sul frigorifero, sui camionisti, per sposarsi (in Comune),  sulle istanze, petizioni e ricorsi, sulle insegne dei negozi, sui tralicci, sui lampioni, La TOSAP, la doppia tassa per la musica (nei locali pubblici) e la tassa sulle paludi che dal 1904  prevede il pagamento di un contributo per la bonifica dei terreni paludosi, diventati quindi terreni coltivabili.

Si paga un’imposta di bollo per presentare ricorsi in tribunale, ma anche per sposarsi e per partecipare a concorsi pubblici.

Le tasse ci accompagnano per tutta la vita e non ci vengono risparmiate nemmeno da morti. C’è una tassa per il certificato di constatazione di decesso e altre imposte per chi decide di essere cremato e spargere le proprie ceneri.

Anche ripararsi dal sole comporta una gabella. Ogni locale attrezzato con tende che proiettano un’ombra sulla strada (suolo pubblico) è sottoposto a imposta.

Possiamo consolarci con il fatto che le tasse alimentano la creatività a ogni latitudine. Spesso si dice “verrà tassata anche l’aria”. Bene in Venezuela è realtà. Chi transita per l’aeroporto di Caracas deve pagare l’equivalente di 20 euro di tassa per il sistema di filtraggio dell’aria.

In Romania da otto anni c’è la tassa sulla stregoneria. La Svezia tassa i nomi propri. La scelta dei nomi per i propri figli deve essere autorizzata dall’Ente fiscale prima del quinto compleanno, pena una multa di circa 500 euro.

In Arkansas da alcuni anni c’è una tassa del 6% per fare piercing e tatuaggi mentre nel Maryland si pagano 30 dollari l’anno come imposta su ogni water per la tutela del Chesapeake Bay.

Questo breve viaggio termina in Italia con la tassa sul sudore. Dal gennaio 2018 c’è la tassa sul sudore. Anche i ciclisti amatoriali devono pagare un’imposta di 25 euro l’anno alla Federazione Ciclistica per la Bike Card senza avere alcun tipo di servizio o coperture assicurative.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza