Connect with us
Pubblicità

La Sfera e lo Spillo

Gaetano Scirea: uomo schivo, leader e leggenda

Pubblicato

-

“E’ inutile spendere parole su un uomo che si è illustrato da solo per tanti anni su tutti i campi del mondo, che ha conquistato un titolo mondiale con pieno merito e, soprattutto, era un campione non soltanto di sport, ma soprattutto di civiltà” citando il mitico Sandro Ciotti mentre annuncia la morte di Gaetano Scirea alla Domenica Sportiva.

Gaetano Scirea è coinvolto in un incidente stradale nei pressi di Babsk, frazione polacca del voivodato di Lodz. E’ un fosco pomeriggio domenicale del 3 settembre del 1989.

Per le tragiche pieghe del destino non è distante dallo spicchio di terra nel quale il compagno di squadra di mille battaglie Zbigniew Boniek (oggi presidente della Federcalcio polacca) muove i primi passi da calciatore.

Pubblicità
Pubblicità

Gaetano Scirea è all’epoca il vice allenatore della Juventus, il secondo di Dino Zoff nella stagione 1988-1989.

Durante il viaggio di ritorno verso Varsavia, Scirea è in compagnia dell’autista locale, dell’interprete e del dirigente del Gornik. La vettura (con taniche di benzina a bordo in caso di necessità) è tamponata da un camion. Gli occupanti rimangono bloccati nelle lamiere in fiamme. Si salva solo il dirigente polacco, mentre, a seguito dell’incidente, Gaetano Scirea muore a soli 36 anni.

E’ un addio prematuro, doloroso e scioccante. Oggi “Gai”, com’era soprannominato nello spogliatoio, avrebbe 66 anni.

Pubblicità
Pubblicità

Gaetano Scirea nasce nell’hinterland milanese a Cernusco sul Naviglio il 25 maggio del 1953. Si forma calcisticamente nella Serenissima San Pio X, piccola squadra di Cinisello Balsamo.

Il comune della Martesana è luogo di nascita di altri 2 ex giocatori di serie A, il paese dei “liberi” come Roberto Tricella e Roberto Galbiati, nonché dell’attuale terzino mancino dell’Inter Cristiano Biraghi.

Il numero 6 è da ritenersi un campione di sport, uno dei più grandi difensori della storia. Il suo stile di corsa è coordinato ed elegante, a tratti ricercato. Interpreta il ruolo di libero in chiave moderna sostenuto dal suo trascorso giovanile come interno della mediana.

Non è un difensore burbero, ma tempestivo, affidabile e sorretto da tecnica cristallina. Guida con maestria il reparto, con spiccato senso tattico e della posizione. E’ un uomo misurato, pacato, un leader silenzioso dello spogliatoio.

Simboleggia il regista difensivo a tutto tondo, con eccellente visione di gioco. Le sue movenze naturali in campo sono eseguite sempre a testa alta. Alle spalle dei difensori organizza con sapienza i movimenti del pacchetto arretrato.

Rappresenta l’icona, la personalità, il carisma e la forza del gruppo. E’ un personaggio schivo ed esemplare, corretto e leale. Non alza mai la voce, non impreca e non protesta (nella sua biografia non compare nemmeno un’espulsione sul green).

Gaetano Scirea narra appieno lo stile della Juventus, il contegno, la condotta, in altre parole la tradizione; con Virginio Rosetta e Giampiero Boniperti incarna l’appartenenza e l’integrità morale.

Indossa le maglie di Atalanta e Juventus collezionando più di 400 presenze e segnando 25 reti. Con la Vecchia Signora vince tutto ciò che un giocatore può ambire in carriera: 7 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa Uefa, 1 Coppa delle Coppe, 1 Supercoppa Uefa, 1 Coppa dei Campioni/Champions League, 1 Coppa Intercontinentale.

Veste con onore la giubba della Nazionale Italiana 78 volte, dal 1975 al 1986, vincendo 1 Campionato del mondo (1982).

L’indimenticato Gaetano Scirea, insieme a Dino Zoff, forma la diga azzurra nel “Mundial” del 1982, entrando a pieno titolo nell’olimpo del calcio italiano.

Gaetano Scirea: uomo schivo, leader e leggenda.

Emanuele Perego             www.emanueleperego.it             www.perego1963.it

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza