Connect with us
Pubblicità

Trento

Vaccini: in Trentino raggiunta una copertura per il morbillo del 95,44%

Pubblicato

-

Raggiunta in Trentino la copertura vaccinale per il morbillo del 95,44%.

Presentato ieri il sito internet: www.vaccinarsintrentino.org, il portale di informazione medica e scientifica sulle vaccinazioni nella Provincia autonoma di Trento nato per fornire una corretta informazione sulle vaccinazioni e sulla loro validità, ma anche per contrastare i miti, le leggende e la disinformazione.

Alla presentazione di ieri nella sede dell’Apss, erano presenti l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, il direttore generale dell’Apss Paolo Bordon, il direttore sanitario Claudio Dario, il direttore del Dipartimento di prevenzione Antonio Ferro, la pediatra e segretario provinciale della Fimp Trentino Marta Betta e il presidente di Dolomiti Energia Basket Trentino Luigi Longhi intervenuto con il capitano della squadra Toto Forray.

PubblicitàPubblicità

In apertura dell’incontro il direttore generale dell’Apss, Paolo Bordon, ha sottolineato: «Presentiamo oggi questo importante strumento di comunicazione su un tema di cui molto si parla e a volte poco si conosce con l’intento di permettere alle famiglie trentine di informarsi per poter aderire consapevolmente ai nostri programmi vaccinali e al tempo stesso fornire un utile supporto anche agli operatori sanitari. L’incontro di oggi rappresenta l’occasione per porre l’attenzione sull’importanza di aderire alle vaccinazioni, lo strumento di sanità pubblica che contribuisce a proteggere milioni di persone nel mondo. A questo proposito possiamo finalmente annunciare che anche in Trentino la copertura vaccinale per il morbillo ha superato il 95%, la soglia raccomandata dall’OMS. I report relativi ai primi sei mesi del 2019 indicano infatti che il Trentino riesce a raggiungere le coperture vaccinali previste dal Piano nazionale vaccini, anche per quanto riguarda la vaccinazione contro il morbillo nei bambini a 24 mesi, che ha raggiunto la soglia del 95,44%. Il nostro obiettivo – ha concluso Bordon – è quello di mantenere e, se possibile, incrementare ulteriormente le percentuali di adesione. Per questo mi rivolgo anche ai media perché ci aiutino a diffondere i messaggi di promozione della salute e l’importanza delle vaccinazioni».

«Questo nuovo progetto dell’Azienda sanitaria, sostenuto dall’Assessorato e dal Dipartimento alla salute della Provincia autonoma di Trento – ha detto l’assessore Stefania Segnana – nasce con l’obiettivo di fornire informazioni scientificamente validate  sulle vaccinazioni. Auspico che questo nuovo canale informativo possa contribuire a mettere a disposizione di tutti i cittadini notizie e dati corretti, puntuali e scientificamente provati per dare loro la possibilità di scegliere consapevolmente di aderire alle vaccinazioni».

Secondo Marta Betta, segretario provinciale della Fimp, è fondamentale investire sull’informazione e la comunicazione.

«Proprio per questo – ha spiegato – i pediatri in collaborazione con igienisti pubblici organizzano dei momenti di approfondimento dedicati ai futuri genitori per promuovere il tema della prevenzione vaccinale e della prevenzione in senso più ampio. Il ruolo dei pediatri è fondamentale per fare una buona informazione sul tema dei vaccini e costruire un solido rapporto di fiducia con i genitori, elemento chiave alla base di una comunicazione veramente efficace. Occorre lavorare – ha concluso – sulla percezione del rischio legata a certe malattie che purtroppo è andata persa».

Pubblicità
Pubblicità

La parola è poi passata a Luigi Longhi, presidente Dolomiti Energia Basket Trentino: «Siamo onorati del fatto che l’Azienda provinciale per i servizi sanitari abbia pensato a noi di Aquila Basket come testimonial di questa lodevole iniziativa: ci mettiamo a disposizione volentieri per contribuire, nel nostro piccolo, a garantire una corretta informazione per la salute dei cittadini, a maggior ragione quando si tratta di tematiche importanti e attuali come le vaccinazioni e le vaccinazioni influenzali».

«Il progetto VaccinarSinTrentino – ha affermato Antonio Ferro, direttore del Dipartimento di prevenzione e coordinatore del portale informativo – è la declinazione locale del portale nazionale VaccinarSi (www.vaccinarsi.org), un progetto d’informazione scientifica sulle vaccinazioni che coinvolge professionisti della sanità pubblica ed esperti in materia con l’obiettivo di offrire, alla popolazione e agli operatori sanitari, elementi validi e sostenuti da solide basi scientifiche, per poter scegliere con consapevolezza di tutelare la propria salute con le vaccinazioni raccomandate dal sistema sanitario. Sulla scia del successo del portale nazionale nel corso degli anni sono nati nove portali regionali e in Trentino il progetto è stato realizzato in collaborazione con i pediatri di libera scelta, la Sezione di igiene dell’Università di Verona e il Dipartimento di prevenzione da me diretto con il patrocinio della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SItI) e della Federazione italiana dei medici pediatri (Fimp). All’interno del portale – ha illustrato Ferro – si trovano i contenuti più aggiornati sulle malattie prevenibili da vaccino, il calendario vaccinale aggiornato e tutti i riferimenti utili sui centri vaccinali della nostra provincia. Il portale contiene anche un’utile sezione sulle bufale in campo vaccinale corredata da letteratura scientifica aggiornata. Mi preme in questa sede ringraziare – ha concluso Ferro – il Comitato tecnico-scientifico che ha curato la realizzazione del portale provinciale, costituito da medici esperti nel campo della sanità pubblica, della pediatria ed ospedalieri, oltre a operatori dei centri vaccinali».

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Tutela e promozione del paesaggio viticolo: un convegno multidisciplinare a Trento

Pubblicato

-

Si sono aperti ieri mattina presso la facoltà di Giurisprudenza i lavori di un convegno interdisciplinare sul tema “Il paesaggio viticolo tra tutela e promozione: problemi e prospettive“. Presenti docenti, ricercatori ed esperti di vari ambiti che nel corso della giornata affronteranno l’argomento dal punto di vista giuridico, turistico, promozionale ed economico.

Per un saluto introduttivo è intervenuto il vicepresidente e assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione Mario Tonina, che ha evidenziato la grande attualità del tema e il suo legame con il prossimo aggiornamento del Piano urbanistico provinciale:Sostenibilità economica, ambientale e sociale sono sempre più importanti nelle scelte che riguardano il territorio; sono temi sui quali è fondamentale confrontarsi e riflettere, soprattutto per garantire una prospettiva ai giovani, che oggi vedo con piacere numerosi fra i partecipanti a questo incontro”, ha detto il vicepresidente.

“Per il Trentino il paesaggio viticolo vuol dire storia e tradizione, nel tempo ha rappresentato sviluppo ed economia per il territorio, oltre a caratterizzarlo in modo determinante”, ha detto ancora Tonina, ricordando che negli Stati Generali della Montagna della scorsa primavera il tema trasversale del paesaggio è stato quello che ha suscitato maggiore interesse.

Pubblicità
Pubblicità

“Se il Trentino è così come è oggi lo dobbiamo ai settant’anni della nostra Autonomia, che ha garantito sviluppo tenendo conto delle nostre caratterizzazioni. La parola di cui adesso dobbiamo tenere conto è ‘qualità’ in ogni ambito: quello agricolo, economico, della mobilità, paesaggistico. Dobbiamo lavorare bene, con rispetto e attenzione per il nostro territorio, che va valorizzato, sostenuto e anche comunicato in modo corretto, considerando che anche di fronte ai grandi cambiamenti in atto, economici e climatici, possiamo fare la differenza”.

Ricordando anche che il Trentino nel 2026 ospiterà il grande evento delle Olimpiadi, Tonina ha auspicato, in conclusione del suo saluto, che possano essere ricordate come le Olimpiadi della sostenibilità, che lasceranno ricadute positive per il Trentino del futuro.

Il paesaggio vitivinicolo offre un esempio particolarmente significativo, per l’importanza in termini ambientali, economici e sociali che assume nel contesto trentino, di una tensione tra tutela e promozione che caratterizza il tema del paesaggio più in generale.

Il convegno di oggi vuole offrire un’occasione di confronto su questioni di grande attualità, coinvolgendo non solo studiosi appartenenti a settori disciplinari diversi, ma anche operatori del settore.

Pubblicità
Pubblicità

I tanti fattori che si intrecciano in queste tematiche sono stati ricordati anche dal preside della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento Fulvio Cortese, che ha dato il benvenuto ai partecipanti. Anna Simonati, docente all’Università di Trento di diritto pubblico e urbanistico ha anticipato che la giornata odierna rappresenta l’inizio di un percorso duraturo di un gruppo di lavoro che si occuperà di un tema polivalente di grande interesse, fornendo strumenti operativi per gestire oculatamente il territorio viticolo.

Il convegno è poi entrato nel vivo dei lavori, aperti da un excursus storico del sovrintendente per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento Franco Marzatico, che ha parlato delle interazioni fra uomo e ambiente, popolazioni e luoghi, evidenziando l’importanza dell’eredità culturale del paesaggio e della simbologia della vite e del vino, che caratterizzano le diverse culture e civiltà dai tempi più remoti.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Rifiuti abbandonati, Canova presa nuovamente di mira

Pubblicato

-

Della questione il nostro giornale si era già occupato il 19 agosto 2019 dopo la denuncia di Daniele Demattè che era stato chiamato da alcuni residenti di Canova che avevano scoperto in fondo all’abitato del paese una vera e propria discarica abusiva dove alcuni residenti arrivano con i sacchi di rifiuti in mano e li buttano nella boscaglia.

Allora uno di questi residenti si era trovato davanti una donna (di origine africana o sud Americana riferisce il testimone) che stava scaricando i soliti sacchi fra gli alberi che vistasi osservata aveva cominciato ad inveire e minacciare contro il «povero» malcapitato.

Fra le immondizie era stato buttato anche un carrello della spesa.

PubblicitàPubblicità

Il problema ora si ripropone ancora più grave di prima.

Infatti i residenti lamentano ancora una volta la trasformazione del tratto di campagna in una vera discarica abusiva che è cresciuta di mese in mese fino a raggiungere l’entità che è ben visibile delle fotografie scattate sempre da Daniele Demattè. 

Le cattive abitudine dei maleducati ed incivili sembrano quindi continuare senza nessuna remora o paura.

Pubblicità
Pubblicità

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Scritte infami contro gli Alpini, la dura replica dell’Ana di Trento

Pubblicato

-

«Questa notte la solita mano ignobile e codarda ha pensato di lasciare nuovamente il segno immondo del suo passaggio. A brevissimo la scritta verrà cancellata, resta invece indelebile l’idea questi figuri si ritengano nostro malgrado impuniti. Ma non è così, dal momento che il predecessore di questo “leone da pennello” è in questi giorni a processo. Prenderemo la cosa per quel che è : un allenamento per i nostri volontari alpini già pronti per il prossimo intervento di solidarietà a Rondine Arezzo alla cittadella della pace, che ospita i ragazzi provenienti da paesi del mondo fra loro belligeranti, e per insegnare loro che la convivenza ed il dialogo è sempre possibile. Lezione che questo imbrattatore di imbecillita’ forse non capirà mai….» – Replica così l’Ana di Trento ai vandalismi dei soli noti che ormai la città di Trento sopporta da tempo.

La scritta è stata fatta stanotte, guarda caso dopo la manifestazione che gli anarchici hanno tenuto ieri in piazza Duomo dopo la condanna di sei dei loro «compagni» decretata dal tribunale di Trento.

Colpire così gli Alpini e i loro valori è una vergogna verso chi da tempo aiuta tutti indistintamente mettendo spesso anche a  rischio la propria vita. Ormai non ci sono nemmeno più parole da pronunciare.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza