Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Lavis, la giunta ritira in Consiglio il punto sulla variante alle norme del PRG. Piffer (Lavis Civica): «Sarebbe bastata una lettura per accorgersi degli errori contenuti»

Pubblicato

-

Roberto Piffer, capogruppo di Lavis Civica

Lo scorso aprile la maggioranza del Comune di Lavis, a firma del vicesindaco Luca Paolazzi, ha presentato in Consiglio la variante alle norme di attuazione del PRG (Piano Regolatore Generale) per adeguarle alle nuove normative provinciali in materia di regolamento edilizio.

Già in quella occasione, le minoranze consiliari al completo, dopo aver partecipato alla prima parte di discussione, avevano disertato il voto finale per manifestare la loro contrarietà al sistema con cui si era arrivati alla stesura definitiva del testo poi approvato.

In particolare si faceva riferimento a una tabella legata ai lotti di completamento – spiega il capogruppo di Lavis Civica Roberto Pifferche risultava completamente errata e che il vicesindaco nelle sue repliche riteneva non rilevante, mentre nei fatti si è dovuto procedere alla sua completa sostituzione”.

PubblicitàPubblicità

Inusualmente di martedì sera, lo scorso 10 settembre, veniva quindi riconvocato il Consiglio comunale, proprio per procedere in tempi stretti alla definitiva adozione del provvedimento. Adozione definitiva che vedeva venti articoli modificati in base ai rilievi mossi alla prima stesura da parte della Commissione Urbanistica Provinciale.

La maggioranza, sempre con relatore il vicesindaco Paolazzi in qualità di assessore all’urbanistica – racconta Piffer –, sosteneva appunto con la relazione allegata di aver provveduto ad adeguare il testo definitivo alle richieste della C.U.P.. Da una prima sommaria analisi svolta da noi consiglieri di minoranza del gruppo Lavis Civica, è risultato invece che il testo definitivo, così come presentato per l’approvazione, solo in pochi casi si adeguava alle richieste, mentre nella maggior parte o non si era provveduto ad alcuna correzione o peggio ancora rimanevano parti di testo precedente sommate a parti di testo nuovo che rendevano di fatto alcuni articoli incomprensibili”.

Il capogruppo di Lavis Civica ha dunque provveduto, con una serie di interventi, a segnalare in aula le incongruenze sparse lungo il testo portato in approvazione che, oltre a renderlo incomprensibile, finivano per smentire anche la relazione allegata nella quale il Comune dichiarava di aver provveduto ad adeguare punto per punto i venti articoli da modificare.

Così però non era – continua Piffer –. Dopo il suggerimento da parte del presidente del Consiglio Facheris di prendersi cinque minuti di sospensione per verificare le numerose incongruenze da noi segnalate, la giunta, sempre tramite il vicesindaco Paolazzi, ha dichiarato che effettivamente il testo così come proposto non poteva essere deliberato, decidendo così di ritirare il punto”.

Il consigliere Piffer ha concluso i propri interventi ricordando come troppo spesso si verifichino situazioni in cui il relatore del punto in discussione non dimostra la dovuta attenzione e preventiva valutazione dell’argomento in oggetto. “Sarebbe bastata una lettura del testo finale – dice ancora il capogruppo di Lavis Civica – per accorgersi prima della seduta degli errori contenuti e procedere anche con degli emendamenti alla correzione del testo”.

Ricordiamo che per questo punto era stata prevista l’immediata eseguibilità, proprio per i tempi stretti che rimangono per approvare un provvedimento che interessa tutte le iniziative edilizie del nostro Comune – sottolinea Piffer –. Al Consiglio rimane solamente la settimana prossima per procedere alla sua adozione, pena il decadimento di tutta l’istruttoria avviata appunto in aprile di quest’anno”.

Il Consiglio comunale è stato quindi riconvocato per giovedì prossimo, 19 settembre, alle 19 con al primo punto questo argomento che, se approvato, lascerà agli uffici solo la mattinata di venerdì 20 settembre per trasmettere il tutto alla C.U.P..

Si viaggia su tempi strettissimi, che di certo non aiuteranno la predisposizione degli atti che speriamo stavolta saranno corretti – conclude Roberto Piffer –. Per quanto ci riguarda abbiamo dimostrato la massima serietà e spirito di attaccamento al dovere istituzionale di consiglieri comunali che, pur trovandoci nelle vesti di minoranza, ci ha imposto di sostituirci alle mancanze della giunta”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]

Categorie

di tendenza