Connect with us
Pubblicità

Trento

L’importanza della presenza capillare in Trentino dei servizi della CISL. Parla Walter Bonatti direttore CISL servizi srl.

Pubblicato

-

Le prime forme di associazione dei lavoratori sorsero in Gran Bretagna durante la rivoluzione industriale: le trade unions che furono essenzialmente i sindacati nazionali di mestiere del primo 1800.

In Italia, precedute dalle Società di mutuo soccorso, solo intorno al 1870 si formarono le leghe di resistenza , ed a Torino nell’ottobre del 1890 nacque la prima camera del lavoro.

A fianco alle attività sindacali si sono poi sviluppate quelle dei servizi di patronato e molte altre iniziative che non a tutti sono note in ambito consulenziale e di supporto al cittadino.

Pubblicità
Pubblicità

I sindacalisti, sono ritenuti in grado di orientare o promuovere i conflitti in fabbrica (e in tutti gli altri luoghi di lavoro) e di cogliere prima di altri gli umori dei lavoratori ma nel tempo cambiando il numero degli iscritti e le condizioni vivono sorti alterne.

Certamente i grandi sindacati organizzati hanno regole e seguono una deontologia dove non si fanno promesse che non si possono mantenere, bensì si impegnano e qualche volta ottengono i risultati sperati.

Il loro compito può essere faticoso e duro ma i risultati sono ottenibili solo seguendo queste strade sia nel privato che nel pubblico, specie in momenti di ridotte capacità di spesa dove i lavoratori senza sindacati hanno poche possibilità di negoziato.

Uno dei protagonisti dei movimenti sindacali di questi ultimi anni è senza dubbio Walter Bonatti, direttore della Cisl servizi s.r.l.  che dal suo insediamento ha portato ottimi risultati al sindacato in termini di credibilità e remunerabilità.

Pubblicità
Pubblicità

La struttura che dirige Bonatti opera sul territorio grazie a un personale attento, sempre aggiornato, formato e professionalizzato nel tempo che si scontra con realtà complesse in un periodo che è tutt’altro che facile per il mercato del lavoro.

Quanta formazione serve per tenersi aggiornati nel mondo del lavoro in costante evoluzione?

«I dipendenti svolgono a livello locale oltre 300 ore annue di formazione in aula sulle varie tematiche che equivalgono a circa due mesi di formazione annua. In aggiunta, naturalmente, si sommano anche i percorsi formativi organizzati dal CAF nazionale» – spiega Walter Bonatti (foto) il direttore Cisl servizi srl.

La formazione del sindacato assume un ruolo molto importante nella società, «anche se sono evidenti le molteplici difficoltà che oggi si incontrano – aggiunge Bonatti – sia nel settore pubblico che privato. Si ricorda però che l’impegno e la costanza portano anche dei risultati degni di nota come l’ultima vittoria CISL  di questa estate che è riguardata la Firma dell ‘accordo per il riconoscimento del tempo del cambio divisa  a seguito di raccolta firme e la sentenza promossa da CISL, Tribunale di Macerata con sentenza 174/2019 pubblicata il 2 luglio 2019».

Anche sul fronte della funzione pubblica la CISL si fa sentire, e chiede a gran voce udienza da quando è stato approvato l’assestamento di bilancio provinciale: «sulle risorse per il rinnovo dei contratti pubblici abbiamo chiesto al Presidente Fugatti tempestiva convocazione per le risorse del triennio 2019/2021».

Walter Bonatti non nasconde la sua soddisfazione del lavoro svolto fino ad oggi e pieno di entusiasmo per il futuro: «I dipendenti diretti sono 30, non scordiamo i colleghi in amministrazione e stagionali assunti direttamente che durante la campagna fiscale ed Icef  affiancano quotidianamente l’organico portandolo  a  oltre 40 dipendenti».

Quale età hanno i vostri collaboratori? c’è parità tra i generi?

«L’ età media è di 39 anni, il genere è suddiviso per un 23% maschile e per un 77% femminile. I contratti di lavoro sono per il 95%dell’organico  a tempo indeterminato. I servizi offerti dalla società passano prima di tutto dal nostro core business, il CAF che svolge un complessivo medio annuo di oltre 34.500 pratiche».

Passando agli altri servizi offerti dalla società troviamo qualcosa che non si aspettano le persone dalla CISL?

«Il servizio Colf e addetti alla persona, servizio che troviamo presso la sede di Trento ma anche con recapiti a Rovereto, Cles, Riva del Garda, Arco, Tione, Mezzolombardo, Pergine e Taio nel comune di Predaia. Il servizio Successioni, servizio che troviamo presso la sede di Trento e da quest’anno anche con recapiti a Rovereto e Riva del Garda; Il nuovo servizio SAPI che si occupa di servizi ai lavoratori autonomi e alle Partite Iva, servizio che troviamo presso la sede di Trento. Il servizio locazioni, servizio che troviamo presso la sede di Trento che settimanalmente con la collaborazione di un legale gestiscono vertenzialità tra locatore e locatario ma anche registrando contratti di affitto e facendo una consulenza di alto profilo.”

Il servizio di subagenzia assicurativa in collaborazione con Atlante UnipolSai che direttamente con i nostri dipendenti abilitati tramite esame alla funzione di intermediari assicurativi registrati presso il RUI, offriamo consulenza trasparente, puntuale e reale su polizze casa,infortuni, auto e malattia al fine di poter tutelare anche in questo ambito prima  gli associati Cisl e poi, naturalmente tutti i nostri utenti.

Abbiamo offerto ai nostri utenti nuovi strumenti  di prenotazione per la presa appuntamento e per rimanere sempre aggiornati delle novità da smartphone, tablet e notebook tramite il sito https://cislservizitn.com   o tramite la nostra pagina Facebook CAF CISL Trentino – Cisl Servizi Srl  . In determinati periodi ci avvaliamo di società che si occupano di prenotazioni automatizzate e promemoria dell’appuntamento, ma senza dimenticare il territorio e le telefonate dirette da parte dei nostri operatori».

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Federazione, si dimette il vicepresidente Marco Misconel

Pubblicato

-

“Un passo indietro per stimolare una ampia riflessione nel credito cooperativo trentino sui principali temi che riguardano il futuro delle Casse Rurali. Ho ritenuto necessario dare un segnale forte al movimento di credito cooperativo per rilanciare il ruolo delle Casse Rurali e della Federazione che le rappresenta”.

Il vicepresidente del credito della Federazione Marco Misconel motiva così le proprie dimissioni consegnate oggi alla presidente Mattarei, che ne ha preso atto.

La presidente Marina Mattarei porterà le dimissioni in consiglio di amministrazione convocato per lunedì prossimo.  “Comprendo e rispetto le motivazioni che hanno portato a questa scelta radicale – ha affermato la presidente della Federazione – e ringrazio il collega Misconel per l’impegno svolto fin qui con passione e competenza”. Misconel era stato eletto vicepresidente nel giugno del 2018 e consigliere del fondo comune delle casse rurali trentine il 25 ottobre 2019

Pubblicità
Pubblicità

Nomina del 08/06/2018

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Ciclisti in via Brennero, rischio incidente. Il Video

Pubblicato

-

Il video è stato ripreso con la dash Cam poco prima delle ore 19.00 di oggi venerdì 17 gennaio 2020.

Due ciclisti provenienti da Gardolo stanno percorrendo la via Brennero poco prima dello svincolo della tangenziale.

La loro manovra oltre che pericolosissima per se stessi e per le autovetture che transitano è vietata dal codice della strada.

Pubblicità
Pubblicità

Come si vede nel video, il conducente arrivato nei pressi dei due ciclisti deve rallentare vistosamente per evitare di investirli non potendosi spostare sulla corsia di sorpasso già occupata da altri veicoli.

I due ciclisti, pare di origine nord africana hanno poi imboccato lo svincolo che porta alla tangenziale. 

Nel video non è ben visibile se i fari sono in funzione o meno. Da ricordare che per raggiungere Trento da Gardolo ci sono comunque numerose alternative sia percorrendo delle strade comunali oppure prendendo la ciclabile.

L’episodio non sarebbe isolato, infatti gli avvistamenti nel merito sono numerosi e riguardano anche i ciclisti che viaggiano sulla tangenziale e anche di notte.  

Pubblicità
Pubblicità

Come tutti gli utenti della strada, anche i ciclisti devono rispettare precise regole di comportamento, sia in città, che nei percorsi extraurbani.

I Ciclisti possono pedalare su tutte le strade comunali, provinciali, statali. Non possono transitare sulle autostrade e sulle strade a scorrimento veloce o superstrade e in talune gallerie.

In proposito l’Art. 182 comma 9 del codice della strada recita: “I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalità stabilite nel regolamento”.

La violazione, se contestata è di 35 euro per non aver rispettato il divieto imposto dalla segnaletica

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Parcheggi selvaggi e viabilità poco chiara. I cittadini di Pergine protestano

Pubblicato

-

Da Pergine Valsugana arrivano due segnalazioni comprensive di fotografie al numero whatsApp della nostra redazione. (3922640625)

La prima riguarda Viale Dante  dove i mezzi traditi dal navigatore imboccano la via Maoro per raggiungere la tangenziale, ma arrivati a pochi metri dal passaggio a livello si ritrovano il divieto.

E in un budello poi si ritrovano a fare manovre assurde bloccando il traffico.

Pubblicità
Pubblicità

«Tutto questo – segnala il cittadino – perché da anni è stato richiesto un divieto per camion fino all’imboccatura. Inoltre la strada è stretta e senza marciapiede, e tutte le volte che c’è un incidente sulla statale 47 se ne approfitta per passare impedendo alle persone di uscire dai cancelli e chi va a scuola o al lavoro a piedi devono fare il segno della croce»

L’altra segnalazione riguarda i parcheggi selvaggi di via Bellini. «Ormai il fenomeno è giornaliero – osserva un altro cittadino – e succede anche quando i parcheggi regolari sono vuoti. Se proprio il Comune vuole far cassa, può mandare i vigili, così poi hanno i soldi per sistemare le buche delle strade del paese»

Nel merito rimane un mistero il perché le autovetture siano posteggiare sulla carreggiata in divieto invece che utilizzare il posteggio ex Cederna tanto acclamato dal sindaco che rimane sempre vuoto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza