Connect with us
Pubblicità

Cani Gatti & C

Sulle orme del cervo in amore: In val di Sole un’occasione unica da non perdere

Pubblicato

-

Una gita originale per questi fine settimana ormai autunnali?

Sulle orme del cervo nei nostri boschi inseguendone il bramito nella stagione degli amori.

I percorsi attrezzati sono in Val di Rabbi e Val di Pejo – per il programma completo e le prenotazioni si può consultare il sito www.ambientetrentino.it – lungo i quali sono state attrezzate delle aree di sosta per seguire le fasi del corteggiamento.

Pubblicità
Pubblicità

L’escursione è abbinata ad una diversificata offerta gastronomica e prevede anche il pernottamento, ed è l’ultima occasione prima del letargo invernale.

Dalla metà di settembre, il cervo abbandona la sua solitudine, si riunisce in branco ed entra nella stagione degli amori.

Il cervo maschio dal limitare dei boschi o nel mezzo delle radure lancia i suoi richiami amplificati dal silenzio della montagna.

E’ un corteggiamento unico nel suo genere che da una parte è un richiamo d’amore, ma dall’altra un ammonimento per gli maschi e non invadere il territorio scelto.

Pubblicità
Pubblicità

Le escursioni guidate sono sia diurne che notturne ed in questo caso sono a disposizione delle telecamere per osservare i movimenti degli ungulati.

Il momento migliore è quello del tramonto che anticipa di poche ore l’animarsi notturno dei boschi.

Movimenti e presenze che saranno illustrate nel dettaglio dalle guide.

Ma non solo cervi, i boschi del Trentino sono il regno della biodiversità e oltre ai cervi si possono osservare, rigorosamente sempre solo con le escursioni guidate, l’orso, la lince, il gipeto, le Aquile Reali del Parco dello Stelvio, poi camosci, stambecchi ed il più diffuso capriolo.

Il 30% del territorio del Trentino è sottoposto a varie forme di tutela e numeri sono del tutto unici: 34.600 caprioli. 29.200 camosci, 10 mila cervi, 60 orsi e 60 coppie di Aquile Reali solo per citarne una parte. E se c’è la possibilità di osservarli da vicino, è un’occasione da non perdere.

Pubblicità
Pubblicità

Cani Gatti & C

Cappottini per animali: bellissimi, ma è meglio non abusarne

Pubblicato

-

L’inverno è arrivato e così anche il freddo che ci accompagnerà almeno fino al prossimo marzo.

Per chi possiede un cane, un coniglio o comunque animali che non hanno pelo sufficiente per stare al caldo fuori dal tepore della casa, questo è anche il periodo dei cappottini.

Si tratta di normali cappotti più o meno impermeabili e/o morbidi per i propri animaletti.

Pubblicità
Pubblicità

Ormai il Natale è alle porte ed è sempre più frequente trovare in giro delle adorabili mise a tema, colorate e spesso anche originali.

I prezzi sono quanto di più variabile: si passa infatti da una decina a centinaia di euro per un solo capo, ovviamente in base alla marca ed al materiale.

Tuttavia, per quanto questi oggetti possano essere adorabili, teneri e simpatici per noi umani, lo stesso non vale per i nostri amici a quattro zampe.

Pubblicità
Pubblicità

I conigli, ad esempio, si stressano facilmente quando vengono agghindati con cappotti e cappellini mentre cani e gatti, pur non dimostrando troppo il loro disagio, spesso ne risentono anche loro, anche se in maniera meno evidente.

Nell’era dei Social Network, a tutti è sicuramente capitato di scattare una foto al nostro animale mentre quest’ultimo è stato vestito come un elfo, Babbo Natale, una renna, o anche solo con un maglioncino natalizio.

Sono foto divertenti, belle, che attirano sicuramente un certo pubblico e che strappano una risata anche al più arido dei cuori. Però, non bisogna abusarne. In fin dei conti, sono prodotti che devono essere utilizzati per il loro scopo: ovvero, mantenere caldo l’animale. Non per creare un fenomeno da Social o altro.

Tutto questo per ribadire che, sicuramente, anche i nostri pelosetti apprezzano la premura che dimostriamo nel mantenerli a temperature confortevoli anche nel gelo invernale, ma certamente sono meno contenti quando vengono vestiti come dei veri e propri alberelli di natale: belli sì, ma di certo scomodi.

Alle volte, uno stile classico e sobrio per quanto “noioso” resta comunque il più apprezzato… da noi e dai diretti interessati.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Cani Gatti & C

La storia del piccolo Narwhal il cane «unicorno» minacciato di morte

Pubblicato

-

Solo poche settimane fa la storia del piccolo Narwhal aveva fatto il giro del mondo e aveva commosso il web.

Il cucciolo era stato trovato il mese scorso in una discarica nelle zone rurali di Jackson, nel Missouri, e recuperato dalla Mac’s Mission, un’organizzazione per il salvataggio dei cani.

A causa di una piccola codina in più sulla fronte, il cucciolo era stato soprannominato “cane unicorno” e proprio grazie a questa particolarità era diventato molto famoso sul web, tanto da ricevere centinaia di richieste di adozione.

PubblicitàPubblicità

Sembrava che la storia potesse avere un lieto fine… eppure non è così.

Rochelle Steffen, fondatrice dell’associazione, ha infatti recentemente raccontato che l’inaspettato successo di Narwhal ha attirato anche l’attenzione di haters e malintenzionati, tanto che il cucciolo ha addirittura ricevuto delle minacce di morte.

L’associazione non ha potuto far altro che prendere atto della cosa e bloccare le procedure per l’adozione, per salvaguardare il piccolo.

La Steffen, infatti, ha dichiarato: “Siamo molto preoccupati per gli stupidi commenti che abbiamo letto, resterà con noi“.

Pubblicità
Pubblicità

Di lui continuerà quindi ad occuparsi l’associazione che lo ha salvato.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Cani Gatti & C

Zampa Trentina: partita l’operazione «rottamazione cuccia di casa»

Pubblicato

-

Grazie alla collaborazione tra l’associazione Zampa Trentina ed il negozio per animali “ Tante Zampe” di via Alessandro Volta 22, fino al 31 dicembre sarà possibile rottamare la cuccia di casa.

Non fa differenza se per cani o gatti o di quali dimensioni possano essere è importante solo che siano in buone condizioni perché quelle ritirate, andranno a scaldare “pelosi” meno fortunati.

La consegna della vecchia cuccia di casa regalerà uno sconto pari al 15% del costo della nuova; di certo ci guadagnano tutti, ma specialmente quei cani o gatti meno fortunati che sono ancora alla ricerca di una famiglia nella quale andare a vivere.

Pubblicità
Pubblicità

La rottamazione è già partita e tutti gli interessati possono già andare in negozio, oppure contattare l’associazione “ Zampa Trentina” alla sua pagina Facebook.

E’ inoltre disponibile anche il calendario 2020.

Protagonisti tutti i cani e i gatti adottati nel corso del 2019. Il ricavato sarà interamente devoluto a Zampa Trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza