Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Nuovo intervento del soccorso Alpino: 63 enne salvato sul Lagorai dopo una caduta

Pubblicato

-

Un uomo, un escursionista originario della provincia di Modena di  63 anni si è infortunato scivolando per circa 5 metri in un canale sulla cresta est di cima Cece (catena del Lagorai).

È stato lui stesso a lanciare l’allarme verso le 12.30 tramite l’Applicazione GeoResQ, poiché non era più in grado di proseguire in autonomia a causa dei traumi riportati nella caduta.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha verricellato sul posto il Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino e l’equipe medica.

Pubblicità
Pubblicità

Il ferito è stato quindi stabilizzato, imbarellato e imbarcato sul velivolo per il trasporto all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Non è stato necessario l’intervento dei quattro operatori della Stazione di Caoria, pronti in piazzola in caso di bisogno.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Emergenza furti negli appartamenti: si moltiplicano le denunce in Trentino

Pubblicato

-

Sardagna, Mattarello, Ravina, Villazzano, Martignano, Costasavina nel Perginese, Povo e Valle di Cembra. 

I furti sembrano non finire mai e ormai il Trentino è sotto attacco.

I più colpiti sono gli appartamenti che vengono assaliti scardinando porte e finestre con piedi di porco e cacciaviti, salendo sulle grondaie o attaccandosi ai tubi per entrare dai poggioli nei piani alti.

PubblicitàPubblicità

A volte i farabutti dopo aver forzato la porta non riescono ad entrare la lasciano danni per migliaia di euro.

Una volta all’interno i ladri cercano denaro contante, gioielli o tutto ciò che possa fruttare parecchi soldi, scassinano casseforti e lasciano dietro si se devastazione.

I furti di solito avvengono in un tempo rapidissimo e di giorno.

A Sardagna i malviventi hanno portato via anche dei vestiti di valore.

Pubblicità
Pubblicità

Nel Perginese sono stati segnalati tre colpi. In tutte e tre le visite i ladri non sono mai andati via a mani vuote.

Pubblicità
Pubblicità

Le forze dell’ordine stanno raccogliendo le testimonianze dei residenti colpiti per cercare di individuare prima possibile i responsabili.

A Povo i ladri sono entrati in azione in via della Resistenza, tra le 10 e le 11 del mattino, dopo aver atteso che tutti i residenti si allontanassero ma non sono riusciti ad entrare.

A Verla di Giovo domenica nel tardo pomeriggio i ladri hanno colpito in serie 4 abitazioni. (qui articolo)

Tre di queste sono state letteralmente razziate portando via contanti e gioielli, nella quarta i malviventi hanno desistito solo perché si sono accorti che nell’abitazione erano presenti gli inquilini.

I ladri sono entrati negli appartamenti forzando porte o finestre e hanno potuto operare con tutta tranquillità.

In uno degli appartamenti hanno tentato di scassinare la cassaforte con il flessibile, ma l’operazione non è riuscita.

Non contenti hanno rubato anche una toyota rav4 2011 che è stata avvistata ed intercettata dopo poche ore dai Carabinieri a Martignano.

La macchina è stata identificata ed inseguita dai Carabinieri e nella fuga ha mezzo distrutto due autovetture in transito per poi far perdere le proprie tracce.

.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Inaugurata in Primiero la mostra su Chiara Lubich

Pubblicato

-

Sabato a Trento, alle gallerie di Piedicastello, è stata inaugurata la mostra “Chiara Lubich, Città Mondo” con la quale si sono aperte le celebrazioni per il centenario della nascita della fondatrice del Movimento dei Focolari.

La mostra di Trento ha una sua sezione anche presso Palazzo Scopoli a Tonadico, nel Primiero, che è stata inaugurata nel pomeriggio alla presenza del co-presidente del Movimento, Jesus Moràn, della co-responsabile del Centro Chiara Lubich, Alba Sgariglia e di Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo Storico di Trentino.

La sezione della mostra allestita a Tonadico, presenta, nella splendida cornice della Valle di Primiero, un percorso cronologico all’aperto della vita di Chiara Lubich. Grandi immagini, citazioni e brevi didascalie scorrono a fianco di palazzo Scopoli e proprio di fronte a quella baita in cui Chiara ed alcune delle sue prime compagne andarono a riposare nell’estate del 1949 e dove ricevette un insieme di illuminazioni sul carisma dell’unità e sul futuro del Movimento.

PubblicitàPubblicità

Al piano terra del palazzo, che conserva stacchi degli affreschi della cappella di San Vittore, si trovano alcuni scritti fondamentali di quell’estate e video delle prime Mariapoli, vacanze estive, che fino al 1959, di anno in anno, si arricchirono di persone di diverse vocazioni, culture e provenienze. Significativa la testimonianza delle “cittadelle” del Movimento nel mondo, Mariapoli permanenti, in cui oggi, come nell’esperienza del Primiero, si sperimenta e si testimonia un’unità possibile.

La mostra, aperta fino al 7 dicembre 2020, è promossa dalla Fondazione Museo Storico del Trentino in collaborazione con il Centro Chiara Lubich, che opera per la diffusione del pensiero e delle opere della fondatrice dei Focolari.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Borgo, inaugurate le nuove piazze, Galvan: «un’Agorà dove incontrarsi»

Pubblicato

-

Sono state inaugurate Sabato pomeriggio le nuove piazze di Borgo Valsugana (piazza Martiri e Degasperi) addobbate di luci e luminare in occasione delle feste Natalizie.

Un’opera tanto attesa iniziata ancora sotto l’era del ex sindaco Fabio Dalledonne e portata avanti dall’attuale amministrazione guidata da Enrico Galvan

Opera all’epoca contestata duramente dal centro sinistra di Borgo che etichettava come uno spreco di denaro pubblico optando per una nuova pavimentazione.

Pubblicità
Pubblicità

La stessa sinistra che ieri era schierata a cercare facili consensi dimostrando ancora una volta, se ce ne fosse bisogno tutta la sua incoerenza che la portata recentemente  alla terza sconfitta elettorale consecutiva

Le nuove piazze sono state realizzate in un anno e mezzo di lavori iniziati nel Luglio del 2018 per un importo poco superiore ai 2 milioni di euro cosi scomposti: 1.593.000 euro di lavori e 466.000 per somme a disposizione finanziati totalmente con fondi comunali ( 1,3 milioni con fondo  strategico territoriale e 766 mila con avanzo di amministrazione).

Presenti all’inaugurazione oltre al primo cittadino Enrico Galvan insieme all’intera giunta comunale anche l’assessore alla sanità Stefania Segnana, il presidente del consiglio regionale Roberto Pachere e l’onorevole Mauro Sutto insieme a molte associazioni di Borgo e Olle e autorità civili e militari.

La volontà dell’amministrazione è di riconsegnare alla comunità di Borgo e Olle uno spazio che sia il più possibile fruito e sentito proprio per chiacchierare, confrontarsi, assistere a manifestazioni ed eventi di vario genere” ha dichiarato il primo cittadino proseguendo “lo abbiamo concepito come un’Agorà, uno spazio aperto democratico ed esteticamente all’avanguardia e piacevole”

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza