Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Fermo rifugiati per spaccio: confermati gli arresti domiciliari e il carcere

Pubblicato

-

E’ stato convalidato l’arresto di due ragazzi extracomunitari colti nel fine settimana a Bolognano con mezzo chilo di marijuana.

Il giudice del tribunale di Rovereto ha accolto la richiesta dei carabinieri di Arco, disponendo gli arresti domiciliari per S.A. , senegalese di venticinque anni, e il carcere per J.T, ventiduenne gambiano.

Sabato sera durante alcuni controlli alla sagra dell’Addolorata gli agenti avevano notato che i due extracomunitari si stavano defilando tra la folla.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo essere  stati fermati, hanno trovato nel loro zaino mezzo chilo di sostanze stupefacenti e 1.500 euro in contanti.

Tutto il denaro e la droga è stato confiscato e per i due giovani è scattato l’arresto in flagranza di reato. L’accusa di detenzione ai fini di spaccio è stata poi confermata ieri dal giudice per le indagini preliminari.

Tutto era partito da alcune segnalazioni da parte di cittadini del centro storico della frazione di Bolognano

Pubblicità
Pubblicità

Questi avevano notato dei giovani africani accedere in un condominio per poi recarsi verso il campo sportivo della Stivo.

Pubblicità
Pubblicità

I due arrestati erano entrambi sul territorio con il permesso di soggiorno per rifugiati.

Le perquisizioni personali hanno permesso di rinvenire, nella tasca interna della felpa del primo, la somma di 600 euro in contanti e nelle suole delle scarpe del secondo 900 euro in contanti

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza