Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: sabato al parco Bastie sport e gentilezza

Pubblicato

-

L’evento è organizzato dall’ufficio cultura e sport del Comune di Ala, in collaborazione con le associazioni sportive e col supporto dell’ufficio tecnico.

Come di consueto l’amministrazione comunale, ed in particolare il sindaco Claudio Soini e l’assessore allo sport Luigino Lorenzini, premieranno gli atleti alensi che maggiormente si sono distinti nell’ultima stagione sportiva.

Due le novità di questa edizione. Verranno premiate anche due società che la scorsa stagione hanno conseguito risultati di rilievo, e inoltre ci sarà un gioco speciale, il “gioco della gentilezza”.

Pubblicità
Pubblicità

Il Comune ha infatti deciso di aderire alla “giornata nazionale della gentilezza”, promossa a livello nazionale dall’associazione Cor et Amor, proponendo uno dei giochi della gentilezza proposti per l’occasione.

In particolare i bambini potranno giocare alla “Campana della gratitudine”: un gioco proposto per condividere e diffondere parole e gesti della gentilezza, come ad esempio saper dire grazie agli altri.

Pubblicità
Pubblicità

La giornata di sabato 21 settembre inizierà alle 10, con una pedalata in compagnia della Società Ciclistica Alense, dal centro storico (ritrovo nella sede della ciclistica in via Soini 3) verso la chiesa di San Pietro in Bosco, dove si terrà una visita guidata.

Nel pomeriggio (dalle 13.30 alle 17) ci si sposterà al parco Bastie, che si trasformerà in un grande campo di giochi.

Pubblicità
Pubblicità

Si potrà provare le varie attività sportive, con la partecipazione delle società Baldo Benaco (nordic walking), Gym Club (ginnastica artistica), Alense (calcio), Bassa Vallagarina volley (pallavolo), Apecheronza (basket), Tennis club, Rari Nantes (nuoto), Kung Fu Ala, Kja Team (kick boxing), Junior Sport (atletica), Center Sport (fitness, power lifting), gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco (mountain bike), Moto Club (motociclismo: ci saranno in prova delle motociclette per bambini). Sarà presente anche la Stella d’Oro Bassa Vallagarina, che proporrà le misurazioni di alcuni parametri (pressione e glicemia) e delle simulazioni di rianimazione cardiopolmonare.

Ci saranno infine le premiazioni per gli atleti meritevoli, indicati dalle rispettive società. In più il Comune premierà l’Alense (per i risultati delle squadre Juniores e Allievi, rispettivamente vincitrice e finalista del torneo regione Trentino Alto Adige) e la Bassa Vallagarina volley (le ragazze della pallavolo si sono laureate campionesse provinciali).

L’assessore allo sport Luigino Lorenzini crede in questo evento: «Sarà una giornata importante, per condividere e trasmettere i valori dello sport, e valorizzare le nostre società sportive, nonché premiare chi ha fatto bene quest’anno. Ala è un territorio ricco da questo punto di vista, e prolifico di ottimi atleti».

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Luserna, il futuro cimbro parte dalle nuove imprese

Pubblicato

-

Il rilancio di Luserna e dell’intero Altopiano Cimbro passa anche attraverso nuove idee e progetti imprenditoriali. E’ questo il senso della delibera a firma del presidente Maurizio Fugatti, approvata ieri dalla giunta provinciale.

Il provvedimento prevede l’attivazione nel 2020 del progetto “Per un nuovo futuro Cimbro” e del bando di selezione di nuove idee imprenditoriali, destinate ad aziende con sede nel Comune di Luserna. L’iniziativa nasce dalle sollecitazioni raccolte nel corso degli incontri degli Stati generali della montagna del giugno scorso.

L’obiettivo del progetto è di sostenere, con iniziative concrete, i territori dove talvolta fatica ad emergere la qualità delle produzioni e le potenzialità delle piccole comunità locali.

Pubblicità
Pubblicità

“Per un nuovo futuro cimbro” è il laboratorio organizzato dall’UMST Coordinamento enti locali, politiche territoriali e della montagna della Provincia autonoma di Trento. L’obiettivo, ribadito stamani in occasione dei lavori di giunta dalla stesso presidente Maurizio Fugatti, è di contrastare lo spopolamento delle vallate trentine e favorire l’attrattività di Luserna, come luogo di residenza, facendo leva sullo sviluppo economico.

Il progetto intende, nello specifico, promuovere e formare le capacità di fare impresa, mettendo in rete nuovi imprenditori, che insedieranno le loro attività a Luserna.

Pubblicità
Pubblicità

Le aziende che parteciperanno all’iniziativa, si impegneranno a fare di questa isola linguistica cimbra un modello di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Così questo territorio – prezioso per la specificità trentina di accogliere e valorizzare le minoranze – aggiungerà un ulteriore elemento di interesse, che andrà a sommarsi alla riconoscibilità turistica.

L’iniziativa di sostegno all’imprenditorialità locale rappresenta la prosecuzione ideale e la concretizzazione degli Stati Generali della Montagna, processo partecipativo realizzato a inizio anno, in occasione del quale gli abitanti di Luserna hanno identificato, con la giunta provinciali, nell’agricoltura e nel turismo gli assi principali dello sviluppo locale.

Pubblicità
Pubblicità

Il laboratorio vede la sinergia fra servizi provinciali e realtà private.

La prima fase sarà dedicata alla selezione delle idee di impresa. Il bando pubblico prevede, come requisito fondamentale, che le imprese individuino sede legale e operativa a Luserna. In questa fase verranno raccolte le idee e individuati i partecipanti alle attività di laboratorio

La seconda fase sarà il cuore del progetto. Le idee selezionate saranno sviluppat grazie al laboratorio intensivo di tre giorni a Luserna. Questo momento servirà a perfezionare le idee d’impresa selezionate e a creare la rete tra i nuovi attori economici.

Le attività formative saranno organizzate con la collaborazione di Trentino Sviluppo, la Federazione trentina della cooperative, il dipartimento Agricoltura, foreste, difesa del suolo e con imprenditori trentini. Parte delle attività saranno dedicate a elaborare programmi con la comunità locale, così rendere Luserna un luogo della sostenibilità a tutto tondo.

La fase conclusiva sarà finalizzata al lancio dei progetti d’impresa. Entro tre mesi dal laboratorio, i partecipanti saranno invitati a realizzare in autonomia incontri e stage con imprenditori di attività simili che potranno permettere loro di perfezionare ulteriormente le idee imprenditoriali.

L’evento di lancio sarà realizzato a Luserna e consisterà in un momento di incontro diretto dei neo-imprenditori con potenziali finanziatori e aziende interessate a generare sinergie imprenditoriali e business.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Al via a Rovereto la terza edizione del Festival di Informatici Senza Frontiere

Pubblicato

-

Iniziata il 17 ottobre la terza edizione del Festival di Informatici Senza Frontiere, in programma dal 17 al 19 ottobre a Rovereto (TN).

Sono oltre 40 i dibattiti, gli incontri e i laboratori che inviteranno gli spettatori a riflettere sull’impatto sociale delle nuove tecnologie, sviluppati attorno a quattro tematiche principali: sicurezza, educazione alla tecnologia, informatica come strumento per superare le barriere e collaborazione fra istituzioni e società.

La manifestazione si apre domani alle 20.30 con una prima riflessione sulla sicurezza informatica tramite la proiezione – e successivo dibattito – del film di Alex Gibney Zero Days, sul virus informatico Stuxnet creato da USA e Israele per sabotare il progetto nucleare iraniano e diffusosi in maniera incontrollabile.

PubblicitàPubblicità

L’inaugurazione ufficiale si è svolta oggi alle 10.00 al Teatro Zandonai, con un dialogo fra Dino Maurizio, Presidente di ISF, Luca Attias, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Andrea NicoliniFondazione Bruno Kessler, e Marco Podini, presidente esecutivo e CEO di Dedagroup spa.

Durante il festival si parlerà del problema delle fonti dei dati, della loro affidabilità e del loro utilizzo, della necessità di identificare linee guida etiche e definire direttive che indirizzino l’Intelligenza Artificiale verso un impatto positivo per gli individui, la società e l’ambiente, del potere sociale, politico ed economico degli algoritmi alla base dei sistemi software che usiamo tutti i giorni come Google e Facebook, di cyberbullismo, ma anche di come si possa imparare a vivere meglio online.

Pubblicità
Pubblicità

Un’attenzione particolare è rivolta ai ragazzi con incontri, presentazioni di progetti e laboratori che spaziano dalla programmazione scratch, alle riflessioni sugli stereotipi, i pregiudizi, le discriminazioni e la violenza verbale nei confronti delle minoranze.

I ragazzi possono progettare i loro primi “oggetti intelligenti” con micro-controllori di semplice utilizzo e scoprire come funzionano i robot.

Pubblicità
Pubblicità

Informatici Senza Frontiere fin dalla sua fondazione è attenta alle potenzialità delle nuove tecnologie come strumento per includere e migliorare le condizioni di vita delle persone affette da disabilità.

Al Festival si discute di realtà virtuale e realtà aumentata come tecnologie per migliorare l’accessibilità dei luoghi, abbattendo barriere fisiche o sociali, dell’importanza degli strumenti compensativi digitali (sintesi vocale, programmi di videoscrittura, gestione di appunti o creazione di mappe mentali) per aiutare studenti con difficoltà di apprendimento e dei benefici dell’uso della robotica nel trattamento dell’autismo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Villa Lagarina: ottobre e novembre rosa contro i tumori

Pubblicato

-

Villa Lagarina e gli altri Comuni della destra Adige – Nomi, Nogaredo e Pomarolo – organizzano anche quest’anno una serie di appuntamenti per trattare le tematiche della prevenzione e della cura dei tumori.

La rotonda di Villa Lagarina resta illuminata di rosa per due mesi perché, come spiega l’assessora comunale alla protezione sociale Serena Giordani: «Simboleggia il valore dalla collaborazione nel promuovere momenti di approfondimento verso tematiche importanti, volte alla salvaguardia della salute e alla prevenzione. Ottobre è il mese “rosa” della prevenzione dei tumori femminili, ma abbiamo voluto includere anche novembre, poiché è dedicato alla prevenzione dei tumori maschili.

Si parlerà di prevenzione dal punto di vista medico, ma anche di attività fisica e di alimentazione: oltre ai dottori interverranno infatti una fisioterapista e il referente di Slow food Sergio Valentini, per sottolineare come i corretti stili di vita possano migliorare la condizione generale di salute.

Pubblicità
Pubblicità

Collaborano all’iniziativa la Lilt delegazione di Rovereto con Laura Bettini e il dottor Lorenzo Gios, e le assessore competenti dei vari Comuni: Franca Amorth per Nomi, Daniela Baroni per Pomarolo, Elisabetta Manica per Nogaredo e Serena Giordani per Villa Lagarina.

Nel dettaglio, il 24 ottobre a Nomi “Quante donne sei? La salute nelle diverse età della donna”. Introduce l’assessora Franca Amorth e interviene il ginecologo – ostetrico Claudio Zucchelli. Ore 20.30 Sala della Vigna, piazza Springa.

Pubblicità
Pubblicità

Il 15 novembre a “La prostata: quanto la conosci?” introduce l’assessora Serena Giordani e interviene l’urologo Claudio Divan. Ore 20 palazzo Libera.

20 novembre, Nogaredo: “Pavimento pelvico: quanto ne sai?” introduce l’assessora Elisabetta Manica, interviene la fisioterapista Gigliola Natanti. Ore 20.30 Sala delle Vele, piazza centrale.

Pubblicità
Pubblicità

27 novembre, Pomarolo, “A tavola per prevenire, a tavola per curare. Il cibo nella prevenzione e nella cura delle malattie oncologiche”. Introduce l’assessora Daniela Baroni e intervengono l’oncologa Mirella Sannicolò e il referente Slow food Sergio Valentini. Alle 20.30 in sala Civica, piazza Degasperi.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza